TAV, SMARINO E CAVA DI CAPRIE: UN INCONTRO PUBBLICO AD ALMESE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

Il Comune di Almese, con la collaborazione del Laboratorio Civico – Un Esperimento di Democrazia Partecipata – e del Comitato NOTAV Valmessa, organizza la serata informativa dal titolo “Smarino. Materiale estremamente pericoloso per la salute”, che si terrà mercoledì 25 novembre, alle ore 21.00, presso l’Auditorium Cav. Magnetto di Almese.

Interverranno il Sindaco Ombretta Bertolo e i tecnici del Comitato Tecnico dell’Unione dei Comuni, Luca Giunti, Roberto Vela e Simone Franchino.

Durante la serata si discuterà di alcuni temi inerenti ai lavori di scavo per la realizzazione della Torino-Lione, che sono stati preceduti dalla realizzazione del cunicolo esplorativo di Chiomonte, propedeutico alla realizzazione della linea ferroviaria.

Gli scavi in corso e quelli futuri comportano la produzione di detriti, lo smarino. Durante la serata ci si interrogherà sulla destinazione dello smarino in esubero, sulle sue modalità di trasporto presso la sede di destinazione prescelta, sugli effetti sul sistema di trasporti locale e sulla qualità dell’aria.

Ad oggi, per lo smaltimento dello smarino estratto dal tunnel di base del TAV Torino-Lione, è stato definito un progetto che prevede il suo trasferimento dal cantiere verso la cava di Caprie.

Si procederà quindi a una disamina della situazione attuale, attraverso la trattazione di una serie di argomenti, quali: lo stato di avanzamento dei lavori, la natura dei progetti previsti, la ricaduta sul territorio di bassa valle, l’impatto sulla salute degli abitanti della zona circostante e il ruolo rivestito in questo scenario da Amministrazioni e cittadini.  

“La serata del 25 novembre costituisce un importante momento informativo”, ha dichiarato Ombretta Bertolo, Sindaco di Almese. “Sul tema dei rischi collegati agli scavi per la Torino-Lione si è molto discusso, ma l’argomento è complesso e lascia ancora degli interrogativi nell’opinione pubblica. Invitiamo dunque i cittadini a partecipare all’incontro, in modo tale da ricevere più indicazioni su questi temi, che investono anche la nostra sfera privata di cittadini laddove si parla di occupazione di terreni e della salute nostra e dei nostri figli . L’informazione costituisce il primo passo verso un’Amministrazione e una cittadinanza più attiva e consapevole”.

 Per ulteriori informazioni consultare www.laboratoriocivico.org – info@laboratoriocivico.org – Facebook: Laboratorio Civico

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.