VALSUSA, SCONTRI ALLA MARCIA NO TAV: 14 FERITI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

SAN DIDERO – Autostrada e statale chiusa, nel pomeriggio di sabato 30 luglio, per gli scontri tra forze dell’ordine e No Tav, all’altezza di Bruzolo e San Didero. Sul posto sono operativi anche i vigili del fuoco. Le forze dell’ordine hanno lanciato numerosi lacrimogeni e utilizzato gli idranti per respingere la contestazione dei No Tav, proprio a ridosso dell’A32 e sulla statale 24, nelle aree dove dovrebbe sorgere il futuro autoporto. Il blocco della viabilità ha causato parecchi disagi al traffico, tenendo conto che si tratta dell’ultimo weekend di fine luglio. Sabato 30 luglio i No Tav hanno organizzato la marcia da Venaus, dove si sta tenendo il Festival dell’Alta Felicità, fino al “cantiere fantasma” dell’autoporto di San Didero. Il lungo corteo ha attraversato Susa e Bussoleno, fino a raggiungere il presidio recintato delle forze dell’ordine San Didero sulla statale e poi l’area interessata dal cantiere dell’autoporto. Le forze dell’ordine hanno respinto la contestazione dei No Tav con la classica battitura delle reti, sparando i lacrimogeni: “É iniziata la battitura al cantiere della vergogna! – affermano i No Tav –  5 milioni spesi per tirare su un fortino vuoto e altri 49 previsti per un’autoporto, ma il Tav non doveva spostare il traffico dalla gomma su rotaia? Ettari di alberi abbattuti e territorio devastato, come sempre per l’interesse di pochi!”. “Dopo ore di tensione – scrive la Questura di Torino – sono terminate intorno alle ore 20 le azioni dei manifestanti ai danni del cantiere San Didero e delle forze di Polizia che lo presidiavano. Gli agenti hanno impedito che gli antagonisti entrassero nel cantiere, con un bilancio di quattordici feriti, tutti con lesioni causate dal lancio di ordigni e oggetti contundenti. Nelle fasi più violente dell’azione dei manifestanti si è sprigionato un incendio ai margini della carreggiata autostradale, causato con ogni probabilità dagli artifizi lanciati contro le forze di Polizia, che è stato domato dagli agenti mediante l’utilizzo degli idranti prima che potesse causare ulteriori danni. Sono state avviate subito le procedure di bonifica del tratto autostradale, mediante l’intervento del Nucleo Artificieri e del personale della Sitaf, al fine di liberare il manto da eventuali ordigni inesplosi e permettere al più presto il ripristino della viabilità mediante la rimozione dei tronchi, bottiglie di vetro e tutto il materiale che può rappresentare un pericolo per gli utenti”.

  Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona, in piedi e strada

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

31 COMMENTI

  1. Chi impedisce di spostarsi alle persone comuni è un fascista. Travestito da no tav. Metodi fascisti sotto la bandiera no tav.

  2. Non ho mai voluto schierarmi ne con il SI ne con il NO , pur se con una leggera preferenza per il NO .Oggi per motivi di famiglia ho dovuto percorrere alle ore 17,39 la A32 imboccata a Susa dove grazie alla SITAF ed alle forze dell’ordine non esisteva nessun cartello di avviso che la A32 era chiusa da Chianocco ad Avigliana , ecco fatto chiuso in galleria per tre ore e mezza . Mio nonno vecchio comunista mi ha sempre insegnato che in democrazia LA MIA LIBERTA’ TERMINA QUANDO VA AD INFICIARE LA LIBERTA’ ALTRUI . Imparate gente ………………. Se esiste una giustizia , dovrebbe venire da ora e per una settimana un nubifragio sul festival della alta felicità , tanto abbiamo bisogno di ricostruire le riserve idriche .

