TERRORISMO E MULTICULTURA: GLI STUDENTI DEL FERRARI DI SUSA PROMOSSI A PIENI VOTI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

Ottimi risultati di fine anno per il corso di Liceo delle Scienze Applicate del “Ferrari” di Susa: la classe V liceo il 29 maggio scorso ha presentato una serie di filmati sul terrorismo e gli “anni di piombo” a Palazzo Lascaris, sede del Consiglio Regionale del Piemonte; l’evento è stato organizzato dall’Associazione Italiana Vittime del Terrorismo (AIVITER), con cui gli studenti hanno approfondito l’impegnativo argomento nel corso dell’anno scolastico. La premiazione a cura di Nino Boeti, vicepresidente del Consiglio Regionale, ha registrato, tra il folto gruppo di partecipanti, la presenza degli assessori all’Istruzione del Comune di Torino e della Città Metropolitana.

Gli studenti della V Liceo sono stati apprezzatissimi dal pubblico, suscitando applausi spontanei nel corso della loro proiezione, che ha toccato temi importanti, quali gli “anni di piombo” nel Torinese, il ruolo delle donne nelle organizzazioni terroristiche e il dilagare dell’ISIS grazie ai social-media.

 

Il giorno precedente, 28 maggio, è stato invece il turno della classe II liceo che, insieme agli studenti del “Des Ambrois” di Oulx e del “Rosa” di Bussoleno, ha coronato il lavoro di un anno con una giornata dedicata alla multiculturalità, a conclusione del Progetto Intercultura promosso e realizzato con l’indispensabile regia organizzativa del Centro Culturale Diocesano di Susa.

Gli studenti hanno visitato alcune località della Valle significative, come la chiesetta di Oulme e l’abbazia di Novalesa e ne sono scaturite suggestioni importanti sul concetto di sacro nelle diverse civiltà (montagne, foreste, animali, spazio del sacro, acqua…). Un pic-nic multietnico (con piatti rumeni, arabi e di varie regioni d’Italia) condiviso tra ragazzi delle diverse scuole alle cascate di Novalesa e un pomeriggio di riflessioni al “Ferrari” con lo scrittore e regista Mohamed Ba hanno concluso l’intensa giornata di studio. In particolare, molto avvincente è stato l’intervento di Mohamed Ba, che ha ricordato ai ragazzi l’importanza della ricerca del sapere nel viaggio della vita e ha indotto a riflettere su valori antichi ma condivisi, come il rispetto della natura, dell’ambiente, delle proprie radici. Ottima è stata la sinergia tra gli insegnanti delle scuole coinvolte, prof.ri Daniela Vighetti (Des Ambrois), Michele Genna (Rosa), Giuliana Giai (Ferrari), che hanno lavorato proficuamente insieme per la buona riuscita del progetto, coadiuvati dall’antropologa, dott.ssa Floriana Montani.

Per gli allievi della II liceo è inoltre in previsione nei prossimi giorni la divertente proiezione del cortometraggio “I promessi maturandi 2.0”, libera interpretazione de “I Promessi Sposi”, che li vede attori protagonisti, registi e sceneggiatori, a compimento del laboratorio cinematografico-teatrale seguito dalla prof.ssa Giuliana Giai.

Tempo di buon raccolto, dunque!

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.