TAV IN VALSUSA, DOPO 5 ANNI RIPARTE LA PROGETTAZIONE DA AVIGLIANA A ORBASSANO

Il progetto prevede una nuova linea di 24 km, con una galleria di 14 km sotto la Collina Morenica

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

AVIGLIANA / ORBASSANO  – Riparte ufficialmente, dopo 5 anni di inerzia la progettazione della tratta italiana della TAV Torino-Lione. Esprimono soddisfazione il Presidente della Regione Piemonte e l’Assessore ai Trasporti e Infrastrutture per l’ordinanza firmata ieri dal commissario straordinario di governo per la Tratta italiana della Torino- Lione Antonio Mauceri, con la quale si autorizza RFI a sviluppare il progetto definitivo della nuova linea “Avigliana-Orbassano” e degli interventi di adeguamento dello scalo di Orbassano.

LA NUOVA LINEA FERROVIARIA AVIGLIANA-ORBASSANO DA 1,7 MILIARDI: GALLERIA DI 14 KM SOTTO LA COLLINA MORENICA

Il progetto da 1,7 miliardi di euro prevede la realizzazione di una nuova linea in variante di tracciato da Avigliana allo scalo di Orbassano, per circa 24 chilometri. Il tracciato si sviluppa in galleria al di sotto della collina Morenica per circa 14 km, a cui si aggiungerà una galleria artificiale di circa 3 km e un tratto scoperto per attraversare lo scalo di Orbassano, ricongiungendosi al nodo di Torino. A inizio 2022 sarà avviata la progettazione definitiva della nuova tratta.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

24 COMMENTI

  1. Annotiamoci la data di questa ripartenza.
    Dopo la prima, sicuramente fortemente meditata, “inerzia” vedremo quanto durerà la prossima.
    Trattandosi di progettazione sarebbe interessante sapere per mano di chi era stata fermata.
    Se per “progettare” ci vuole un commissario straordinario, per “realizzare” chi dovrà intervenire?
    Il Nazareno aggiungendone uno ai suoi molti miracoli?
    Il Profeta Maometto أبو ﺍﻟﻘﺎﺳﻢ محمد بن عبد الله بن عبد ﺍﻟﻤﻄﻠﺐ ﺍﻟﻬﺎﺷﻤﻲ, Abū l-Qāsim Muḥammad ibn ʿAbd Allāh ibn ʿAbd al-Muṭṭalib al-Hāshimī?
    O il loro diretto Superiore? Capo indiscusso e comune delle tre grandi religioni monoteiste mediorientali.

    • Caro sig. Shahrazād,
      È un inguaribile ottimista, Lei!!!!
      Il “grande Capo”, mi sa che dovrà arrendersi pure Lui, all’infinita stupidità umana…
      Ricordo ciò che disse ( o gli venne attribuito) Einstein: ” due cose sono infinite, l’universo e la stupidità umana… Ma del primo nutro ancora qualche dubbio “!!!
      Buona serata a tutti!

      • È infinita anche la stupidità di personaggi con la cultura di un babbuino che continuano a citare e attribuire ad Einstein frasi che non ha mai detto.

  2. 5 anni d’inerzia e riparte ora che tutto aumenta? Non è il momento più favorevole.
    I residenti in zona conoscono l’impatto dei cantieri o pensano che la veloce ferroviaria sia un problema relegato in alcune zone della val Susa?

    • I residenti in zona hanno sopportato i lavori per la galleria di Avigliana senza fare tanto cine e senza comitati No Galleria.

      • E ci credo! Senza gallerie e con la chiusura del passaggio a livello Avigliana sarebbe diventata più caotica di Roma centro alle 8 del mattino, con totale blocco del traffico!

  3. Certo che se dopo 27 anni siamo ancora alla progettazione. Prima di vedere un treno passeranno ancora decenni. Meno male che è un’opera prioritaria per il Piemonte e i piemontesi. È quasi come la ricetta medica con scritto URGENTE, poi vai al CUP e la prenotazione per la visita è un anno e mezzo dopo. Fate proprio ridere con questi proclami da operetta. Il ponte Morandi è stato ricostruito perché c’era la volontà politica, riguardo a questa opera vedo tanti proclami ma poco avanzamento lavoro.

  4. Pensare che si fa un progetto che impatta sul territorio aviglianese.
    Pensare che il mio comune non ha mai voluto partecipare ai tavoli deve si decideva l impatto sul Avigliana.
    Pensare che chi, come Susa, ha trattato avrà una stazione internazionale e altri progetti a basso impatto e compensazioni.
    Pensare che il Sindaco non partecipa come Avigliana ma però vota perchè la comunità montana chieda di entrare nell’ osservatorio….
    Pensare che Avigliana, più grande città della valle, vedrà passare il treno av sulla linea storica con rumore … Senza avere nulla per la città
    Pensare che la maggioranza comunale aviglianese voti in comunità montana un sindaco PD che poi a Torino ben si guarda da essere no TAV….
    Pensare che Avigliana è decadente…. Come se fosse una cosa normale
    Pensare che è normale trascorrere il sabato sera o pomeriggio a Torino, Giaveno o Rivoli perché Avigliana è corso Laghi …. Defunto
    Pensare che è normale aver costruito ovunque villette e centri commerciali modello Detroit
    Pensare che è normale mettere una struttura in legno, già ammalorata, nel nuovo parco…
    Pensare che gli aiuti sociali vengono fatti passare come cosa eccezionale quando qualsiasi comune lì elargisci…
    Pensare che sia normale così e nulla si poteva fare come se Avigliana fosse condannata alla decadenza infelice

    Cosa fare?
    Io penso votare bene e ora vi è una scelta alternativa a sinistra e una destra.
    Non abbiamo più scuse. Le alternativa alla triste decadenza ci sono per chi è di destra e chi di si sinitra.

