UN NUOVO PROGETTO FINANZIATO DALL’UNIONE EUROPEA IN VAL SUSA E VAL SANGONE, PER SOSTENERE IL TURISMO E I RESIDENTI IN MONTAGNA / A OULX LA FIRMA DELL’ACCORDO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

logo

OULX – Si chiamerà “Alte Valli – Cuore delle Alpi” il piano integrato territoriale (PiTer) che un vasto territorio transfrontaliero candida nella programmazione Alcotra 2014/2020 con l’obiettivo di creare le condizioni affinché l’area della CHAV (la Conferenza Alte valli)  diventi una destinazione intelligente rendendo un territorio già facilmente accessibile anche attrattivo per nuovi residenti, attività produttive e turisti e garantendo un’elevata qualità della vita per chi vive le Alte Valli, riducendo il rischio che si trasformino in un luogo di passaggio.

I partner coinvolti nella candidatura sono per parte italiana la Città metropolitana di Torino, il Comune di Pinerolo, il Gal Escartons e valli Valdesi, CNA confederazione artigiani e Unioncoop Torino; per la parte francese la Communauté de Communes Porte de Maurienne che avrà il ruolo di capofila del progetto, la Communauté de Communes du Briançonnais, la Communauté de Communes du Pays des Ecrins, la Communauté de Communes Maurienne Galibier e il Syndacat du Pays de Maurienne.

Il territorio metropolitano direttamente coinvolto sarà quello geograficamente compreso nelle Unioni Montani Comuni Olimpici Via Lattea; Alta Valle di Susa; Val di Susa; Val Sangone; Pinerolese; Valli Chisone e Germanasca.

Il progetto transfrontaliero poggia sull’idea di Alte Valli come centro propulsivo che è oggi caratterizzato da solidi punti di forza (turismo come settore trainante: 15 milioni di turisti all’anno; un trend di popolazione stabile con circa 270.000 residenti e 75.000 addetti; una storica cooperazione transfrontaliera) che se non opportunamente sfruttati rischiano di essere ridimensionati da alcune debolezze tipiche dei territori alpini (elevato indice di vecchiaia, scarsa propensione all’innovazione, etc.).

Quattro i temi su cui il progetto si fonderà: innovazione, turismo, mobilità sostenibile, inclusione sociale.

Ad Oulx martedì mattina (ore 11 sala consiliare del Comune) tutti i partner italiani e francesi si ritroveranno per firmare il protocollo.

Per la Città metropolitana di Torino il documento sarà sottoscritto da Anna Merlin, consigliera con delega ai progetti europei e relazioni internazionali.

Entro il 30 marzo la candidatura del progetto dovrà essere depositata, entro la prima settimana di luglio si conoscerà l’esito del bando.

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

  1. Spero tanto in una capillare diffusione di colonnine di ricarica per auto elettriche per favorire un nuovo tipo di turismo.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.