TRAGEDIA IN VALSUSA: TROVATO NEL LAGO IL CORPO DEL GIOVANE SCOMPARSO DA CASA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

AVIGLIANA – Oggi, domenica 22 agosto, è stato ritrovato nel Lago Grande di Avigliana, il corpo di Lambert Iddrisu, il giovane scomparso sabato notte dalla sua abitazione ad Avigliana. La vittima aveva 25 anni: prima di allontanarsi da casa, aveva lasciato un biglietto.

Le ricerche erano iniziate dalla tarda mattinata di sabato 14 agosto, con i vigili del fuoco di Avigliana e Almese, il nucleo Saf di Torino, l’elicottero Drago, l’Ucl, i sub, i Ros, la barca dei pompieri e i carabinieri.

La mamma aveva diffuso la scorsa settimana un appello sui social: “È da stamattina (6.30) che mio figlio non è più a casa ed è tutto il giorno che lo stiamo cercando e non troviamo modo di contattarlo, é uscito di casa di notte mentre tutti stavamo dormendo e senza avvisare nessuno, lasciando portafoglio e chiavi a casa e non abbiamo la minima idea di dove possa essere andato, ha con se unicamente il cellulare ma é spento. I Carabinieri sono già stati avvisati, infatti é tutto il giorno che lo stanno cercando insieme ai vigili del fuoco”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

12 COMMENTI

  1. Mi sarebbe piaciuto vedere qualche parola di conforto per questa povera mamma
    Coraggio signora, si faccia coraggio, anche se credo sia cosa difficilissima
    Mi dispiace moltissimo anche se non conoscevo il ragazzo e non conosco lei, questo è un brutto periodo per tutta l umanità e probabilmente anche suo figlio avrà patito questa cosa pandemia, lock down, e tutto il resto
    Coraggio una preghiera per suo figlio io la dico, sinceramente, e con tutto il cuore

    • Purtroppo davanti ad una tragedia come questa qualsiasi parola è inutile e vana.Meglio forse astenersi che esternare le solite banalità.Le mie condoglianze alla famiglia.

  2. Le più sentite condoglianze alla famiglia di questo splendido ragazzo che purtroppo ha probabilmente pagato lo scotto di vivere in una società sempre meno empatica che non si accorge quando un amico affronta un brutto periodo. Non c’è altro dolore più grande che perdere un figlio. La speranza che ci dà Gesù nel vangelo di Giovanni di una futura risurrezione è l’unico vero conforto di fronte a questa tragedia.

  3. Gent. Signor Merovingio, mi dispiace che lei, abbia non capito le mie parole, per dare un po’ di conforto a questa povera mamma
    In ogni caso, sarà perché anch io sono una mamma, ma non credo proprio di aver detto delle banalità,Dispiace veder in ogni caso che la sua sensibilità non e la mia, mi scusi, ma in ogni caso spero che si faccia coraggio questa povera donna
    Poi se vuole, mi dia anche pure della deficiente, se proprio vuole, ma le banalità, ribadisco, a mio parere sono ben altre

    • Signora Lia, il Merovingio presumo intendesse dire che di fronte a queste tragedie le frasi che si dicono bene o male sono le stesse, perché oggettivamente è difficile trovare le parole giuste…

      • Il termine BANALITÀ se lo poteva, in ogni caso evitare, poi capisco benissimo che ogni parola può non servire a lenire questa immensa sofferenza, anche perche le tragedie umane sono sempre dolorose, ed io purtroppo so cosa sono, ecco perché magari, ho voluto esprimere ciò che in quel momento mi dettava il cuore
        Poi ognuno e libero di dire la sua, nel rispetto del prossimo sempre e comunque

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.