FOTO / VALSUSA, SCIOPERO ALL’ALCAR DI VAIE: “BASTA COI TAGLI AGLI STIPENDI, A RISCHIO 90 LAVORATORI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

VAIE – Da questa mattina i lavoratori dell’Alcar di Vaie sono in sciopero. Ieri c’è stata un’assemblea, in cui i circa 180 dipendenti hanno manifestato il loro dissenso in merito alle ultime novità emerse dalla dirigenza. L’azienda, da tempo in crisi, avrebbe dovuto chiudere lo scorso anno lasciando a casa circa 500 lavoratori a Vaie e a Lecce. Proprio nel marzo 2016 c’è stato un accordo con i sindacati che ha permesso il “salvataggio” dei posti di lavoro, a patto che venissero tagliati gli stipendi. L’intesa dello scorso anno prevedeva questa specie di “prestito” da parte dei dipendenti, attraverso la rinuncia ad una parte del salario.

Il patto prevedeva la restituzione dei soldi ai lavoratori già quest’anno. Ma fino ad oggi le cose sono andate diversamente. La società ha deciso di prendere tempo: “A me quest’anno avrebbero dovuto ridare circa 1800 euro lordi, invece niente – confida un operaio – l’anno scorso ci venivano prelevati 160 euro al mese, mentre agli impiegati e ai livelli superiori sono stati tolti fino a 400/600 euro al mese. Adesso la dirigenza ha chiesto un altro anno di sacrifici ai lavoratori di Vaie, con nuove trattenute sullo stipendio. Hanno detto restituiranno il dovuto nei prossimi tre anni, a rate…e se non accettiamo ci saranno almeno 90 licenziamenti”. Oggi pomeriggio è previsto un incontro tra azienda e sindacati.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.