TURISMO A BARDONECCHIA: AUMENTANO LE PRENOTAZIONI DI AGOSTO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di ANDREA MUSACCHIO

BARDONECCHIA – La stagione turistica a Bardonecchia è partita sicuramente con il piede giusto. Se le prenotazioni alberghiere sono in leggera ripresa, dopo un avvio sicuramente deludente, i residence e le abitazioni private sono stati presi letteralmente d’assalto dalle famiglie nelle scorse settimane. Tutto lascia preludere ad un’estate bollente.

I numeri sono molto buoni – afferma Giorgio Montabone, presidente del Consorzio Turismo Bardonecchia – Chiaramente il problema del Covid-19 colpisce il settore alberghiero puro. Quest’anno l’alloggio è la richiesta più gettonata in montagna. Per agosto siamo vicini al sold out di prenotazioni per i residence. Ma stanno crescendo anche le richieste alberghiere. Mentre, contrariamente agli altri anni, le persone stanno utilizzando tantissimo le seconde case già in queste prime settimane di luglio. Abbiamo delle presenze molto elevate in paese, quindi ci auguriamo che il settore commerciale possa lavorare molto bene. Stanno funzionando anche i centri estivi a Bardonecchia, dove le famiglie non vedevano l’ora di iscrivere i propri figli. Possiamo dire che la stagione è partita molto bene“.

Adesso ci sarà la possibilità di usufruire anche dei bonus vacanze. “Qualche settimana fa è uscito il bonus vacanze nazionale, un intervento governativo che prevede alle famiglie con Isee fino a 40.000 euro di ottenere un bonus da 150 a 500 euro (il bonus sarà modulato secondo la numerosità del nucleo familiare, ndR). La risposta anche qui è stata positiva. A questo si aggiunge il bonus regionale, che vale per il Piemonte ed è gestito da tutti i consorzi turistici riconosciuti dalla Regione. Tra questi vi è il Consorzio Turismo Bardonecchia. Il bonus viene calibrato su tre notti, in cui una notte viene pagata dal cliente; una notte viene rimborsata dal consorzio turistico attraverso la Regione Piemonte e la terza notte viene scontata dalla struttura ricettiva. Praticamente su tre notti, il cliente ne paga una sola. Da domani ci sarà già la possibilità di accettare questi bonus. Le persone hanno la possibilità di acquistare i voucher entro fine agosto (con proroga fino al 31 dicembre 2020), ma sono usufruibili fino alla fine di dicembre 2021. Ricordiamo che non possono essere utilizzati insieme, in quanto si tratta di un’offerta separata“.

Si tratta di un’estate molto calda per il Consorzio Turismo Bardonecchia, impegnato su vari fronti. “Noi ci occupiamo anche della promo commercializzazione del sistema turistico bardonecchiese che, come tutti i settori, ha subito il dramma dovuto dall’emergenza Covid-19, che fortunatamente si è assestata. Abbiamo dovuto plasmare la programmazione della nostra realtà, che normalmente si occupa semplicemente di promozione. Mentre oggi si è preoccupata di andare incontro alle esigenze della ricettività bardonecchiese. Per esempio abbiamo fornito a tutti i soci del consorzio un totem promozionale, unico per tutto il paese, con il distributore del gel igienizzante. Quindi tutti i soci del consorzio hanno ricevuto gratuitamente questo totem. In questo modo tutte le attività hanno la stessa palina, e tutti potranno notare quanto Bardonecchia sia attenta. Inoltre, quest’azione va appositamente incontro al progetto comunale Bardo si cura“.

Il momento positivo di Bardonecchia è dovuto anche alla pedonalizzazione delle vie centrali, tra cui via Medail? Sembrerebbe di sì. “Ieri la via era gremita di gente. Gli interventi fatti dall’amministrazione comunale sulla viabilità, piuttosto che sul posizionamento di fioriere o per i dehors davanti ai locali, sono sicuramente apprezzati da tutti. E’ un dato di fatto. Inoltre, con la manifestazione “Floor”, organizzata dal Consorzio Turistico, nel weekend c’era tantissima gente che passeggiava in paese. Di solito queste presenze si riscontrano in altissima stagione, non a metà luglio”. 

Come sarà il mese di agosto? Si potrà fare meglio rispetto agli altri anni? Montabone risponde così: “Bardonecchia è già molto forte d’estate, rispetto ad altre località. Ad agosto è normale che ci sia il pienone. Noi eravamo preoccupati che non potesse esserci, vista l’emergenza. Invece, ci pare di capire che ad agosto torneremo ad essere pieni. Quello che manca è la presenza dei grossi gruppi di persone, che numericamente sono importantissimi. Speriamo che possano essere recuperati ad agosto. Quest’anno dobbiamo vivere alla giornata. Mentre siamo fiduciosi sulle presenze di luglio, che rispetto agli altri anni sono maggiori”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

4 COMMENTI

  1. Gente solo di sabato e domenica poi si svuota.
    Tanti affollamenti nei campi degli impianti di risalita ed in valle stretta ma nel resto del paese i commercianti faticano .
    Tante seconde case ma pochi consumi ad esclusione dei supermercati.

  2. Pienone solo nel week end. In settimana solo anziani e bambini meno numerosi. Gite a piedi, scampagnate all’aperto, picnic, gite in bici….tutte attività a costo zero e chiaro presagio della crisi che tra un bonus e l’altro facciamo finta di non vedere. Tutti bonus elargiti emettendo debito pubblico, che i nostri figli e nipoti dovranno ripagare il doppio con gli interessi. Esattamente come noi ripaghiamo a fatica il debito contratto dagli anni 70 in poi.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.