BARDONECCHIA, ASSOLTO MEDICO ACCUSATO PER LA MORTE DI UN MAESTRO DI SCI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

BARDONECCHIA – Assolto il medico Marco Cravero “perché il fatto non sussiste”. Con questa sentenza il giudice Andrea Natale ha chiuso la vicenda riguardo la morte del maestro di sci bardonecchiese Gianclaudio Bombelli, 50 anni, deceduto nel 2013 all’ospedale di Rivoli a causa di un infarto, dopo essere stato ricoverato all’ospedale di Rivoli per alcuni giorni.

Il dottor Cravero, allora guardia medica a Bardonecchia, è stato processato con l’accusa di omicidio colposo per la morte del maestro di sci. Ora il tribunale l’ha assolto: il dottore era finito alla sbarra perché – secondo l’accusa del pm Colace, poi respinta dal giudice – avrebbe confuso i sintomi dell’infarto con un mal di stomaco. Per questa ragione il pubblico ministero aveva chiesto la condanna a un anno di reclusione. Tesi respinta totalmente dal tribunale: il fatto non sussiste, il medico non è stato ritenuto responsabile della morte del maestro di sci.

Il 21 marzo 2013 Bombelli si recò dalla guardia medica a Bardonecchia perché noi si sentiva bene. Il dottor Cravero gli prescrisse il Maloox proprio per i bruciori di stomaco. Poche ore dopo le condizioni del maestro di sci si aggravarono, perse conoscenza e venne trasportato con urgenza all’ospedale di Rivoli: ricoverato al reparto di rianimazione, morì pochi giorni dopo per infarto.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.