VALSUSA, CORSO GRATUITO DI APICOLTURA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’ASSOCIAZIONE APICOLTORI ALTA VALLE SUSA

OULX – L’Associazione Apicoltori Alta Valle Susa invita tutti a partecipare ad un corso gratuito di Apicoltura base; per conoscere e comprendere il “Mondo Segreto delle Api”. Un esperienza unica e aperta a tutti coloro che volessero avvicinarsi all’Apicoltura, senza limiti di età dai piu giovani ai più anziani, per coloro che vogliono intraprendere una piccola attivita apistica e per coloro che più semplicemente sono affascinati da questi piccoli e laboriosi insetti che sono allo stesso tempo fondamentali per la vita sul nostro pianeta.

L’Associazione Apicoltori Alta Valle Susa nasce nel 1999 ad Oulx (ma già nell’anno 1983 era stato creato il Consorzio Apicoltori Alta Valle Susa sostituito poi dall’attuale associazione )e da allora si adopera per riunire ed essere punto di riferimento di tutti gli apicoltori hobbisti e professionisti dell’Alta Valle di Susa aiutando gli stessi negli anni sempre più avversi facendo “GLOMERE”; altro ruolo fondamentale è quello di contraddistinguere e certificare la vendita di un prodotto naturale di alta quaità.

Nell’ottobre 2021 l’associazione avvia un progetto denominato “Apicoltura Tradizionale su Territori Alpini”; l’obiettivo generale è tutelare e far crescere le attività di apicoltura, un contesto, una cornice collaborativa in grado di rispondere a tutte le finalità previste, agendo su tutte le macro-aree proposte.

 

Principalmente:
1) Promuovere la tutela e la salvaguardia delle famiglie di Api già presenti sul territorio, i
cambianti climatici troppo repentini influiscono drasticamente sul ciclo biologico naturale che non sopporta gli sbalzi termici a cui siamo stati sottoposti negli ultimi anni provocando la moria prematura di numerose famiglie sia nei periodi autunnali sia nei periodi primaverili.
2) Sviluppare un percorso di protezione ad indirizzo delle famiglie di Api degli allevamenti locali
e insetti impollinatori selvatici che vengono sempre più spesso colpiti da altri animali, insetti e acari in precedenza non presenti sul territorio ma giunti in seguito all’innalzamento della temperatura media sulle nostre Alpi e come conseguenza di una globalizzazione sempre più forte che facilita lo spostamento intercontinentale di specie.
3) Proporre un percorso di formazione volto ad istruire gli apicoltori già presenti sul territorio a nuove tecniche di allevamento per migliorare i metodi di contrasto alle criticità sempre più varie e strutturare un corso di Apicoltura per novizi in modo da promuovere l’allevamento delle api sempre più scarseggianti sui territori e far avvicinare nuove persone alle attività apistiche imprenditoriali o amatoriali.
4) Incentivare la cura e la custodia dell’Ambiente Alpino sottoposto ad uno stress crescente
ogni anno dovuto ai cambiamenti climatici e ad un intensificazione delle attività dell’uomo a seguito di un aumento dei rifiuti prodotti, della continua edificazione di strutture, dalla presenza di agricolture selettive con utilizzo di insetticidi e pesticidi e dalla maggiore attività di allevamenti di bovini e ovini sempre più intensi e incuranti delle biodiversità locali da parte degli allevatori che non considerano la presenza sul territorio degli allevatori apistici.
5) Favorire la comunicazione e la collaborazione tra generazioni, portando una ereditarietà
generale delle tecniche apistiche autoctone sviluppatosi sul territorio nel corso delle generazioni e a rischio di disperdersi.
6) Stimolare l’auto-imprenditorialità giovanile attraverso la formazione, l’apprendimento e la realizzazione di un’attività come l’apicoltura, coerente con tutti gli aspetti sopra evidenziati. Per realizzare questo obiettivo generale sono fondamentali le azioni volte a rafforzare la natura e la consapevolezza del progetto, con particolare attenzione alla tutela e protezione, presupposto indispensabile in un momento così sensibile su scala mondiale nei confronti delle famiglie delle specie di Apidea tra le quali l’Apis Mellifera considerati principali impollinatori e ritenuti indispensabili per la sopravvivenza delle specie terrestri tra cui anche quella dell’uomo.

L’Associazione Apicoltori Alta Valle Susa ringrazia in particolar modo l’Unione Montana Alta Valle Susa che si è resa Patner di questo importante progetto e il Parco naturale del Gran Bosco di Salbertrand che si reso disponibile ad ospitarci nella sua sede per l’effettuazione del corso. Il programma del corso si svilupperà in sei lezioni da 150 minuti. Cinque di esse saranno teoriche da tenersi in serata presso la sede del Parco Naturale del Gran Bosco di Salbertrand in via Fransuà Fontan.

PRIMA LEZIONE
Giovedì 5 maggio dalle ore 20.30 alle 23.
SECONDA LEZIONE
Giovedì 12 maggio dalle ore 20.30 alle 23.
TERZA LEZIONE
Giovedì 19 maggio dalle ore 20.30 alle 23.
QUARTA LEZIONE
Giovedì 26 maggio dalle ore 20.30 alle 23.
QUINTA LEZIONE
Giovedì 9 giugno dalle ore 20.30 alle 23.

La lezione pratica si svolgerà direttamente in apiario messo a disposizione da membri dell’associazione e da decidersi in base al numero di partecipanti per la formazione di gruppi differenti. Siete tutti invitati a partecipare numerosi a questo “Viagglio nel Mondo delle Api”. Si richiede per questioni organizzative di voler confermare la presenza nel più breve tempo possibile agli indirizzi citati nella locandina.

 

 

 

 

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.