TROVATO L’UOMO IN FUGA DA CONDOVE: HA RAGGIUNTO LA FIDANZATA IN OSPEDALE / DENUNCIATO PER MINACCE AGGRAVATE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

ORE 23.30 / RIVOLI – Si è conclusa la vicenda dell’inseguimento di questa sera in Valsusa: è stato trovato all’ospedale di Rivoli l’uomo che ha minacciato con una pistola – che si è scoperto essere giocatolo – la fidanzata, a Condove, seminando il panico in paese. Dopo essere fuggito ed aver abbandonato l’auto a Buttigliera Alta, l’uomo ha raggiunto a piedi l’ospedale, per accertarsi che la donna stesse bene. In auto è stata trovata una pistola giocattolo: i carabinieri stanno procedendo con le perquisizioni di rito sull’auto e a casa della giovane. Sulla base delle testimonianze, il ragazzo è stato denunciato a piede libero per minaccia aggravata, nonostante la donna dica che non le abbia fatto del male: pur non riportando lesioni, si è comunque recata in ospedale per un controllo a seguito dello spavento.

ORE 20.30 / CONDOVE – Attimi di paura questa sera a Condove, in via Torino nei pressi del Conte Verde. La causa parrebbe una lite d’amore: secondo le prime ricostruzioni dei carabinieri di Susa, una coppia infatti avrebbe litigato e il fidanzato avrebbe minacciato la donna per strada, prima di darsi alla fuga. L’uomo sarebbe armato, a bordo di una Golf grigia nuova: subito si sarebbe diretto a Sant’Ambrogio, dove abita. 
In via Torino sono intervenuti l’ambulanza e la pattuglia dei carabinieri con giubbotto anti proiettile. L’auto è stata rintracciata a Buttigliera ma lui non c’è.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

  1. …Denunciato a piede libero? se per ognuna di queste aggressioni si beccassero subito almeno 10 anni di galera, questi pseudo uomini ci penserebbero 2 volte prima di aggredire

  2. Pochi giorni fa non so se trattasi di coincidenza ?????? Ohh combinazione una sera in piazza del popolo ad Avigliana un giovane sempre per combinazione su una Golf grigia ha puntato una pistola ad un ragazzo in compagnia di altri . Motivo ? Sgommava e faceva rasette alle auto i ragazzi hanno chiesto se la smetteva di fare il pazzo ,la risposta è stata la pistola non so altri particolari mi è stato raccontato ma mi sembra lo stesso personaggio !

    • …confortante che in Valle ci siano dei personaggi così! e non succede solo qui, ormai i prepotenti, i violenti, le persone che vivono nell’illegalità, spadroneggiano, tanto sanno di farla franca o di pagare ben poco in proporzione ai gravi reati commessi… si comincia dal bullismo nelle scuole elementari, medie e superiori, passando per la violenza domestica e si finisce con l’attaccare chiunque osi aprire bocca per lamentarsi di qualche comportamento a dire poco scorretto… la colpa però è anche dei genitori, che non lavorano abbastanza nell’insegnare ai figli che le mani non si usano su nessuno, nè a scuola, nè a casa, nè al lavoro o per la strada…e che non controllano che video giochi violenti usano i figli o con chi chattano nei social etc… tutto questo sta facendo crescere una generazione irrispettosa e violenta che pensa che i problemi si risolvano con le pistole vere o finte che siano… anche nei nostri piccoli paesi ormai c’è da avere paura ad uscire dopo una certa ora di casa, perchè le vie sono per lo più deserte soprattutto in inverno, mentre d’estate i vicoli più vecchi si popolano di ragazzi “sballati” che mescolano droga e alcool nel bel mezzo della strada e nascondono la loro pochezza persino dietro dei cani potenzialmente aggressivi come i pittbul…ovviamente i cani non hanno colpa, dovrebbero avere dei padroni decenti e non drogati ed ubriachi, che facciano attenzione a non nuocere, invece se si esce con un cagnolino piccolo, rischi di ritrovartelo mangiato… tutto quanto ha ormai l’impronta della violenza e della prepotenza e della sopraffazione del più debole, ma in un Paese civile non dovrebbe valere la legge del più forte.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.