FOTO / AVIGLIANA, AGGREDITA CAPOTRENO: DENUNCIATE TRE ROMENE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di ANDREA MUSACCHIO

AVIGLIANA – Mercoledì 3 luglio tre romene hanno aggredito la capotreno sul regionale partito da Torino Porta Nuova e diretto a Susa. Sono tre giovani residenti nel campo nomadi di Via Germagnano a Torino.

La donna per fortuna sta bene, è stata trasportata con l’ambulanza della Croce Verde di Rivoli all’ospedale e i medici le hanno dato un giorno di prognosi. L’aggressione è avvenuta sul treno, poco prima che il treno si fermasse alla stazione di Avigliana.
Il convoglio è rimasto fermo ad Avigliana dalle 8.20 ed è poi tornato indietro senza passeggeri, che hanno dovuto prendere un altro treno.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polfer di Bussoleno: hanno fermato le presunte responsabili dell’aggressione, che saranno denunciate all’autorità giudiziaria.

La polizia è intervenuta grazie alla chiamata telefonica di un passeggero al 112. Mentre il treno stava giungendo nella stazione di Avigliana, gli agenti hanno fermato a bordo treno le tre giovani viaggiatrici straniere che, sprovviste di biglietto, poco prima avevano spintonato la capotreno impegnata a controllare i biglietti, inveendo contro di lei e sostenendo che avesse loro sottratto dei documenti rumeni. La ferroviera si è messa al riparo in uno scompartimento, in attesa dell’intervento della polizia.

I viaggiatori che erano sul treno sono stati trasferiti su altri convogli diretti a Susa.

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

17 COMMENTI

  1. Ma è risaputo che a pagare i biglietti dei mezzi pubblici sono solo gli italiani, ormai è una consuetudine, poteva benissimo far finta di niente come del resto accade in tutta Italia tutti i giorni! Povere ragazze….

  2. Certo che chiedergli il biglietto mi sembra un comportamento esagerato. La capotreno avrebbe dovuto farle accomodare in prima classe e portare il carellino con le bevande come sugli aerei. E magari sarebbe stato un gesto cortese farli un massaggio ai piedi. Non dico a tutte e tre ma almeno a una.

  3. Figuriamoci se non uscivano i balilla dei giorni nostri, ricordatevi di quei bravi ragazzi di casapound amici di salvini che han stuprato una donna o dei polizziotti che hanno violentato 2 turiste, come la mettiamo? Via anche gli italiani dall italia?

  4. Signor Marx si prenda in casa una bella famigliola di rom poi vediamo chi è il razzista….questi sono soggetti che non hanno nulla di buono e non faccia il finto buonista….non sono nemmeno in grado di tenere in ordine e pulito 20 mq di piazzola…

  5. Io consiglierei al signor Marx di andare nel paese delle tre “povere” straniere e vivere come fanno loro qua da noi, chissà se dopo un po’ di tempo penserà ancora che gli Italiani sono razzisti?

Rispondi a Mangia Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.