DUE LUPI CECOSLOVACCHI SBRANANO UN CANE: “ERANO SENZA MUSERUOLA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di NORMA RAIMONDO

VAIE – Spiacevole incidente, sabato pomeriggio, sulla montagna di Vaie, lungo la mulattiera che conduce al Cresto. Una donna, P.G., che passeggiava nel bosco con il suo cagnolino, un meticcio di piccola taglia, è incappata in due lupi cecoslovacchi che lo hanno letteralmente sbranato sotto i suoi occhi.

“Oltre all’incredibile dolore per la perdita della mia amata Milly – racconta la donna – sono preoccupata perché quanto accaduto potrebbe avere ancora più gravi ripercussioni se, anziché il mio cagnolino, i due lupi si fossero trovati dinnanzi magari un bambino od una persona anziana non in grado di difendersi”.

P.G. stava passeggiando nel bosco con il suo cane quando, forse per via di un tuono, la bestiola si è spaventata. “Io non l’ho sentito, ma lei improvvisamente è fuggita, quindi penso sia stata spaventata da un rumore sordo, non ho altre spiegazioni. È corsa in discesa, e stava attraversando il torrente. Improvvisamente i due lupi, sfuggiti al controllo della proprietaria che li teneva al guinzaglio, ma senza museruola, le si sono parati davanti e l’hanno sbranata. Quando, di corsa, li ho raggiunti, uno dei due teneva tra le fauci la mia povera Milly”. Oltre alla pena per il proprio animale straziato, alle innumerevoli incombenze burocratiche di cui farsi carico tra veterinario e Comune, la donna ha anche dovuto subire le invettive della proprietaria dei due lupi cecoslovacchi. “Mi ha aggredita verbalmente, con parole irriferibili e con una violenza inaudita. Era dalla parte del torto e voleva anche avere ragione”.

La vaiese ha sporto subito denuncia alle autorità e segnalato il fatto ai vigili urbani, ma non ha avuto modo di conoscere le generalità della padrona dei due cani che hanno aggredito la sua bestiola. “Tutti la conoscono di aspetto, non è la prima volta che i suoi animali si rendano protagonisti di episodi del genere, è nota per questo. Lei non se ne cura e nessuno prende provvedimenti, fino a che non ci scapperà il morto. Io segnalo l’accaduto non per qualche particolare fama di notorietà, bensì per mettere in guardia chi sceglie i boschi per una passeggiata rilassante”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

65 COMMENTI

  1. Da libero cittadino mi permetto di commentare la triste notizia precisando che ora mai la moda di avere un cane per giunta di taglia grossa è pericolosa ha raggiunto tali dimensioni nel nostro paese Italia che dovrebbe far riflettere i nostri politici nell’introdurre una tassa di possesso sull’animale stesso.

    • Oltre a ciò sottolineo l’importanza dell’obbligo di assicurazione e di verifica della stessa da parte delle autorità a tutela di tutti i cittadini che abbiano a patire un danno affinché non debbano almeno avere conseguenze economiche. In questo benedetto paese dall’anarchia dilagante e dall’insofferenza diffusa per le regole e le norme che va a danno di tutte le persone oneste, vittime di maleducati e arroganti.

    • Certo, così se un povero pensionato con 500 euro di pensione ha un piccolo cagnolino, che spesso per gli anziani è l’unica compagnia e per il quale devono già spendere i soldi del veterinario quando sta male, lo costringiamo ad abbandonare il cane o a portarlo al canile e a restare solo… più che altro ci vorrebbe una legge che costringa i cani di grossa taglia e di razze pericolose ad indossare sempre la museruola fuori di casa, in modo da evitare episodi così tristi. Inoltre se in questo caso chi ha causato il danno irreparabile dovesse pagare una bella somma di risarcimento, che non coprirà comunque il dolore di avere perso la cagnolina, la voce comincerebbe a spargersi e i proprietari di cani mordaci si regolerebbero di conseguenza, invece gli episodi di attacchi violenti si susseguono uno dopo l’altro perché i proprietari di questi cani aggressivi finiscono per passarla liscia.

