CODE SULL’AUTOSTRADA: “LA SITAF NON FACCIA PAGARE IL PEDAGGIO A LUGLIO E AGOSTO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di CARLO BUSSONE E LIDO RIBA (Uncem Piemonte)

Non è la prima volta che succede, ma quando succede è sempre molto grave. Le code di stasera sulla A32 Torino-Bardonecchia ritornano. Sono inaccettabili qualunque sia il motivo. E non comportano solo danni per gli automobilisti, sfibrati da quei pochi chilometri per i quali serve un’ora a percorrerli. È un enorme danno per il territorio, per tutti i Comuni. Per l’inquinamento intanto, perché migliaia di veicoli cercano soluzioni sulla statale e sulla viabilità secondaria, perché molti in futuro, stanchi delle possibili ricorrenti code, potrebbero non tornare. Danno enorme anche perché si intasano i paesi della valle, alta e bassa.

Se Sitaf vuole chiedere scusa, e deve chiedere scusa, intervenga. Sitaf promuova degli immediati sconti per chi è stato in coda, proprio come avviene per i treni in ritardo, anche se il rimborso non è mai sufficiente e tempestivo. Sitaf prenda le targhe e rimborsi gli automobilisti con un pedaggio gratuito nel mese di luglio o agosto.

E poi faccia un’operazione strutturale, seria e duratura. Se sali in valle verso un albergo, una struttura ricettiva, un ristorante, hai uno sconto sull’autostrada. Dovrebbe essere la stessa Città di Torino, in una logica forte di rapporti con i territori, a studiare strumenti di interazione con le valli. Anche grazie a pedaggi scontati. La proposta Uncem. Sali in Via Lattea, a Bardonecchia, al Forte di Exilles? Dormi in un albergo o in una struttura extralberghiera? Hai diritto a uno sconto sul transito, sul pedaggio in autostrada. Operazione smart e a prova di futuro. Di territorio, montano e urbano, unito”.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

21 COMMENTI

  1. Quando vado a torino pago casello per qualsiasi casello oltre che leggere commenti stupidi sui non residenti in torino e questi merenderos devono venire gratis in valle? Ma che paghino come tutti.nessuno gli ha costretti a prenderel autostrada.

    • Non solo devono pagare l’autostrada ma sopratutto bisogna obbligarli ad utilizzarla proprio nei mesi di luglio e agosto , i mesi più pericolosi…ieri sulla statale 24 verso sera, ci siamo messi a centro strada verso San Giorio per attraversare sull’altra statale…un pazzo che avrà fatto i 150 km/h con un’auto di grossa cilindrata, ci ha superato dal lato sinistro dell’auto…se avessimo svoltato ci avrebbe travolto e uccisi… ma a Torino non glielo spiegano che se un’auto è a centro strada con la freccia per svoltare a sinistra, si passa sul lato destro della macchina e con una velocità adeguata ad una statale stretta?? Per miracolo non ci ha ucciso, semplicemente perchè non avevamo ancora incominciato a svoltare, ma la realtà è che il torinese medio guida da cani sulle nostre strade strette, pensando di poter infrangere il codice della strada come e quando gli pare, quindi, vanno contingentati perchè sono veramente troppi, va adottato un sistema per cui dopo tot auto gli si dice di andare altrove, vadano nel cuneese, nell’eporediese o dove pare loro…e vanno mandati TUTTI in autostrada dalle 06 del sabato alle 24,00 della domenica, perchè vengono qua ad ammazzarci… infine ci vogliono delle forze dell’ordine che IMPEDISCANO loro di coricarsi nei prati dove il fieno deve ancora essere tagliato, perchè quella non è erbaccia da calpestare, è cibo per le mucche, ma sono talmente ignoranti che pensano che il latte arrivi nella scatola o nella bottiglia dal rubinetto… e poi, le immondizie che se le riportino a casa loro e che facciano la raccolta differenziata…sono dei vergognosi, che non hanno un minimo di rispetto per l’ambiente, di senso civico sulle strade, quindi, vanno incanalati assolutamente in autostrada, il pedaggio devono pagarlo così qualcuno se ne sta a casa e qualcuno capirà che esistono anche altri giorni della settimana per uscire di casa quando avranno le ferie, ma non possono venire qui e trattarci come gli se gli ospiti fossimo noi, con comportamenti indecenti.

