TAV, IL GOVERNO CONSEGNA L’ANALISI COSTI-BENEFICI ALLA FRANCIA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

NOTA DEL MINISTERO DEI TRASPORTI

Oggi, martedì 5 febbraio, il ministero dei Trasporti ha condiviso con il  Governo francese, nella persona dell’ambasciatore di Francia in Italia, Christian Masset, l’analisi costi-benefici sul progetto Tav Torino-Lione, come concordato dai ministri Borne e Toninelli, prima della sua validazione e pubblicazione da parte del governo italiano. È il punto di partenza di un’interlocuzione tra i due esecutivi. A breve sarà fissato un incontro bilaterale.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

18 COMMENTI

  1. sono contro la tav, ma l’atteggiamento del Toninulla e dei vergognosi voltagabbana 5* è assolutamente irrispettoso verso il
    popolo italiano. dicevano : in primis la trasparenza….CIALTRONI

  2. I nostri fenomeni, gli presenteranno l’analisi Costi benefici e loro ci presenteranno il conto…..ergo…..faremo nuovamente la figura dei fessi!!!!!

  3. non vedo cosa c’entrano i francesi.
    la valutazione è nostra e va mostrata a tutti, cosa c’è da concordare, loro potrebbero avere altri parametri di valutazione.
    non mi è piaciuta la scelta.

  4. Vi sfugge il particolare che se i francesi quali parte coinvolta la considerassero irricevibile, sempre in via riservata, potrebbero chiederne il riesame o il ritiro senza mettere alla berlina il governo di un Paese confinante.
    Questa considerazione di auspicato reciproco riguardo istituzionale vale per tutti gli italiani sia favorevoli che contrari all’opera.

    • Alla berlina,considerato il livello di incompetenza di toninelli (rigorosamente minuscolo)e dei suoi compagni di partito,ci siamo messi da soli.La realtà che i 5* cercano di salvaguardare un bacino elettorale composto di gente che meriterebbe di essere proiettata seduta stante nel Paleoltico,Lei continua a farmi sorridere,ha fatto dei corsi per ridursi così o ci è nato?Non si rende conto delle palle che continuate a raccontare?Il suoi post sono un capolavoro di disinformazione.Ma gli italiani per fortuna hanno cominciato ad inquadrarvi.

  5. Gent.mo Merovingio,
    il suo approccio sempre pieno di livore e carente di tutto il resto non rende alcun merito e giovamento alle ragioni che vorrebbe sostenere e difendere.
    Sorrida quanto crede, il riso beffardo da sempre abbonda sulla bocca degli stolti.
    Già in altre occasioni ho espresso l’importanza di riflettere su tutte le informazioni, gradite o meno, di farne oggetto di studio e conoscenza per giungere ad una motivata opinione su qualsivoglia argomento.
    Questo elementare percorso mentale elimina alla fonte il concetto di disinformazione perché conduce a maturare un proprio fondato convincimento, ben più prezioso di qualsiasi pappagallesca ripetizione di quelli altrui, informati o disinformati che siano.
    Paleolitico?
    Per arrivarci/ritornarci le strade sono molte, anche attraverso il dissennato spreco in quattro secoli delle risorse del Pianeta accumulate in 4,543 × 10^9 anni (quattro virgola cinque miliardi di anni).

    • Chi è sempre offensivo nelle risposte ,per chi vuole ragionare con la propria testa, è Lei che si ostina a ripetere a pappagallo le solite frasi trite e ritrite ritenendo che a furia di ripeterle diventino verità indiscutibili.E chi ha un “profondo convincimento” siete proprio voi NO TAV,anzi,ormai,avete creato una specie di religione per cui chi non la pensa come voi è un eretico meritevole di qualsivoglia punizione,non solo verbale.Intanto continuate a non rispondere a domande lecite;ad esempio come mai si è quasi realizzato il raddoppio del traforo autostradale del Frejus senza contestazioni violente da parte dei NO TAV.Abito in valle da oltre 30 anni è certi meccanismi ho imparato a conoscerli.La sfido a mettere in maniera ben visibile un adesivo SI TAV sulla sua vettura,se ne possiede una,poi vediamo cosa succede.