    • Nell’attesa potevi sempre tirare fuori dal cofano la bandiera nitav(perchè la avete tutti, cofano, zaino, borsa, e spiegare anche a tutti quelli in coda, che lo erano grazie a quei dementi irresponsabili….tranquillo dalla galleria ne saresti uscito malconcio.La tua libertà inizia quando rispettate quella di tutte le altre persone………ma prima o poi vi asfalteranno,a cominciare da quelli incappucciati,sono dei codardi e vigliacchi ….dimenticavo emilio sempre in prima fila,la francia non le ha insegnato nulla e neppure alle istituzioni visto che le viene permesso tutto!!!!!!!!

  3. Complimenti per avere impegnato tre mezzi dei vigili del fuoco togliendoli alla comunità. Da sinistra a 5 stelle ora fasci. Ora con le vostre gesta schifose avete convinto la gente a votare a destra il 25 settembre giusto per mettervi un freno visto che danneggiate la valle e le persone che la abitano. Siete la destra che nessuno voleva più vedere. E finalmente tutti lo sanno. I vostri metodi sono tipici delle camice nere: devastazione, violenza e incapacità di dialogo e rispetto.

  4. A quando una risposta dura da parte della valle a questi violenti che limitano le nostre libertà?

    Il loro festival dovrebbe essere vietato viste le conseguenze tutte le volte

  5. Il vicepresidente città metropolitana, il presidente comunità montana erano solidali con i No TAV o con le forze dell’ ordine?
    Oppure saranno per la soluzione mista … Nelle birrerie Valsusine No TAV e a Torino Si TAV e a solidali con le forze dell’ ordine?

    E il sindaco di Avigliana e di Sant’ Ambrogio? Che posizione hanno?

    W il senatore Razzi, Mastella e Scilopoti e la Lucia Azzolina

  6. Servirebbe un ritorno di Pisanu, così un po’ di gente sarebbe impegnata per la
    convalescenza per un po’.

  7. Ma cosa aspettano ad andarsene e a fare cose piu utili alla popolazione anziche difendere gli interessi di questi “imprenditori”

  8. STATO SENZA PALLE !!!, dando per assunto che 4 CO GLI ONI non fermeranno nulla, ma continuano a fare lievitare i costi di questa ALTA VELOCITA’ e a rompere le palle agli automobilisti (villeggianti, lavoratori e residenti).
    Lo stato (minuscolo) dovrebbe inquisire i sindaci che autorizzano e sponsorizzano queste manifestazioni di perditempo. BOICOTTARE I SINDACI CHE APPOGGIANO QUESTI POVERETTI, non acquistare nulla nei comuni che preferiscono schierarsi dalla parte dei Fascisti NOTAV, embargo totale, quando strisceranno allora forse gli daremo della biada.

    • Per fortuna di tutti il fascismo in Italia è morto tanti anni fa.Questo è il fascismo 2.0.Si chiama Fascismo Rosso,cugino di primo grado del Comunismo.

      • La storia “attuale”?Non le do del somaro perché non voglio insultare quelle nobili ed intelligenti creature che sono gli asini.
        Si legga,se ne è capace,qualche libro sulla storia del fascismo e cerchi di capire quale sono state le motivazioni che hanno fatto in modo che questo movimento politico ha preso il potere.Si ricordi che chi dimentica la sua storia è condannato a riviverla.
        P.S.: I libri sono quelle cose con tanti fogli attaccati insieme.Sui fogli (che si chiamano pagine) ci sono stampate le parole da leggere.Ora ci sono anche in formato elettronico,ma ambedue i tipi richiedono la capacità di saper leggere e comprendere quello che si è letto.

      • Geppo 68, Il Merovingio ha inquadrato perfettamente la situazione. Il disinformato, o complice, sei tu.

  9. Bene Sig Merovingio! Concordo in toto… E sono vicino a quei poveri cristi cdelle FFOO che prendono botte e vengono feriti da pochi delinquenti ( solo così si possono chiamare), senza poter reagire in maniera incisiva.
    Buona giornata!

    • Si certo…
      Sono state le forze dell’ordine a buttare di tutto sull’autostrada e le stesse si sono lanciati addosso sassi e razzi…
      Ma per favore…

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.