TAV IN VALSUSA, AFFIDATI 5 APPALTI DA 40 MILIONI DI EURO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

dall’UFFICIO STAMPA DI TELT

TORINO – È di oltre 250 milioni di euro il valore degli appalti assegnati nell’ultimo mese da TELT in Francia e Italia per opere e attività legate alla realizzazione della sezione transfrontaliera della Torino-Lione.

Anche durante la pandemia da Covid-19, il promotore pubblico ha infatti continuato a operare attraverso i supporti informatici anche per quanto riguarda le procedure di gara. Le assegnazioni riguardano oltre ve imprese internazionali di vari settori, dall’ingegneria alle costruzioni, che compongono i raggruppamenti che ora inizieranno le attività.

Sul versante francese il CdA del promotore pubblico ha autorizzato la firma del contratto di oltre 200 milioni di euro per i lavori dei pozzi di ventilazione in Maurienne: quattro tunnel verticali paralleli scavati nell’area del Comune di Avrieux.

Sul versante italiano invece sono stati affidati cinque appalti per operazioni legate alla realizzazione della nuova infrastruttura per un totale di circa 40 milioni di euro: monitoraggi ambientali, sicurezza sul lavoro, gestione dei materiali di scavo e protezione e mantenimento dei cantieri.

Parallelamente proseguono le attività nei sei cantieri dell’opera e sono in corso le gare per i lavori del tunnel di base per circa 3 miliardi di euro. Per i tre lotti francesi relativi alla costruzione di 45 km di tunnel tra Saint-Jean-de-Maurienne e il confine italiano (valore di 2,3 miliardi) le aziende stanno consegnando le offerte. L’assegnazione è prevista per fine anno. Per quanto riguarda il versante italiano, è in corso il bando da un miliardo per lo scavo dei 12,5 km dal confine a Susa la cui attribuzione è prevista nel 2021.

Stanno per partire i lavori per le nicchie di interscambio che consentiranno la trasformazione della galleria di Chiomonte, (valore circa 40 milioni di euro), in via di accesso al tunnel di base. Tra fine anno e inizio 2021 saranno assegnati i lavori, banditi da Sitaf, per lo svincolo autostradale di Chiomonte e il trasferimento dell’autoporto di Susa a San Didero, per un valore totale di circa 100 milioni di euro.

Ad oggi sono già stati spesi e impegnati oltre 2,8 miliardi di euro in appalti e lavori per l’opera.

DETTAGLIO ASSEGNAZIONI

FRANCIA

POZZI DI VENTILAZIONE IN MAURIENNE PER OLTRE 200 MILIONI DI EURO

Autorizzata la firma del contratto per la realizzazione di 4 tunnel verticali paralleli scavati ad Avrieux. Serviranno per la ventilazione del sito di sicurezza sotterraneo di Mondane. Profondi 500 metri e con un diametro di 5,2 metri, saranno scavati con quattro frese modello Raise Boring Machine, un sistema sviluppato nell’industria mineraria proprio per lo scavo meccanizzato di pozzi verticali e di piccola larghezza. Una soluzione efficiente  che tutela al massimo la sicurezza dei lavoratori rispetto ai metodi di perforazione tradizionali e consente di avere un impatto minore sul territorio grazie alla grandezza limitata delle opere.

ITALIA

MONITORAGGIO AMBIENTALE DI TUTTI I CANTIERI IN ITALIA PER OLTRE 16,3 MILIONI DI EURO

È stato assegnato il monitoraggio ambientale di tutti i cantieri dell’opera in Italia per un importo totale di oltre 16,3 milioni di euro al raggruppamento formato da Labanalysis Srl, Laser Lab Srl e S.I.N.A. Spa. Le prestazioni copriranno i cantieri operativi italiani: 01 (Interconnessione Susa-Bussoleno), 02 (Piana di Susa), 03/04 (Tunnel di Base Maddalena-Susa), 10 (Siti di deposito e valorizzazione dei materiali di scavo) e 12 (Attrezzature e sistemi). Per ogni cantiere, le attività di monitoraggio ambientale saranno suddivise in tre fasi, come prevede il Codice dell’Ambiente italiano ed è stato concepito come un documento unitario con lo scopo di tener conto dell’unicità dell’opera e non dei singoli cantieri. L’obiettivo è di avere un quadro globale, che non sia diviso per componente ambientale o per area geografica, in modo da poter avere una visione della situazione sull’intero territorio interessato dall’opera.