    • la tassa di possesso: un’idea a dir poco geniale! Potremo cosi ritrovarci pieni di cani abbandonati, davvero un’ottima idea bravo. Sarebbe forse meglio educare i conduttori di cani grandi e piccoli, far rispettare l’obbligo del guinzaglio e nel cado della museruola. Povero cagnolino piccolo, morto malamente per ignoanza.

    • Non è questione di tasse… ne paghiamo fin troppe e non servirebbero ad evitare che chiunque possa indiscriminatamente entrare in possesso di cani che non sono in grado di gestire
      Non è colpa dei cani ma dei conduttori!!
      Esempio:
      in quanti si sono schiantati con auto ultra potenti (sulle quali esiste la tassa “di lusso”) solo per incapacita???
      Meditate gente …..
      Meditate!

  2. Vorrei esprimere la mia solidarietà alla signora di Vaie proprietaria di Milly. Nel mese di marzo 2017 la mia cagnolina è stata vittima di un attacco simile in pieno centro a Bussoleno, in quanto il figlio della proprietaria di 5 cani, ne portava due al guinzaglio (una pit bull e un incrocio di pit bull) e non riuscendo a trattenerle, aggredivano la mia cagnetta perforandole un polmone, rompendole 6 costole e mordendola veramente su tutto il corpo, gola compresa. Solo la bravura dei veterinari della clinica di Avigliana ha potuto salvare la mia cagnolina con un intervento lungo e complesso e ho dovuto curarla per più di un mese dopo l’intervento, Attualmente ha il terrore di tutti i cani simil molosso di taglia grande e quindi è diventato più difficile portarla in passeggiata. Purtroppo molte persone prepotenti si aggirano per le strade o i boschi con cani pericolosi, ostentandoli come fossero armi, senza mettere loro la museruola. Solo l’intervento dei veterinari dell’Asl, che dovrebbero iscrivere i cani aggressivi nel registro dei cani mordaci, può obbligare i proprietari a fare indossare la museruola a questi cani quando vengono condotti in passeggiata. Nel mio caso non è stato così, infatti questa persona continua a portare in giro i cani senza museruola nonostante la denuncia, e oltre tutto non ho visto l’ombra di un quattrino di risarcimento, perché pare non ci sia più l’abitudine di essere onesti e risarcire i danni cagionati. Pertanto sarebbe bene che per la detenzione di certi tipi di cani per loro natura più aggressivi, fosse obbligatorio, come in Francia e altri Paesi, condurli sempre con la museruola ed avere un’assicurazione per risarcire eventuali danni. Bisognerebbe anche far sì che questi proprietari di molossi, lupi etc, frequentassero obbligatoriamente un corso di addestramento con i loro cani, in modo da valutare se la persona in questione è psicologicamente in grado di custodire un cane potenzialmente pericoloso. Addirittura in Francia molte strutture di accoglienza come per es. i camping non accettano i cani di certe categorie e quindi più aggressivi. Per il momento qua non è così, e quindi non è così raro per un proprietario di cagnolino di piccola taglia, dovere piangere per il grave ferimento della propria bestiola se non addirittura per la sua morte come in questo caso. Fatto ancora più grave, si sente spesso anche di bambini o di persone adulte aggredite da molossi e altri cani di grossa taglia.

  3. Buonasera a tutti i lettori.
    sabato pomeriggio ero casualmente a casa mia dove ho la residenza ed ho visto benissimo la signorina portare fuori i lupi (come fa sempre) e poi tornare.
    Non è la prima volta che viene segnalata la pericolosità di questa signorina, ma nonostante le mie varie telefonate ai carabinieri non ho avuto nessun riscontro se non la frase (“abbia pazienza bisogna essere comprensivi”).
    La casa in questione (la mia abitazione) si trova di fronte alla casa della signorina citata prima.
    Sia chiaro a tutti che non ho assolutamente nulla contro i vari animali gestiti dalla signorina, 4 cavalli (lasciati più e più volte liberi di scorrazzare per il paese) un numero non definito di lupi cecoslovacchi (penso una decina) difficili da gestire per una ragazza che vive da sola.
    In ogni caso domani telefonerò ai vigili di Vaie per dare le mie generalità e la mia versione di quanto so su questa storia.
    Spero vivamente che la signora P.G. o chiunque altro non si trovi più in questa situazione.
    Saluti a tutti i lettori.

