TRAGEDIA DI CONDOVE, RIDOTTA LA PENA ALL’UOMO CHE UCCISE ELISA FERRERO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

CONDOVE – La Corte d’Assise di Appello di Milano – confermando la condanna per omicidio volontario – ha ridotto a 14 anni e 4 mesi di carcere la pena per Maurizio De Giulio, l’uomo che nel 2017 urtò con il suo veicolo la moto dove era a bordo la giovane Elisa Ferrero (27 anni), causandone la morte. Lo schianto avvenne a seguito di un inseguimento in strada tra il furgone di De Giulio e la moto guidata dal fidanzato della vittima, Matteo Penna (33 anni), rimasto gravemente ferito. L’urto avvenne alla rotonda d’ingresso paese a Condove, vicino all’area del Gravio.

Il furgone viaggiava ai 137 chilometri orari in un’area dove il limite è 40. In primo grado De Giulio era stato condannato a 15 anni e 8 mesi. La difesa ha già annunciato il ricorso in Cassazione, sostenendo l’ipotesi di omicidio stradale e non volontario. Il motociclista ha ottenuto un risarcimento provvisionale pari a 300mila euro.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

20 COMMENTI

  1. E’ una vergogna . Ogni volta che passo davanti al luogo del fatto il mio pensiero va’ a quella povera ragazza morta e al suo ragazzo . E’ una giustizia infame . Volutamente , con mente criminale, ha perpetrato il delitto e la giustizia gli rende una riduzione di pena, merita l’ergastolo . Povera Italia siamo in mano a giudici incompetenti e di parte vedi il caso Vannini. Per non parlare di tanti altri casi dove lo stomaco ti si rivolta per le condanne miti ,inflitte. E’ a questo proposito che molti stranieri delinquono in Italia tanto in una maniera o un altra ( grazie ,anche, ad avvocati compiacenti ) se la cavano con poca pena se non nulla.

  2. Ma ridotto sulla base di cosa? Sul fatto che ha trovato l’avvocato buono che è riuscito a circuire il giudice per fargli ridurre la pena? Ma che schifo!!! Un caso del genere in cui l’unica soluzione plausibile sarebbe stato chiuderlo in un buco e buttare la chiave per il resto dei suoi giorni (giusto perché non si può applicare una pena ben più rigida), ci troviamo qui a leggere “RIDUZIONE DELLA PENA”. È proprio vero alla fine non si riesce ad avere fiducia nella giustizia. Ricordate il film di Sordi, “Un borghese piccolo piccolo”? Ecco, non aggiungo altro. Il mio pensiero va alla famiglia della vittima: sono indignato io, posso solo lontanamente immaginare come si sentano loro.

  3. Ma si poverino riducetegli ancora la pena, cosa sta’ a fare in galera per oltre 15 anni.
    Dai su, 15 anni ed 8 mesi sono troppi per aver inseguito ed investito trascinato una moto causato la morte di una persona ed il ferimento dell’altra.

  4. Non voglio neppure leggere chi abbia deciso di ridurre la pena: per me un uomo che uccide intenzionalmente si becca l’ergastolo e non esce più, tanto più che ha distrutto la vita di una ragazza giovanissima… e comunque la vita è sacra, non è possibile che un essere così pericoloso esca già tra pochi anni.

  5. IO le avrei dato l’ergastolo era già recidivo perché devono ridurla i giudici sono dei corrotti vorrei vedere se era sua figlia anzi gli auguro che gli succeda una cosa uguale

  6. Tra l’altro sono passati già 3 anni e quindi siamo già ad 11, se in Cassazione glieli ridurranno ancora, mettici anche la buona condotta e indulti vari, potrebbe anche essere che tra 4-5 anni sia fuori

  7. Eh no, facile dare l’ergastolo e tenersi questa feccia d’uomo sulle croste vita natural durante! Iniziamo a mettere questi “signori” ai lavori forzati, in modo che ripaghino il loro stesso costo e poi vediamo se non ci pensano due volte prima di delinquere

  8. Eh no, facile dare l’ergastolo e tenersi questa feccia d’uomo sulle croste vita natural durante! Iniziamo a mettere questi “signori” ai lavori forzati, in modo che ripaghino il loro stesso costo e poi vediamo se non ci pensano due volte prima di delinquere

  9. Speriamo almeno non passi la linea dell’omicidio stradale altrimenti la riduzione di pena potrebbe essere ben superiore a questi 16 mesi. Quando le leggi vengono fatte a furor di popolo e per motivi elettorali raramente i risultati sono soddisfacenti e questo è il classico esempio. Quello che è accaduto lo abbiamo visto e la politica ha il dovere di tutelarci in quanto tutti siamo potenziali vittime di simili accadimenti

  10. Sono d’accordo con tutti voi, però non i carcere ai lavori forzati, lavori stradali, pulizia tombini, pulizia argini, senza protezioni e con una palla d’acciaio legata alla caviglia!! Non possiamo continuare a mantenerli tutti!! Mi spiace

  11. Visto che su altri argomenti questo giornale è apertamente schierato sarebbe bello si schierasse palesemente dalla parte della povera Elisa e del fidanzato……

  12. Tutti avvocati e giudici questa settimana. Già passata la moda dei commentatori virologi, epidemiologi ed economisti ?

  13. Giustizia in Italia non esiste, invece di ingiustizie c’è né in quantità..che schifo però chi prende queste decisioni di abbassare la pena

  14. Al di là di qualsiasi polemica è purtroppo il sistema di leggi che abbiamo in Italia che permette questo.I giudici possono fare poco dovendo per forza di cose seguirle.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.