VALSUSA, CERVO CADE IN UN CANALE: SALVATO E LIBERATO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

COMUNICATO DELLA CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO

EXILLES – Salvataggio a buon fine oggi pomeriggio per un cervo che era caduto nel canale che alimenta la condotta forzata della centrale idroelettrica dell’Iren in località Champbons di Exilles. Il cervo, un esemplare maschio giovane, è stato avvistato da un guardia parco delle Alpi Cozie il quale ha avvisato un agente del Comprensorio Alpino To2. Quest’ultimo ha contattato i vigili del fuoco e successivamente il CANC di Grugliasco.

L’animale è stato sedato tramite teleanestesia, imbragato con una rete e recuperato dal personale intervenuto sul posto, che lo ha poi liberato in un luogo idoneo, una zona protetta in località Pellousiere di Oulx.

Il salvataggio del cervo rientra tra gli interventi previsti dalla convenzione attivata dalla Città Metropolitana, che vede l’impegno diretto della Struttura didattica speciale Veterinaria dell’Università di Torino per il recupero in campo della fauna selvatica, oltre che del personale della Funzione specializzata tutela fauna e flora della Città metropolitana.

Il CANC ha sede in largo Braccini 2 a Grugliasco e cura il servizio per conto della Città Metropolitana. Il servizio “Salviamoli Insieme on the road” è attivo 24 ore su 24 sulle linee telefoniche 349-4163385 e 366-6867428.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

  1. Quando invece i selvatici (cinghiali in centro abitato) finiscono contro una auto in transito, dopo otto ore di servizio in ospedale e fortunatamente non causano danni al conducente, non abbiamo nessun filmati di guardiaparco,guardie della Provincia, guardie volontarie GEV,LAC e combriccola a riconoscere i danni. BRAVI

  2. Gli animali sono esseri liberi vanno a piedi cmq sia non rompono i coglione a nessuno, si va tranquilli con gli occhi aperti e vedi che difficilmente succede qualcosa! Personalmente ho un gran rispetto e pena per questi esseri a differenza di molta marmaglia

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.