    • Sono troppe le persone in valle che passeggiano con due cani cecoslovacchi al guinzaglio e senza museruola. Uomo o donna che sia tenerli quando li prendono i cinque minuti è impossibile! Dovrebbe esserci tolleranza zero per queste persone.

  4. Vuoi un cane? Lo tieni al guinzaglio SEMPRE anche se “è buono”. E se è di grossa taglia museruola; e ne porti a giro UNO per volta! C’è gente che mette figli al mondo a caso e non li sa gestire, vale anche per gli animali.

    • Risposta piena di ignoranza
      Ho due Golden da soccorso e la museruola oltre che non dovuta sarebbe una inutile punizione quando li porto in giro, magari a correre liberi Dopo un duro giorno di addestramento al salvataggio magari di persone che la pensano come Lei…..
      Se solo i cani potessero scegliere chi merita di essere salvato e chi no Lei non avrebbe speranza

  5. A mio avviso i cani sono tutti buoni come possono essere tutti cattivi, la differenza la fa il proprietario. Che ci siano razze di indole più aggressiva siamo tutti d’accordo, ma ghettizzare i molossoidi mi sembra eccessivo. Io personalmente avevo due molossoidi che rientrano nella categoria “pericolosi”, beh, mai morso nessuno. In questo caso specifico se i cani fossero stati al guinzaglio probabilmente non sarebbe successo niente.

  6. Ma ho capito male io o i due cecoslovacchi erano al guinzaglio e il piccolo no? Forse se la signora avesse rispettato la legge e avesse tenuto il suo cane legato avrebbe ancora il suo compagno…

  7. Mi permetto di precisare che i cani sono scappati tutti al controllo! Perché grosso o piccolo conta cane punto. Oppure come sospetto il cagnolino era libero perché quando sono piccoli evidentemente sono liberi dalle regole quindi niente guinzaglio niente muswra e nemmeno raccogliere le deiezioni! Inoltre hanno anche spesso un pessimo carattere per cui non socializzati amano andare spavaldi ad aggredire sano grandi che poi se reagiscono passano per assassini! Ma la assurdità più grande e’ come sempre il paragone coi bambini… secondo voi un cane non sa distinguere un altro cane da un bambino ? Evidentemente no e il livello di cultura salta all’occhio. Forse cercare u nuovi Pitt bull. Di certo daranno visibilità! Senza dubbio!

    • Ovviamente la differenza la fanno le persone non i cani. Perché non tutti gestiscono male i cani per fortuna… e la colpa non e’ mai del cane! In questa vicenda TUTTI avevano torto perché tutto erano fuori controllo. Il dramma lo ha fatto la differenza divtaglia ma dubito che anche l’assucurazione copra perché erano tutti liberi in pratica! Scappati o meno in egual modo

    • E facile prendere di mira di cani grossi io con il mio clc non posso andare al parco tranquilla che tutti i cani piccoli stanno liberi , lui non ama i maschi e cerco di evitarli ma la gente non capisce niente il mio è piccolo non fa niente ma chi lo dice io sono stata morsa da cani piccoli ho avuto 20 anni cani grandi nessun problema ma smettiamola . Ovvio che tenere due clc a guinzaglio sopratutto donna è molto difficile fa fatica un uomo figuriamoci una donna e li non va bene .
      Però anche il piccolo era libero

