TRUFFA IN VALSUSA: SI FINGE DIRETTRICE DELLE POSTE E RUBA 3000 EURO A UN ANZIANO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

CHIUSA SAN MICHELE – Le truffe agli anziani sono sempre più frequenti, li chiamano a casa, li fermano per strada. Unico obiettivo: rubare soldi e oggetti preziosi. L’ultima è avvenuta proprio questa mattina a Chiusa San Michele: ad un uomo sono stati sottratti circa 3 mila euro, come ci spiegano i carabinieri di Condove, che stanno procedendo con gli accertamenti del caso.

A segnalarci l’accaduto, i parenti dell’uomo derubato in casa: “Una donna sui 40/45 anni ben vestita, di nero, si è presentata a casa di mio nonno, dicendo di essere una direttrice delle poste e che doveva fare dei controlli sui soldi. Purtroppo, mio nonno glieli ha fatti vedere e la truffatrice, distraendolo, ha preso tutto ed è scappata! Questa signora ha un tatuaggio sopra il labbro nella parte sinistra. Mi raccomando, avvisate i vostri cari!”.

L’anziano ha denunciato l’accaduto ai carabinieri di Condove, che ci spiegano: “In genere, il finto funzionario suona al campanello di casa dicendo che potrebbe esserci stato un errore, che è necessario verificare il numero di serie delle banconote o se su queste ci sia il bollino della Comunità Europea”. Ricordatevi: nessun funzionario di banca o delle poste vi cercherà mai a casa per controllare le banconote o i numeri seriali.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.