  6. Alcuni anni fa il governo italiano in carica abbandonò lavori iniziati da parecchio tempo alla Maddalena in occasione del ” G qualcosa ” per tarsferirli all’ Aquila. NESSUNO si lamentò o si indigno. La TAV Torino -Milano che doveva dispensare ricchezze , migliaia di posti di lavoro e centinaia di treni pieni di merci e passeggeri è praticamente deserta. I paesi e le cittadine attraversate hanno forse più occupati stabili o un PIL maggiore dei valsusini? In compenso le ‘ ndrine piemontesi e i soliti corrotti si sono ingrassati per benino ( e non lo dico io ma i tribunali di mezza Italia) . OLtre Lione e oltre il Veneto c’ è il desero in quanto Portogallo e ungheria si sono sfilati ormai da ANNI! La grande bugia Kiev – Lisbona non esiste più . Esiste un buco da 60 km fine a se stesso . Se il governo, l’ Europa, il mondo o il padre eterno in persona decideranno di farlo, si faccia ma io personalmente no ncredo che le famiglie italiane o valsusine lavoreranno di più o moriranno meno di fame rispetto ad adesso. Per il tunnel solo frese e tecnologia altamente specializzata e poi autisti di camion , tanti camion che faranno avanti e indietro. Fin che durerà il buco. Poi ( come è successo per l’ autostrada) chiederanno scusa e diranno che si sono sbagliati che le merci non devono viaggiare su ferro ma su fiume e po isu aria e po icon teletrasporto. la Valsusa ha dato molto. TROPPO: Nessun territorio italiano così piccolo ( sia in abitanti che in km quadrati) ha dato così tanto al SISTEMA ITALIA : 2 statali con 2 valichi alpini, autostrada con traforo, ferrovia a doppio binario elettrificata con traforo, relativi cavalcavia e cavalcaferrovia, decinedi di cave di estrazione inerti, una mega acciaieria, una discarica di rifiuti ( Mattie) maxi -diga con rischio tutto sul versante Italiano ( Moncenisio) e grande elettrodotto che trasporta corrente in Italia . Lancio unaa sfida a che dice che siamo dei montanari contro il progresso di indicare un pezzo di territorio italiano così virtuoso e sacrificato nel nome del progresso e del movimento terra.. ATTENDO.

    Mauro Galliano

  7. I no tav ( difendono il territorio ) , e poi si schierano a favore degli invasori che ci pagheranno la pensione.

    • Ho l’impressione che l’enfasi del discorso sull’invasione sia fumo negli occhi di alcuni politici per coprire i problemi veri e fare campagna elettorale.
      Perchè in realtà “l’invasione” straniera non bilancia nemmeno il calo demografico italiano.
      Ma l’italia, per come è strutturato il welfare e le pensioni, avrebbe bisogno di crescere in popolazione e…lavorarori.
      Gìà, ma ciò che manca è proprio il lavoro, anche per gli italiani.
      E questo perchè le aziende non vengono a investire in italia e chi c’è se ne vuole andare, a causa dell’inefficienza, burocrazia, corruzione, criminalità…
      Tutti problemi molto grandi da affrontare e che non portano voti, anzi…
      Allora ecco la scorciatoia di dare la colpa ai più disgraziati “rari nantes in gurgite vasto”.

  8. galliano. sono un notav ma l’atteggiamento dei 5* è assolutamente inconcepibile sopratutto per un movimento che faceva(sì faceva !?!?) della trasparenza uno dei suoi cavalli di battaglia. lo ripeto : CIALTRONI

  9. Salvini, aspirante sceriffo-poliziotto, interroga personalmente un No Tav rifugiatosi in Groenlandia per sfuggire ad una montagna di capi d’accusa:
    “Mi dica dov’era la notte tra il 21 settembre e il 21 marzo dello scorso anno?!”

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.