  8. Sono molto felice di non abitare nella vostra zona perché noto, con dispiacere, una cultura cinofila molto bassa. La legge dice che i cani, qualunque cane anche quelli piccoli, vanno portati con guinzaglio lungo non oltre i 150 cm, museruola sempre con se ( ma non indossata ! Si deve solo averla con se in caso di necessità ) e minimo 3 sacchetti per le deiezioni.
    L’assicurazione non è obbligatoria ma è cmq fondamentale, a prescindere dalla razza del cane. Tornando a questo specifico caso: il cagnolino della signora fugge ( era al guinzaglio?), non risponde al richiamo, arriva di corsa proprio nei pressi dei lupi cecoslovacchi ( ha persino attraversato un torrente per andare a finire proprio li ), i lupi sfuggono di mano alla ragazza ( e per forza…. Due fa fatica a tenerli un uomo) e sbranano il canino. I cani lupi cecoslovacchi, come altre razze meno appariscenti, hanno un istinto predatorio super sviluppato. Un cagnolino di piccola taglia, sconosciuto, che per giunta arriva di corsa e per cecoslovacco né più né meno di una lepre. Detto questo non si può mettere in croce la ragazza dei cecoslovacchi perché ha sbagliato per prima la signora del cane piccolo in quanto non custodito adeguatamente il proprio cane. Detto questo sono molto dispiaciuta per l’accaduto e mi auguro riusciate a trovare un punto di accordo con la proprietaria dei cecoslovacchi.

  9. Scusate ma nessuno nota che la cagnetta non era al guinzaglio? Cosa obbligatoria per legge! Ora di sicuro la signorina non dovrebbe portare due cani di taglia grossa se non li sa tenere ma la legge parla chiaro: i cani di ogni dimensione devono essere tenuti al giunzaglio. Mi spiace davvero tanto per la piccola Milly ma se fosse corsa in mezzo alla strada ammazzando un motociclista? Se la padrona avesse rispettato la legge non sarebbe successo nulla.

    • Oltretutto i cani di piccola taglia, quando si sentono protetti dal padrone, spesso sono i più aggressivi nei confronti dei passanti.

    • Non mi è chiaro in che maniera il cagnolino piccolo avrebbe potuto far cadere un motociclista in mezzo al bosco… tutti i cani, grandi e piccoli, hanno il diritto di sgranchirsi e correre liberi, e per questo motivo li si porta nei boschi e non in autostrada… però chi possiede cani con quello che una commentatrice chiama istinto predatorio,proprio per non predare i cagnolini altrui nei brevi momenti di libertà nei boschi, deve liberarli con la museruola e si evitano questi episodi orribili… inoltre, se la ragazza dei cecoslovacchi ne ha davvero 10 come dice un lettore, c’è qualcosa che non va, perché quello si chiama allevamento e a meno che non sia dichiarata questa attività, la Legge non permette di detenere questo numero assurdi di cani che, vista la razza, formano un branco di predatori… infine, per chi difende i molossi, vorrei aggiungere che non ho mai sentito di bambini o adulti sbranati da un barboncino, da uno shitzu, da un maltese, da un bassotto, mentre chissà perché si sente spesso di bambini e adulti sbranati persino dal proprio cane rottweiler, pittbul etc, quindi mi pare evidente che ci sono razze di cani più pericolose che vanno custodite con maggiore accortezza e responsabilità e che richiedono anche più forza fisica per essere trattenute al guinzaglio. Se una persona non ha la personalità e la forza fisica necessarie per contenere le prodezze dei molossi, è meglio che si compri un bel barboncino, dà tanto affetto lo stesso, e sicuramente non andrà in giro a sbranare i cani altrui piuttosto che i bambini.

      • I cani vanno tenuti TUTTI AL GUINZAGLIO. Nel bosco a maggior ragione perché è difficile vedere se sopraggiungono altre persone e si reca danno alla fauna del luogo. Per far sgranchire i cani esiste l’area cani. La legge vale per tutti. Inoltre le aggressioni a persone da parte di cani di taglia piccola e piccolissima sono UNA MAREA ma siccome è difficile avere veri e propri sbranamenti non se parla ( chieda in pronto soccorso se non ci crede ), ma morsi, anche al volto e al naso con risultati deturpanti, si! Per il discorso del numero dei cani ecc… Se non siete convinti basta chiedere l’intervento degli organi competenti, che verificheranno la correttezza della situazione. Ma se ai controlli risultasse in regola nessuno le può impedire di portare in passeggiata i suoi cani.

