TAV IN VALSUSA, I DUBBI SUI MATERIALI TRASPORTATI DAI TIR

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di FRANCESCA FREDIANI (Consigliere regionale Movimento 5 Stelle)

Proprio oggi, in una data particolarmente significativa per la storia del movimento No Tav, è arrivata in aula la risposta ad un’interrogazione sullo smarino del cantiere della Maddalena. Per l’assessore all’ambiente Valmaggia il materiale del cantiere Tav sarebbe sotto controllo ma fornisce risposte vaghe.

Singolare vantarsi della gestione del materiale del tunnel esplorativo della Maddalena e del rispetto della normativa ambientale mentre nella risposta dell’assessorato si evidenziano una serie di criticità e carenze sia in fase di controllo che nelle altre che completano il quadro della gestione degli inerti.

Innanzi tutto le volumetrie a cui è stato attribuito un codice CER sono circa 16.000 tonnellate. Con buona probabilità nei Piani di gestione ne erano stati previsti di meno, con un conseguente pesante aggravio dei costi. Inoltre l’Assessore conferma l’impossibilità di ricostruire esattamente gli spostamenti dei tir, fornendo in aula solo la destinazione finale ma senza menzionare i comuni di transito che subiscono un carico ambientale e di traffico maggiore. Ribadiamo quindi la richiesta di monitorare i transiti dei tir attraverso la tecnologia Gps.

Non è poi comprensibile quale criterio venga messo in atto per i siti di deposito. Alcuni rifiuti vengono portati in discarica, altri verso impianti di trattamento e riciclaggio di materie edili. Se si trattasse di terre potenzialmente riciclabili perché ingombrare le discariche già colme della nostra regione e non farli trattare tutti affinché sia sicuro il loro riuso?

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

  1. Complimenti alla Frediani, se posso io sarei visto i precedenti, e le abitudini pessime, ancora più stringente nei controlli, Provetta ad ogni carico, del materiale prelevato, e mandata subito in laboratorio analisi, sistema di controllo CARICO del mezzo, altrimenti fanno giri carichi o scarichi per simulare più viaggi e far pagare più giri, alla pubblica amministrazione, i giri a vuoto valgono tantissimo, basta mettere x km , in cambio si denunciano centinaia di mc inesistenti da far pagare…. mentre un tir vuoto gira al prezzo del solo gasolio… segnando i km percorsi, sarebbe frode, e queste cose si imparano lavorando in viabilità , perche qualcuno le fa e le racconta…. al minimo odore fuori dal normale o schiume che escono dallo smarino , blocco e verifica del cantiere …

  2. Che Genio Sig. Musio

    Ma al momento la limiterei a seguire delle lezioni di scrittura creativa in quanto il suo commento e’ seriamente sgrammaticato, e senza una sintassi appropriata.

    Grazie, continui a leggere il giornalino dei piccoli.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.