      • Hai proprio ragione. A livello europeo, nazionale e regionale i NoTav hanno preso grandi mazzate sui denti per anni. Stiano zitti e muti, la democrazia si è espressa.

      • Il suo concetto di democrazia è singolare…
        Eleggiamo chiunque,basta che sia no tav e basta che fermi la “destra”?Lo avete già fatto ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti.
        Certo che se l’obiettivo era la decrescita infelice l’obiettivo è stato pienamente raggiunto e superato.

  5. Cazzarola, quindi vuol dire che la mia villa con parco secolare in collina a Rivoli, durante gli anni di perforazione della galleria di 14 km, tremerà al passaggio della fresa o delle esplosioni? E no così non va bene, mi attiverò con il Prefetto amico di famiglia.

    • Conti che anche l’erba dei Suoi 8 campi da golf e l’acqua delle 4 piscine potrebbero risentirne! Fa bene ad attivare il Suo Prefetto ;-D

  6. Quando si dice ” essere sul pezzo “, fate proprio ridere, dopo 12 o più trattati internazionali tra Italia e Francia, cantieri iniziati ma non si sa bene come e quando, proclami politici sbandierati negli ultimi decenni, parole, parole, parole. E questa dovrebbe essere un opera strategica per l’Italia ed il Piemonte ? Quando la Francia avrà inaugurato la loro tratta, noi saremo ancora a decidere se passare a “droite ” o a “gauche” della valle, (dopo avere stabilito quale valle). Non c’è bisogno del movimento No Tav per bloccare questa opera, sta crollando da sola ancora prima di costruirla. Aspettiamo i proclami di Virano e dei prossimi Governatori del Piemonte. lunga vita alle opere incompiute.

    • Come il suo nickname mi sembra che lei abbia le idee un po’ confuse o quantomeno non aggiornate.Dove passerà la TAV è già stato deciso da tempo.

    • Quale sarebbe “la loro tratta” ? È evidente che tu non capisca la differenza tra tratta nazionale italiana, tratta nazionale francese e tratta internazionale. Nessuna delle due tratte nazionali è attualmente in fase progettuale definitiva, nè “di qua”, nè “di là”. Il tunnel di base, ovvero la parte internazionale, è opera comune, non francese. E la stiamo costruendo insieme con i francesi, da anni. Ognuno sta facendo la sua parte. E siccome il tunnel è per 4/5 su territorio francese (solo 12 km su 57 saranno scavati dall’Italia), e 1 sola discenderia è sul versante italiano, è ovvio che l’opera sia più avanti sul lato francese. Si è iniziato da quello che presentava la maggiori difficoltà tecniche (brillantemente superate). Solo che i Nostradamus di turno sanno talmente poco dell’opera che solo fesserie possono scrivere.

  7. I residenti in zona hanno sopportato i lavori per la galleria di Avigliana senza fare tanto cine e senza comitati No Galleria.

  8. Ricordo a tutti che il progetto TAV è stato pensato 40 anni fa per “soddisfare” le voglie irrinunciabili del Corridoio 5 ovvero quello che avrebbe dovuto collegare Kiev a Lisbona. Mercedes Bresso. Paolo Brizio, Sergio Pininfarina,Romano Prodi, Castellani, Ghigo. Chiamparino ecc. furono i pionieri del miracoloso corridoio 5 senza il quale non saremmo sopravvissuti alla globalizzazione galoppante.
    Il Portogallo si è sfilato quasi subito ( ma lo hanno tenuto ben nascosto) ora, mi sembra che tener nascosta anche l’ improbabilità che Kiev arrivi pronta all’ appuntamento sia proprio impossibile.
    Quindi fra 10 o 15 anni forse ci sarà un tunnel che collega il nulla su entrambi i versanti e intanto l’ idea iniziale sarà vecchia di 50 anni . Poi fra altri 15 o 20 anni forse sarò operativo il tratto nazionale e la gran parte degli attuali politici ( e magari anche noi) saranno sotto 2 metri di terra.
    Le future generazioni avranno il piacere di godere di questa meraviglia o ( indebitati più che mai) di maledirla.

    • Cala pure gli anni, che sono appena 30. Anche l’idea del telescopio spaziale James Webb è nata 30 anni fa, ed è oggi il telescopio più sofisticato e avanzato a disposizione dell’umanità. Sventolare gli anni per denigrare un progetto, è un esercizio patetico che denota solo quanto poco si capisca dei tempi richiesti da qualunque grande opera.

  9. Rinnovo il mio apprezzamento per il commento di شهرزاد, Shahrazād (me stess*) che ha aperto questa lunga e duratura serie di commenti.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.