        • Infatti nessuno le impedisce di portarli fuori,ma vanno iscritti nel registro dei cani pericolosi e devono essere obbligati a uscire con la museruola. Se poi c’è gente che si fa morsicare il viso dal barboncino o dal chihuahua, forse bisognerebbe spiegarle che non si mette la faccia vicino al cane, soprattutto se non lo si conosce bene

      • Ma perché c’è tanta gente così limitata mentalmente??? “I molossi sono pericolosi, sterminiamoli!!!” Innanzitutto i lupi cecoslovacchi non sono molossi ma rientrano tra i pastori ed i bovari. Se non erro i tedeschi durante la grande guerra usavano i pastori tedeschi, eppure sono considerati mansueti. Ripeto, il problema sono i padroni. Vuoi far correre il tuo cane? Lo porti in un’area a loro dedicata, sennò lo tieni legato “SEMPRE ED A PRESCINDERE DALLA SUA TAGLIA”.

      • No, non hanno diritto di correre liberi per boschi perché la legge lo vieta. Per correre liberi esistono apposite aree recintare. Poi se un cane scappa dal bosco alla strada é un attimo.

        • Corte di Cassazione, Sezione II, sentenza n. 23820 del 10 novembre 2009
          Documentati
          La tua legge vale solo nei centri abitati

          • Ministero della salute, Ordinanza del 6 agosto 2013 pubblicata nella Gazzetta ufficiale.
            I cani devono stare al guinzaglio nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico (i boschi e le montagne sono aperti al pubblico). Solo nelle apposite aree possono essere lasciati liberi. È incredibile quanta ignoranza ci sia.

        • O si certo, i paesini della valle di Susa sono pieni di apposite aree recintate per far correre i cani! Ma dove le ha viste? Siamo sempre andati tutti in montagna con il cane, ma se uno sa di avere un cane di una razza più pericolosa, quanto costa una museruola per evitare terribili incidenti?

    • Al di là delle lamentele sulla padrona dei lupi, i cani vanno sempre tenuti al guinzaglio ovunque, questa è la legge e deve valere per tutti, bravi o no. Un cane che morde un altro non significa sia aggressivo o mordace con le persone e i bambini comunque. Certi episodi si eviterebbero se tutti rispettassero le regole. Io ho un cane buonissimo ma alcuni maschietti non li sopporta e neanche i gatti…me lo tengo al guinzaglio, ma spesso trovo cani liberi ovunque e devo urlare già in lontananza per farli legare, anche a me piacerebbe lasciarlo libero ma non si può e non si deve per la sicurezza di tutti ed il rispetto anche delle persone che potrebbero averne paura, infatti sia Vigili che Corpo Forestale (in montagna) possono sanzionare chi non tiene il cane al guinzaglio. Questi episodi fanno soffrire anche i padroni dei cani che hanno morso (se umani ovviamente). La museruola bisogna averla dietro per legge ed applicarla per necessità, magari in centri abitati o dove si viene a a contatto ravvicinato con persone e/o cani ma non in montagna dove è possibile rimanere a grandi distanze senza problema alcuno per nessuno. Mi spiace moltissimo per la povera Milly, capisco cosa si prova per la perdita del proprio cane…per questo bisogna tutelarli, poteva capitare con qualsiasi altro cane! Poi un corso di addestramento base questo si, sarebbe utile a molti… ma non c’entra con questo episodio.

    • Mi scusi, però in un sentiero di montagna i cani amano correre in mezzo al bosco, purtroppo la povera Milly aveva paura dei tuoni, avrà sentito suppongo un tuono ed è scappata, la. Signora con i lupi non è riuscita a tenere al guinzaglio i due lupi ed è successo quello che è successo

      • Ministero della salute, Ordinanza del 6 agosto 2013 pubblicata nella Gazzetta ufficiale.
        I cani devono stare al guinzaglio nei luoghi aperti al pubblico (i boschi e le montagne sono aperti al pubblico). Solo nelle apposite aree possono essere lasciati liberi. È incredibile quanta ignoranza ci sia. Guardate su internet. Possedere un cane non è diventare fanatico!