DIREZIONE LAVORI DELLA VALORIZZAZIONE DEI MATERIALI DI SCAVO PER 8,5 MILIONI DI EURO

Firmato il contratto per la Direzione lavori della valorizzazione dei materiali di scavo in Italia per un totale di circa 8,5 milioni di euro alle imprese Lombardi Ingénieurs conseils, Arcadis ESG, Amberg Engineering, BG Ingénieurs conseils e Neosia. Il compito della Direzione lavori è di analizzare le modalità di gestione e recupero dei materiali di scavo dei cantieri italiani (con il reimpiego di parte dello smarino per la realizzazione di conci e rilevati ferroviari per il tunnel di base), nonché monitorare la corretta applicazione delle prescrizioni da parte del futuro titolare della gestione dei materiali di scavo.

 COORDINAMENTO SICUREZZA E PROTEZIONE SALUTE DEI LAVORATORI IN TUTTI I CANTIERI ITALIANI PER 7,8 MILIONI DI EURO

Affidato l’appalto per il coordinamento della sicurezza e protezione della salute dei lavoratori sui cantieri in Italia in fase di progettazione ed esecuzione dei lavori per un valore di 7,8 milioni di euro al raggruppamento IEC Srl, GAE Engineering Srl, SI.ME.TE Srl, Gestione Progetti Srl, Socotec, Ing. Fausto Cioci e Ing. M. Vania Abbinante. L’attività comprende l’analisi e la prevenzione dei rischi, l’assistenza alla funzione sicurezza attraverso la redazione di documenti specifici e il monitoraggio completo sui temi della sicurezza nella fase dei lavori.

PROTEZIONE E MANUTENZIONE DEI CANTIERI ITALIANI PER 5,4 MILIONI DI EURO

Due appalti riguradanti i lavori di protezione e mantenimento dei cantieri italiani e il supporto logistico alle forze dell’ordine per tutta la durata dei lavori (circa 5,4 milioni di euro per la realizzazione di recinzioni o oltre barriere e l’assistenza alle eventuali necessità indicate dalle forze dell’ordine sono stati attribuiti alle imprese Borio Giacomo Srl, Ecoval Srl e IG ingegneria Geotecnica Srl, mentre il collaudo delle nicchie di interscambio della galleria geognostica della Maddalena di Chiomonte, per circa 260.000 euro, al raggruppamento SI.ME.TE Srl, Ing antonio Turco e Geo Engineering Srl).

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

15 COMMENTI

  1. Il mito del mondo consumista e globale è miseramente crollato davanti ad un virus, il meglio del peggio è venuto a galla ma non basta; questa gente è degna compare di Fontana & c. e gli sciocchi stanno al loro gioco con occhio bovino.
    Tra le altre cose notate che “bella” espressione sta nella “valorizzazione dei materiali di scavo”: un eufemismo per dire: “trasformeremo l’amianto e l’uranio in croissant per tutti”. Più che un decreto “salva Italia” ce ne vorrebbe uno “Sveglia Italia!”.

    • Si,certo,come no…Uranio,amianto,falde interrotte,farfalle rare et similia.Continuate pure a ripetere queste cose come un disco rotto.E poi cosa centra il governatore della Lombardia lo sa solo lei.Le consiglio di togliere i paraocchi e di guardarsi intorno e magari ragionare con la propria testa,visto che non vi rendete conto di essere manipolati da gente molto più scaltra di voi.

      • Così per dire (da uno col paraocchi si intende); le farfalle rare ci sono e sono passate sotto la strombazzata tutela dei proponenti l’opera (ma guarda un po’). Quanto all’amianto mi dica che non esiste e ragionando con SUA testa le crederò, idem per l’uranio che si può sentire dal contatore geiger anche se indosso il paraocchi. Quanto a Fontana era chiarissimamente un riferimento agli affamati di denaro servi delle lobbies che sono pronti a tutto pur di assecondare il signore che li tiene in piedi. E poi ha ragione, a volto sono manipolato: dal mio kinesiologo. Piuttosto porti lei degli argomenti validi che non sappiano di disco rotto.

