VALSUSA, DONNA DÀ IN ESCANDESCENZE AD AVIGLIANA: INTERVENGONO CARABINIERI E 118

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

FOTO DI JEAN MICHEL DEVLIEGER

AVIGLIANA – Nella tarda serata di martedì 24 agosto, due pattuglie dei carabinieri e il 118 sono intervenuti in corso Laghi ad Avigliana per una donna che ha dato in escandescenze in centro città. La signora, 45 anni, è uscita dalla sua abitazione e si è messa a correre per le vie del centro città, urlando per strada e durante il tragitto avrebbe danneggiato alcune vetture in via Garibaldi. Si è anche ferita mentre tentava di scavalcare un muretto. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine e i sanitari della Croce Rossa. Dopo averla fermata, l’hanno trasportata in ospedale.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

27 COMMENTI

  1. Non è ancora comparso il ” poverina, chissà il dolore che ha provato” di Gabriele 2….
    Spero, piuttosto, che la signora si rimetta presto in sesto!

  2. Si sarà opposta al grande reset oppure ha ripensato al periodo del lockdown con i “cantanti” da balcone e lo slogan “andrà tutto…”

  3. Eh ma tutto questo personale per seguire una persona…e io pago!! Dovevate intervenire solo se avesse cominciato a maltrattare un cane.

  4. Eh ma tutto questo personale per seguire una persona…e io pago assieme a Curiosità!! Dovevate intervenire solo se avesse cominciato a maltrattare un cane.

        • Marcello, qual è il problema se l’elicottero salva un animale?
          Con riguardo agli escursionisti, dato che a quanto pare siamo arrivati a questo dualismo, il punto è che, oggettivamente, se tutti prestassero più attenzione e non andassero in zone difficili da raggiungere quanto meno si potrebbe intervenire con un’ambulanza. Per esempio, l’escursionista che qualche giorno fa è stato recuperato con il verricello penso che si sia accorto per tempo che stava andando in un punto “brutto”, perciò non dico che l’incidente si sarebbe potuto evitare, ma sicuramente fosse stato in un posto più “normale” non sarebbe stato necessario un elicottero.
          Detto questo, le tasse si pagano comunque, a prescindere da chi utilizza il servizio! E io sono ben contenta di pagare anche per i soccorsi agli animali!

          • Infatti la domanda che continuo a fare io è: dove sta il problema sul soccorrere un essere umano? I soccorsi sono sempre esistiti ma non facevano notizia fino a pochi anni fa. Voglio vedervi, di persona, andare a criticare qualcuno che ha bisogno di aiuto per qualunque motivo ma non lo farete perché è bello buttare critiche a caso su internet. Allora non sono io quello senza cervello. Chiusa parentesi seria.

    • Purtroppo sono molte le famiglie che devono affrontare, in solitudine, la problematica di avere familiari con dei problemi psicologici causati dalle difficoltà che aumentano sempre più, o psichiatrici subentrati per ereditarietà o per gravi traumi. La società in cui viviamo non fa proprio nulla per queste persone, lascia le famiglie abbandonate a loro stesse, ad affrontare spesso situazioni molto difficili. Per cui, forse, bisognerebbe sensibilizzare di più le istituzioni perchè affianchino le famiglie con medici, infermieri, psicologi, e altri professionisti adatti a queste situazioni di disagio.

  5. Questo vuoto è intollerabile quindi ci penso io:Poverina, chissà il dolore che ha provato..
    Non è il caso che mi ringraziate.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.