        • Per luoghi aperti al pubblico si intendono bar negozi attività commerciali non i boschi, prima di parlare bisogna sapere leggere….

          • Devono stare al guinzaglio nei luoghi pubblici (boschi, parchi che non siano riserve protette, strade ecc) e nei luoghi esposti al pubblico (luoghi di proprietà privata ma in cui chiunque può entrare).

  10. Attualmente ho un dolcissimo Golden Retriver, ma prima ho avuto cani da pastore tedesco, cinque per la precisione, di cui tre buonissimi ed equilibrati e due diciamo “problematici”, ma seppur a fatica sono sempre riuscito a gestire la loro aggressività e fortunatamente non hanno mai arrecato danni a terzi. Attualmente le persone prendono i cani per moda e non con consapevolezza, spessissime volte non sono in grado di gestire se stessi, figuriamoci un cane, o addirittura due, aggressivi. I miei pastori li ho sempre tenuti al guinzaglio e li lasciavo liberi solamente se non vi erano altre persone o animali e soprattutto se erano a vista. In ogni caso adotto le stesse precauzioni anche con il mio Golden, al fine di evitare discussioni e problemi sia per lui e sia per gli altri.

  11. I CANI DI GROSSA TAGLIA VANNO PORTATI AL GUINZAGLIO UNO PER VOLTA! SE NON SI HA TEMPO DA DEDICARGLI CHE SE NE PRENDA UNO SOLO. PER IL RESTO TUTTI AL GUINZAGLIO QUANDO NON SI È UN AMBIENTE SPECIFICO PER CANI, PERCHÉ SONO TUTTI BRAVI E BUONI CON IL PADRONE, MA CON GLI SCONOSCIUTI NON SI PUÒ MAI SAPERE. SPECIALMENTE QUANDO SE LI RITROVANO DAVANTI ALL’IMPROVVISO E IL PADRONE È RIMASTO INDIETRO RISPETTO AL CANE.

  12. Ma il piccolo meticcio…il guinzaglio nn l’aveva?????le legge del guinzaglio vale per tutte le teglie dei cani….e la museruola??? Non é prevista indossata ma al seguito

  13. TUTTI i cani andrebbero portati al guinzaglio per legge. NON devono indossare la museruola MA devono averla con se e indossarla su richiesta di un PUBBLICO UFFICIALE o nei locali pubblici o nei mezzi pubblici.

    Questo è quello che prescrive la legge, che non discrimina tra cane di 90kg o cane di 3kg, le altre sono chiacchiere di persone ignoranti.

    Da quello che descrive proprio la proprietaria del cagnolino, quella in torto era lei:
    1) aveva il cane libero
    2) ha perso il controllo del cane

    La proprietaria di CANI lupi cecoslovacchi (sono cani non lupi) più che tenere i cani al guinzaglio cosa avrebbe dovuto fare se il cagnetto le si è fatto sotto senza controllo?

  14. Leggendo tutti I commenti mi permetto di dire, ma nessuno a pensato che l.articolo sia stato fatto per mettere in allerta le persone che frequentano quei luoghi essendo un percorso didattico dove anche scuole con bambini lo frequentano?
    Evidentemente tanti non conoscono ma tutti parlano

  15. Le sentenze non fanno legge, e la legge prevede che nei luoghi aperti al pubblico, bosco e montagna compresi, i cani stiano al guinzaglio.

    • La cassazione fa giurisprudenza, quindi interpretazione corretta della legge, dove va interpretata.
      Se nella legge si parla di aree urbane non sono i boschi
      I luoghi aperti al pubblico sono esercizi commerciali bar e negozi…
      I luoghi pubblici sono i comuni, gli uffici tipo anagrafe, etc etc.
      Se uno non conosce la legge Italiana a volte è meglio tacere che fare brutta figura

    • Io la legge la ho letta per bene e i riferimenti al bosco, alla montagna e a wuslnque altro luogo che non dia area urbana non li ho trovati.

