VALSUSA, DALLA REGIONE ARRIVANO 11 MILIONI: 3,7 A BARDONECCHIA, 1,6 MILIONI A VAIE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

La I° Commissione del Consiglio Regionale ha approvato la delibera per gli investimenti relativi alla variazione di bilancio, pari a 83 milioni di euro. Per la Val Susa è stato dato il via libera a circa 11 milioni di euro per interventi legati al dissesto idrogeologico e alla manutenzione straordinaria.

L’ELENCO DEI FONDI PER I VARI COMUNI

  • Almese: 200.000 per sistemazione idraulica Rio Morsino.
  • Bardonecchia: sono stati finanziati interventi per 3.780.000 euro, tra i quali la sistemazione idraulica del torrente Frejus, del consolidamento della strada comunale in località Grange Frejus e 3,4 milioni di euro per il secondo lotto per la costruzione del nuovo vallo – rilevato paramassi della SP 126 del Melezet.
  • Borgone Susa: 150.000 euro per completamento sistemazione idraulica Rio Vigne – Combe a protezione dell’abitato.
  • Bussoleno: euro 500.000 euro sistemazione idraulica Combe delle Foglie.
  • Città Metropolitana (Col del Lys): euro 500.000 Sp 197 del Col del Lys consolidamento in Colle San Giovanni e Colle del Lys.
  • Città Metropolitana (Sestriere): euro 307.000 Sp 23 di Sestriere.
  • Città metropolitana (Sestriere): euro 2.000.000 per interventi sulla strada provinciale 23 km 95+500 Sestriere.
  • Rubiana: 500.000 euro interventi di sistemazione località Sabbionera.
  • Vaie: 1,6 milioni Euro messa in sicurezza dell’abitato.
  • Unione Montana Val Susa: 1,5 milioni nell’ambito del bando piste ciclabili con rifacimento ponte sulla s.c. Bosio Carrosio.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

    • Si dice che sia per proteggere l’abitato dal tarlo asiatico, quindi intorno all’abitato verrà eretta una muraglia cinese ma sullo stile del “murajòn d’or” dei castagneti, per cui sarà ricoperta d’oro lùccico e visitabile nelle domeniche dispari del mese, mentre la pari saranno dedicate a lustrare (o grattare?) l’oro (che pare non sia amato dal tarlo asiatico, ma dagli altri sì) affinchè la lucentezza la renda visibile dallo spazio, come una muraglia cinese richiede.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.