VALSUSA, CAPRIOLO INVESTITO IN AUTOSTRADA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dalla CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO

TORINO – I veterinari del CANC, il centro animali non convenzionali della Università degli studi di Torino, sono intervenuti questa mattina in collaborazione con l’Asl zonale di Torino nella zona compresa fra il casello di Bruere della tangenziale e l’imbocco della autostrada del Frejus per catturare un capriolo che era stato investito e cercava di allontanarsi correndo su due zampe fatturate.

È stato fermato il traffico sull’autostrada in un punto molto complesso che presenta numerosi svincoli e le auto, seppure in numero ridotto, erano comunque presenti sul tratto stradale. Il capriolo è stato trasportato al CANC di Grugliasco per essere curato. L’intervento rientra all’interno della convenzione attiva tra Città metropolitana di Torino e l’Università di Torino denominata “Salviamoli insieme on the road”.

“È un progetto di cui Città Metropolitana di Torino va fiera, ringrazio i veterinari del CANC che lavorano con passione e si impegnano in interventi spesso delicati e difficili” commenta la consigliera metropolitana delegata all’ambiente e alla tutela di flora e fauna Barbara Azzarà.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

4 COMMENTI

  1. Certo che per gli automobilisti i soldi del pedaggio sono davvero ben spesi… La viabilità in autostrada è molto curata e sicura… manto stradale innevato e gelato e ora pure mancanza di protezione dagli animali selvatici. Complimenti !

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.