CHIODI IN AUTOSTRADA: DANNEGGIATI I MEZZI DELLE FORZE DELL’ORDINE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
I chiodi sparsi stanotte in autostrada

EXILLES – “L’agguato che sì è realizzato questa notte alle ore 00.45, forando con chiodi a tre punte, le gomme degli automezzi della Polizia di Stato in colonna dentro la galleria “Cels” della Val Susa (autostrada A32), poteva finire in una vera e propria tragedia. Fortunatamente, la fermezza degli autisti degli automezzi in colonna ha consentito di evitare il peggio per tutti”. Il sindacato unitario della polizia Siulp ha diffuso oggi un comunicato dove segnala il grave avvenuto stanotte in autostrada. Quattro mezzi delle forze dell’ordine sono stati danneggiati a causa dei chiodi lasciati sulle corsie da alcuni ignoti. Le telecamere della Sitaf, presenti nelle gallerie, potranno aiutare le forze dell’ordine a identificare i responsabili.

Le gomme degli automezzi, che viaggiavano in colonna, si sono forate a causa di alcuni chiodi a tre punte sparsi sulla carreggiata da alcuni imbecilli. Sono stati danneggiati quattro veicoli: un Daily dei carabinieri, uno della guardia di finanza, uno della polizia di stato e l’auto di un funzionario. La Sitaf ha chiuso l’autostrada per consentire la bonifica delle corsie, attuato a piedi dal reparto della polizia di Firenze.

“I delinquenti, con questo attentato all’incolumità dei poliziotti e di eventuali viaggiatori privati, hanno superato il limite – accusa il segretario provinciale  del sindacato di polizia Eugenio Bravo – per il Siulp l’unica risposta che uno Stato di diritto che salvaguarda la propria autorità e la propria volontà politica, non può che essere tolleranza zero”.

A proposito dell’ignobile gesto a danno delle forze dell’ordine, arriva il commento della consigliera regionale dei 5 Stelle, Francesca Frediani: “Processo, sentenza, condanna: i colpevoli sono serviti a mezzo stampa. Titoli che meriterebbero una querela da ogni No Tav, titoli che raccontano anni di criminalizzazione del movimento. Come sempre, c’è chi non perde l’occasione per invocare il pugno duro e, già che ci siamo, la nomina di un commissario per accelerare l’opera.
Ma, considerata la disponibilità di sistemi di videosorveglianza sul tratto autostradale, non sarà difficile ricostruire i fatti e allora, solo allora, ognuno potrà esprimere il proprio giudizio. Si abbia il buon senso di tacere finché i fatti non saranno chiariti, per evitare di alzare la tensione in un momento in cui ci si aspetterebbe dialogo e confronto e di certo non l’incredibile militarizzazione che il nostro territorio sta subendo per un’opera inutile e devastante”.
Anche i parlamentari di Giaveno Daniela Ruffino e Osvaldo Napoli (Forza Italia) auspicano che le indagini per identificare i responsabili vengano fatte al più presto: “I chiodi lasciati questa notte nella galleria dove transitava la colonna della Polizia diretta al cantiere di Chiomonte sono qualcosa di più che un gesto delinquenziale: siamo in presenza di un tentativo di omicidio ed è su questa ipotesi di reato, ci auguriamo, che si indaghi”.
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

14 COMMENTI

  1. I metodi eroici e democratici della “resistenza”…oltre alle forze dell’ordine si sono messi in grave pericolo i viaggiatori e i turisti. Agghiacciante la dichiarazione cinquestelle, a cui è inutile aggiungere un commento…Povera Valsusa e povera Italia.

  2. Se c’è qualcuno che dovrebbe avere il buon senso di tacere è proprio la Signora Frediani che ha dato prova di essere una ottima free climber degli specchi oliati.E vorrei chiedere a chi si dichiara su queste pagine no tav della prima ora,voi che snocciolate liste di volantinaggi,di manifestazioni,di proteste tutte rigorosamente “pacifiche” ça va sans dire:siete contenti di cosa è diventato il vostro movimento di duri e puri,oppure anche questa volta queste teste di caspio responsabili di cosa sta accadendo sono “compagni che sbagliano”?Li avete voi chiamati in Valle pensando che fossero utili per fare il lavoro sporco non comprendendo che del TAV a questa gente non frega assolutamente nulla ed è solo una occasione per usare violenza.Ora voi e solo voi dovete metter loro la museruola ed il collare a strozzo,altrimenti siete e sarete loro complici e corresponsabili delle loro azioni.Ed è inutile che come al solito ora voi vi dichiarate distanti da queste azioni e le stigmatizziate,la benzina sul fuoco l’avete gettata voi e non la maggioranza silenziosa del valsusini che ne ha le scatole piene delle vostre intemperanze fasciste.E’ ora che decidiate una volta per tutte dove volete collocarvi nella “scala di Sciascia”.In poche parole dovete dimostrare di essere uomini od almeno mezziuomini ed invece siete collusi con gli ominicchi o peggio.Per concludere:ricordiamoci come si sono poi “evoluti” i “compagni che sbagliano” durante gli anni di piombo…

  3. Merovingio cambia nome……. Sei una vergogna. I merovingi erano guerrieri barbari che la violenza la praticavano sul serio non con i chiodini ma con le loro lunghe Lance anche loro avevano i maggiordomo ma di altra levatura, non uno zerbino dei politicanti e degli affaristi come sei tu……..

    • Lei conferma con le sue argomentazioni quello che ho appena esposto nel mio precedente Intervento,è grazie alla gente come lei se si è arrivati a questo punto.
      P.S.:il mio nickname non si riferisce ai Merovingi come lei pensa.

    • E comunque i Merovingi erano, insieme ai Carolingi, una delle due dinastie principali del Regno dei Franchi…piccola lezioncina di Storia…

  4. i notav possiedono dei chiodi telecomandati che riescono a identificare le forze dell’ordine e bucano solo i loro mezzi.
    incerta ancora l’identità dell’inventore di questa tecnologia non ancora brevettata

    • Caro Signor Gianni,se lei sforza un pò il cervello magari ci arriva a come hanno fatto a colpire selettivamente la colonna dei mezzi delle forze dell’ordine.Sicuramente questi dementi non hanno pensato che sarebbero sopraggiunti altri veicoli,tra cui magari anche il suo,non ci ha pensato?Comunque si tratta di comportamento criminale.

  5. “consigliera Frediani” si vergogni.
    Se penso che pago le tasse anche per sentire queste cose mi vergogno di essere italiano.

  6. Lei conferma con le sue argomentazioni quello che ho appena esposto nel mio precedente Intervento,è grazie alla gente come lei se si è arrivati a questo punto.
    P.S.:il mio nickname non si riferisce ai Merovingi come lei pensa.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.