    • Avv. Luca Olivetti

      In primo luogo, va detto che la legge italiana distingue tra “luoghi pubblici” e “luoghi aperti al pubblico”.

      I primi sono luoghi di proprietà del demanio dello Stato e sono accessibili a chiunque senza limitazioni (ad es. un giardino pubblico, una piazza, un bosco, e così via).

      I secondi sono luoghi di proprietà privata, ai quali è consentito l’accesso secondo le condizioni fissate dal legittimo proprietario o gestore (come ad es. esibire una tessera, rispettare l’orario di apertura e di chiusura, o pagare un biglietto d’ingresso).

      • Vorrei aggiungere solo una riflessione, da cosa si legge la povera Milly era’ una femmina, la proprietaria dei cecoslovacchi ha altri esemplari (10cani?), l’atteggiamento aggressivo dei due cecoslovacchi verso una femmina di taglia piccola e’ da feroci predatori al punto da sbranarla, si potrebbe giustificare tanta aggressivita’ perche’ sono poco nutriti e hanno fame? Mantenere 10 cani non e’ cosa da poco (oltre un paio di cavalli).

        I cani domestici con altri cani si azzuffano, si mordono , se non c’ e’ empatia tra loro, ma arrivare a sbranare e’ qualcona fuori dal normale , oltretutto contro una femmina.

        • Il problema é il piccolo animale in movimento che gli ha attivato il predatorio, lí non distinguono cane da lepre quindi neanche maschio o femmina. La fame non c’entra nulla su questo istinto. Inoltre il fatto che le femmine non siano aggressive con altre femmine é una supposizione errata a prescindere dalle dimensioni.

          • i due cecoslovacchi sono entrambi femmine? I cani maschi solitamente non aggrdiscono una femmina.

          • Queste considerazioni confermano che sono forti, aggressivi e pericolosi. Che il guinzaglio non è sufficiente, dal momento che al caso non si riesce a tenerli. E dunque che la museruola non va solo portata e messa al bisogno quando ormai è troppo tardi, ma indossata per intelligente precauzione, vista natura, istinto e imprevedibilità di animali potenzialmente letali.

  16. E la legge, in fondo, attesta semplicemente ciò che si dovrebbe fare per buon senso
    e per rispetto di tutti, compreso di chi vuole farsi la passeggiata nei boschi
    senza essere infastidito ( peggio ancora aggredito) dai cani altrui.
    Ma purtroppo il buon senso è carente, allora deve intervenire la LEGGE.

  17. Sarei curioso di sapere cosa penserebbe tutto sto gregge di persone se la signora avesse avuto un cane di grossa taglia, magari un temutissimo molosso assassino, ed invece di finire sbranato avesse aggredito la ragazza ed i suoi cani. Scommetto che in questo caso tutti l’avrebbero accusata di non averlo tenuto al guinzaglio. Mamma mia quanta ignoranza, quanta.

    • C è ancora qualcuno convinto che per condurre due cecoslovacchi bisogna essere forzuti? È solo una questione di dominanza sul proprio cane, dominanza che viene sopraffatta dall’istinto di difesa contro la minaccia di un cane che corre incontro a due lupi al guinzaglio

      • Sono due cani molto equilibrati ed educati che non hanno necessità di portare la museruola perché affidabili, neanche tirano in passeggiata, qui il discorso è l’affronto dello Yorkshire libero. I cani vengono portati a passeggiare da molti anni sempre in coppia, se non fossi in grado di tenerli scapperebbero ogni giorno non credete? Sono sicura che chi ha cani o un minimo di cultura animale può comprendere e chi vuol solo far cattiva informazione o pettegolezzo vada a comprare la settimana enigmistica invece di scrivere cattiverie sul mio conto quali che i cani hanno fame o non sono gestibili. Sono addirittura cicciottelli!! Se avete dei dubbi ancora venite a conoscerli di persona prima di offendere il mio duro lavoro di molti anni e la mia esperienza in materia. Chi mi conosce personalmente capisce il mio impegno totale nei loro confronti, e gli invidiosi abitanti di quartiere invece di spiare dalla finestra come dei guardoni si creino una propria vita e una propria cultura invece di giudicare da perfetti ignorant! Nessuna omertà passate pure a conoscerli..e..tenete i cani al guinzaglio sempre, grazie

