TAV IN VALSUSA, RIPARTITI NELLA NOTTE I LAVORI AL CANTIERE DI CHIOMONTE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

FOTO DI NOTAV.INFO

CHIOMONTE – E’ iniziata stanotte alla Maddalena la seconda fase dei lavori di allargamento del cantiere della Torino-Lione, dove dovrebbero ripartire anche le attività nel cunicolo esplorativo di Chiomonte. I lavori dovrebbero durare 19 mesi, nell’area dovrebbero lavorare una cinquantina di operai.

Le ruspe hanno avviato l’attività scortate dalle forze dell’ordine: dal presidio dei Mulini, i No Tav si sono avvicinati verso l’area di allargamento per contestare i lavori. In tutta la zona è presente un nutrito dispositivo di forze dell’ordine.

“Il tentativo di allargamento del cantiere di questa notte è l’ennesimo e ridicolo spot pubblicitario di Telt che, nonostante i cronici ritardi ventennali dell’opera, vorrebbe dimostrare che i lavori stanno andando avanti – commentano i No Tav – questo atto di forza dei promotori dell’opera avviene infatti a poche ore dalle audizioni in Senato sul dossier Torino – Lione. Alla luce delle valutazioni della Corte dei Conti Europea e del rapporto Crozet che confermano l’inutilità dell’opera e il suo essere antistorica probabilmente TELT e compagnia cantante dormono sonni meno tranquilli: il Re è nudo anche se le lobbies del cemento continuano a tentare di travestire il mostro ecocida da nuova frontiera della green economy”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

8 COMMENTI

  1. Una cinquantina di operai ?
    Ma Giachino aveva detto decine di migliaia di posti di lavoro.
    Facendo un po’ i conti ogni posto di lavoro ( a tempo molto determinato) permette a TELT e soci di bruciare qualche milione di €. Con molto meno un medio imprenditore italiano, mediamente capace, mediamente corrotto ne creerebbe a decine di posti di lavoro durevoli nel tempo !
    Quindi il mito dei posti di lavoro creati dalle grandi opere non regge.
    Molto meglio puntare in altre direzioni per convincere l’ opinione pubblica.
    Mauro Galliano

  2. Premesso che non sono ne per il SI ne per il NO , però risulta che sono state assunte 50 persone e in questo periodo è tanta roba

  3. LA BANDA DEL BUCO
    per forza di cose deve sempre agire di notte.
    Potrebbe starci un parallelo con un fatto cronaca del 2001 avvenuto il giorno di Natale:

    “Non è certo la prima volta che a Milano entra in azione una banda del buco. Fino a qualche anno fa di colpi più o meno simili ne venivano portati a termine diversi. Quello più clamoroso finì nelle pagine di cronaca addirittura tre giorni dopo perché il gruppo entrò in azione la vigilia di Natale del 2001.
    La banda lavorò calma il 25 dicembre e usò con ogni probabilità il giorno di Santo Stefano per svaligiare il caveau dell’allora banca Cariplo di via Verdi, in pieno centro di Milano e a due passi da Teatro La Scala, portando via un piccolo tesoro tra contati e cassette di sicurezza. I ladri tagliarono con un flessibile una porta in ferro che si trova in un cortiletto interno, sul retro della banca, potendo così accedere a un corridoio seminterrato in prossimità del caveau.

    Ed anche con l’omonimo film del 1960 che ha una trama con qualche affinità in fatto di buonismi e falsi buonismi:
    Titolo: La banda del buco
    Genere:
    Commedia
    Anno:
    1960
    Regia:
    Mario Amendola
    Attori:
    Claudio Villa, Elio Crovetto, Ferruccio Amendola, Rhea Capparelli, Maria Pia Casilio, Mario Carotenuto, Oscar De Pasquale, Mario De Simone, Nanda De Santis, Piera Farfarella, Mario Laurentino, Gianni Musy Glori, Marco Pitchea, Amina Pirani Maggi, Fanfulla, Cesira Vianello
    Paese:
    Italia
    Durata:
    98 min
    Distribuzione:
    QUADRIFOGLIO FILM – AVO FILM
    Sceneggiatura:
    Mario Amendola
    Fotografia:
    Carlo Bellero

    • Il Signor Bruno in versione cinefila mi mancava,è stato colpito in testa da una copia cartacea del Morandini?Un consiglio:stia attento al copia ed incolla,porta alla dipendenza e poi finisce a ridursi come Elisabetta.

      • Io credo che a son di pensare a come sono ridotti gli altri non si e’ accorto s come si e’ ridotto lei. Buone feste:) Il copia incolla e’ comodo quando si ha poco tempo e si vuole essere precisi senza ricevere battute di chi si ritiene ridotto meglio degli altri

Rispondi a carluciu Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.