SCUOLE, AL FERRARI E AL GALILEI NUOVI INDIRIZZI DI STUDIO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dalla CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO

TORINO – Sono diversi i nuovi indirizzi di studio richiesti dalle scuole superiori di Torino e provincia e approvati dalla Città metropolitana di Torino, resi noti oggi durante la “Conferenza territoriale per il dimensionamento e per la programmazione dell’anno scolastico 2020-2021” tenuta nell’auditorium di corso Inghilterra.

Alla presenza di presidi e insegnanti, l’incontro è stato aperto dai saluti dei consiglieri metropolitani con delega all’istruzione e all’edilizia scolastica, Barbara Azzarà e Fabio Bianco, dall’assessore all’istruzione della Città di Torino Antonietta Di Martino e dal dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Stefano Suraniti.

Questo l’elenco dei nuovi corsi di studio delle scuole secondarie superiori approvati dalla Città metropolitana, in attesa del sì definitivo della Regione Piemonte:

“Enzo Ferrari” di Susa

Indirizzo Informatica e telecomunicazioni (Istituto tecnico).

Indirizzo Servizi per la sanità e l’assistenza sociale serale (Istituto professionale).

“Galilei” di Avigliana

Indirizzo Informatica e telecomunicazioni, articolazione Informatica (Istituto tecnico).

Indirizzo Costruzioni ambiente e territorio (Istituto tecnico) – Opzione Tecnologie del legno nelle costruzioni.

  • Indirizzo Amministrazione, finanza e marketing serale (Istituto tecnico).

Sono poi stati diffusi alcuni dati circa la frequenza nell’anno scolastico 2018-2019: 313.000 gli allievi presenti nelle scuole di ogni ordine e grado del territorio della Città Metropolitana di Torino, dalla materna alle superiori, di cui quasi 93.000 nella secondaria di secondo grado, a cui si aggiungevano quasi 7300 studenti della formazione professionale per minori.

Gli allievi disabili erano il 2,6% nelle superiori e il 5,5% nella formazione professionale, mentre gli studenti stranieri erano il 9,5% nelle superiori e l’11,9% nella formazione professionale.

Abbiamo lavorato molto bene, come sempre, con le istituzioni scolastiche” – ha commentato la consigliera Azzarà. “Le aperture che ci paiono più significative sono i licei scientifici con indirizzo di scienze applicate, di cui ultimamente è molto salita la domanda da parte delle famiglie. Domanda a cui abbiamo cercato di rispondere al meglio“.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.