        • Certo, secondo voi le montagne sono piene di amianto ed uranio,ma quando hanno scavato prima per l’autostrada e poi per il raddoppio del tunnel autostradale del Frejus non avete mosso un dito.Ma mi faccia il piacere,come direbbe il grande Totò.Lei mi dice che non siete per il trasporto su gomma,ma i fatti dicono il contrario,direttamente od indirettamente le vostre azioni favoriscono il trasporto su gomma e tutto quello che vi è connesso.

  2. DIREZIONE LAVORI DELLA VALORIZZAZIONE DEI MATERIALI DI SCAVO PER 8,5 MILIONI DI EURO
    Veramente il bando di assegnazione dell’appalto non parla di circa 8,5 milioni di euro bensì di 10 228 559.00 EUR + IVA.
    Ma prendono per scemi? O si vergognano?
    Guardiamo chi ha vinto: due società svizzere (Lombardi Ingénieurs conseils, Amberg Engineering), due società francesi (Arcadis ESG, BG Ingénieurs conseils) ed una milanese (Neosia SpA) con 32 dipendenti (tutti a Milano) compresi i dirigenti. Meno male che dovevano dare lavoro ai locali…
    Qui il bando di assegnazione [ https://ted.europa.eu/udl?uri=TED:NOTICE:270510-2020:TEXT:IT:HTML&tabId=0 ] e qui l’estratto:
    France-Le Bourget-du-Lac: Engineering services
    2020/S 111-270510
    Prestazione di direzione lavori per la gestione e la valorizzazione dei materiali di scavo lato ITALIA della sezione
    transfrontaliera del progetto ferroviario Torino-Lione (cantiere operativo n. 10)
    Total value of the procurement (excluding VAT) (Agree to publish? yes)
    Value excluding VAT: 10 228 559.00 EUR

    C’è un piccolo particolare da appurare bene: sembra che per la legge italiana queste società non potessero partecipare a questo bando di gara. Stiamo verificando con i tecnici e con i legali. Poi vedremo.

    • Il vostro accanimento nei confronti di un tunnel ferroviario è davvero sconcertante,ma non ho visto tutto questo impegno nei confronti del raddoppio del tunnel autostradale del Frejus.Visto che mi sembra ben informato può cortesemente spiegarmela questa differenza di trattamento?E non penso che un manipolo di pensionati e di scappati di casa dei centri sociali possano fermare l’opera.Volete ricomunciare a giocare a fare i rivoluzionari ed a mettere a ferro e fuoco la Valle?Ricordatevi che siete una minoranza,la gente non vi sopporta più e che se volete dimostrare in maniera non violenta è un vostro diritto,ma non lo è imporre la vostra ideologia a scapito degli altri.E per cortesia non venitemi a raccontare che non avete il controllo sui vostri sodali dei centri sociali e che non siete responsabili delle loro azioni;siete stati voi,NO TAV della prima ora a volerki portare inValle,pensando ingenuamente di poterli controllare.I risultati sono sotto gli occhi di tutti ed è il motivo principale della vostra perdita di consenso.

  3. Come sempre da quando c’è la repubblica ovvero da quasi un secolo ci sarà da mangiare per tutti . Unico particolare che ci distingue in peggio dalla repubblica francese , dove chi viene beccato con le mani nel barattolo del miele finisce in galera , qui da noi NO

  4. Altro che no tav, pensate piuttosto ai 150 miliardi di evasione fiscale ai 50 miliardi di spese militari e ai centinaia di miliardi che si continuano a investire sul trasporto su gomma con i danni sociali 6000 morti e 300000 feriti all’anno e ambientali, che hanno dei costi talmente elevati che è pressoché impossibile calcolare. Altro che no al treno, siete complici voi e le vostre macchinine della distruzione del pianeta.

    • Questo film del movimento NO TAV sponsor del trasporto su gomma sta solo nella testa di chi non si è documentato e dà aria alle tonsille. Quanto all’evasione fiscale e alle spese militari sono in completa sintonia con lei.

Rispondi a Farè claudio Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.