VALSUSA, DOMENICA L’OPEN NIGHT DEI VACCINI COVID ALL’AUTOPORTO DI SUSA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
SUSA – L’Amministrazione Comunale di Susa, in collaborazione con l’Asl To3 Distretto Valsusa Valsangone, con l’intento di sensibilizzare la diffusione delle vaccinazioni, evitando nel contempo il rischio assembramenti, amplia il servizio di preadesione alla campagna vaccinazione Covid-19 mettendo a disposizione dei cittadini una applicazione sulla quale registrarsi in occasione delle Giornate Open Day e Open Night proposte.
PREADERISCI E PRENOTATI
Se abiti in Val di Susa o in Val Sangone, domenica 13 giugno dalle ore 21 alle 23 potrai fare il Vaccino AntiCovid con Pfizer all’Autoporto di Susa per l’Open Day organizzato dalla Città di Susa, in collaborazione con Asl To3 Distretto Valsusa Valsangone.
Per saltare la coda ed evitare assembramenti prenotati sul sito www.vaccinatiasusa.it nella fascia oraria preferita ed avrai il posto garantito durante l’Open Day. Se non potrai essere presente domenica 13 giugno, registrati su Telegram al canale https://t.me/vaccinatiasusa per ricevere le notifiche sulle prossime date in cui sarà possibile vaccinarsi.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

7 COMMENTI

  1. A Susa non sono mai riusciti a fare una notte bianca per rilanciare turismo e commercio, ma ora si esaltano con l’organizzazione vaccinale! Accorrete numerosi! No Vaccino, No Party!

    • cos’è che fa schifo? cercare di immunizzare la popolazione il più possibile per svuotare le rianimazioni e le sale mortuarie? Invece è apprezzabile che medici e infermieri si rendano disponibili persino di domenica per cercare di sconfiggere questa pandemia, che molti hanno dimenticato, ma ha portato via milioni di persone in tutto il mondo, e in Italia, ancora restano vive le immagini terribili dei camion che trasportavano via le salme da Bergamo. Anche la Valle di Susa ha pianto i suoi morti, anziani e giovani, e molte persone se ci fosse già stato il vaccino, probabilmente non sarebbero morte. Grazie a tutti i medici e infermieri che lavorano instancabilmente per questa campagna vaccinale, che si auspica si diffonda anche nei Paesi poveri al più presto, perché nel mondo intero siano vaccinate piu persone possibili al fine di salvare la vita a molti. Chi dice che schifo non deve avere avuto nessuno in famiglia, tra gli amici o conoscenti morto di questo terribile virus, e allora non sa di cosa parla, non sa cosa significhi lasciare un familiare in rianimazione e non vederlo piu, non sa cosa significhi per una persona giovane o anziana dover morire senza il conforto di una mano amica e familiare. Inoltre, nell’estate il virus scende, come già accaduto lo scorso anno, ma purtroppo nell’autunno è arrivata la seconda strage, anche nelle RSA della Valle di Susa, dove molti anziani non ce l’hanno fatta, per non parlare di persone giovani o di mezza età e attive che purtroppo sono decedute. Grazie ai medici e dottori per il loro impegno.

  2. No vaccino no vacanza… ecco perché sgomitano. Per la gioia dei produttori. Vi hanno messo ai domiciliari per mesi e adesso l’unico problema è il coprifuoco e la “vacanza”.

    • Il tuo problema invece esattamente qual è? Non so su quale pianeta hai vissuto tu, ma io ai domiciliari non ci sono mai stato.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.