      • Una cosa è la guida ( e qui non è che ci siano guidatori tanto bravi…).Una cosa sono inquinamento e inciviltà ( ma anche qui basta vedere le baracche di rottami disseminate per la valle e le condizioni pietose in sono tenute molte stalle…i “poveri” valligiani sono tutt’altro che un esempio…ma altra cosa è creare un ambiente ostile al turismo e fare si tutto per allontanare il turismo, da parte anche della gente dei nostri paeselli. Per il resto il tuo solito delirio. Ah,si, stavolta niente covid, fai progressi…

      • È certa che l’automobilista fosse di Torino? Oppure é una sua supposizione? Rilegga quanto ha scritto e si renderà conto di aver fatto un commento razzista e infarcito di luoghi comuni. Poi sicuramente vi sono dei maleducati e dei trasgressori che é sufficiente sanzionare in base alle normative vigenti.

      • Ha perfettamente ragione… continui pure a criticare quelli che le hanno dato e le danno da mangiare senza dover tornare a pascolare le capre. Chissà che prima o poi la gente non si stufi veramente di tutta questa ospitalità e poi vediamo se è ancora dello stesso parere.

  2. Gino, tipico valligiano che odia i turisti e il mondo…grazie a gente come voi la valle è morta economicamente e non solo…

    • in realtà la valle, almeno la bassa valle è morta proprio perchè usando l’autostrada i turisti non passano più nei vari paesi.

  3. Per avere il territorio montano e urbano uniti, che si studi il modo di farli viaggiare su mezzi pubblici… con tutte le loro macchine e moto, oltre a creare mucchi di incidenti, a distruggere i prati che scambiano per parcheggi, a buttare i rifiuti in giro, ci rendono l’aria irrespirabile nei week end e le strade pericolosissime… altro che sconto, aumentate i prezzi il sabato e la domenica e vietate le Statali… Noi qua ci abitiamo e io non voglio rischiare di essere ammazzata in un incrocio perchè questa gentaglia non sa nemmeno come si effettui un sorpasso con un’auto a centro strada con freccia che sta per svoltare a sinistra… Ok il turismo, ma sostenibile… Ci vanno delle pattuglie, che spediscano le auto in autostrada, fino ad un certo numero… poi, siccome molti di loro non conoscono l’uso di uno scarpone e una camminata in montagna senza devastare l’ambiente, che si facciano dei treni speciali a luglio e agosto che li sbarchino direttamente a Oulx, Bardonecchia etc così vanno a fare lo struscio come in Via Roma a Torino, e visto che potrebbero pure portarci il covid, che siano obbligati a strusciare indossando le mascherine… Ci hanno sempre schifati, noi montanari ignoranti, sporchi, retrogradi e via dicendo, allora, se vogliono venire qua la parola d’ordine deve essere RISPETTO, per noi residenti e per l’ambiente e per il codice della strada.

    • Si ricordi che il RISPETTO deve essere reciproco.
      Comunque ha mancato di suggerire l’allestimento di camere a gas dove rinchiudere i turisti.

  4. Sai chi usava i “treni speciali” per portare la gente direttamente a destinazione? VERGOGNA! Montanara ignorante, sporca e retrograda!

  5. Fatemi capire, io quando vado a Torino devo pagare la tangenziale che è GRATIS per i Torinesi, a prescindere che ci siano lavori, code chilometriche o disagi di qualunque tipo, e poi loro quando vengono in valle dovrebbero transitare GRATIS perchè c’è qualche lavoro o rallentamento ? Vi rispondo con un hashtag che andava di modo un paio di mesi fa : #restateacasa

  6. Gwen, sei a dir poco incommentabile. Non mi pare che in nessun altro posto al mondo aumentino le tariffe stradali solo per i turisti, non basta farci riconoscere per le pagliacciate dei no TAV, bisogna rendersi ridicoli in tutto e per tutto….

  7. Calma . tranquilli, non scaldiamoci tanto,portiamo un po di pazienza, tra 30 anni andremo tutti su e giu per la valle col tav, niente più traffico sulle statali e code in autostrada sull’autostrada, niente piu inquinamento!! grazie al tav.
    Allegria come diceva mike buonanima
    ( sempre che tra 30 anni saremo ancora vivi)

  8. gentile sig o sig.ra gwen.

    si rende conto il turismo è una risorsa? senza i turisti lei sarebbe costretto/a ad emigrare, magari in una grande città o, in alternativa, potrebbe mangiare patate e radici. La montagna non è sua. è di tutti. Ed in qualsiasi caso, prima di dire che i turisti sporcano e deturpano ci pensi su due volte. con tutta probabilità è più inquinante lei che 100 turisti dome icali

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.