        • ….due cani molto equilibrati e affidabili che non hanno bisogno di portare la museruola…. NON AVREBBERO SBRANATO UN ALTRO CANE.
          …Se non fossi in grado di tenerli scapperebbero ogni giorno….PER FORTUNA GLI ALTRI GIORNI E’ STATA IN GRADO DI TENERLI QUANTE ALTRE BESTIOLE AVREBBERO SBRANATO?
          ….Tenete al guinzaglio i cani sempre grazie…
          COMINCI LEI A TENERE AL GUINZAGLIO SEMPRE I SUOI NON SE LI FACCIA SCAPPARE PIU’.

          Fossi io la proprietaria della Milly nonostante sono in torto non accetterei quanta prepotenza impone con le sue parole, da come scrive si capisce che e’ solo una prepotente NON UN MINIMO DISPIACERE PER LA BESTIOLA SBRANATA, FOSSE SUCCESSO AL MIO CANE CHE ADORO E MI SI FOSSE PRESENTATA UNA PERSONA ARROGANTE COME LEI, AVREI SBANATO PRIMA LEI POI LE SUE DUE BELVE (anche se son convinta che non hanno colpe la colpa e’ di chi li educa)
          Ora che e” assodato che il suo operare con questi cani e’ un lavoro, un commercio si spera che l’ asl predisponga un controllo per accertare la salute psicofisica delle sue bestiole, non abbiamo bisogno noi di venire a controllare il suo operato.
          CERCHI DI CAPIRE IL DOLORE CHE PROVA UNA PERSONA CHE PERDE IL SUO CANE MORTO SBRANATO, se non arriva a capire si dedichi lei a fare la settimana enigmistica.

          • Veramente è la signora del cane piccolo che non teneva il proprio cane al guinzaglio.
            E se il piccolo non andava verso i 2 grandi (i cani non capiscono che essendo piccoli sarebbe meglio per loro starne alla larga) non succedeva il parapiglia per cui la signora dei lupi, cercando di allontanare il piccolo libero è pure caduta. E se è stata trascinata è perchè non li ha mollati nemmeno quande era a terra.
            Spiace a tutti quello che è successo, ma i possessori di cani la devono smettere di lasciarli andare liberi a infastidire chi fa in pace la propria strada (animali selvatici compresi) e pretendere pure di avere raglione.

          • Signora cara, il guinzaglio al cagnolino risolveva tutto però i colpevoli sono i lupi cattivi che mi hanno difesa, ancora non è chiaro il concetto eppure è scritto in italiano

          • I cecoslovacchi erano al guinzaglio e non mi sono scappati tanto da trascinarmi per il sentiero per difendersi e difendermi dal cane sciolto che ci è arrivato improvvisamente incontro abbaiando.

        • intanto con tutta la sua esperienza, non è riuscita a fare sì che non aggredissero un cane totalmente innocuo, semplicemente perché i suoi amati cani sono un incrocio con il lupo selvatico, dunque se lei si degnasse di mettere loro una museruola, poi potrebbe anche lasciarli correre senza che costituiscano un pericolo per nessuno. Siccome invece, lei e tutti i proprietari di cani potenzialmente aggressivi compresi pitbull e rotweiller, siete troppo sicuri di voi stessi, li portate in giro regolarmente senza museruola e così in questo caso hanno ucciso il cagnetto, ma sarebbero in grado di ammazzare una volpe, una lepre o qualsiasi altro animale con una forza inferiore alla loro. Con tutta la sua esperienza, le costerebbe poi così tanto farli uscire uno per volta con la museruola in modo che non costituiscano un branco pericoloso per gli altri animali e forse anche per le persone?? Forse con il suo impegno totale, ha un po’ sottovalutato la potenzialità di questi animali per metà selvatici, che questa volta hanno rincorso e ucciso un cagnolino, ma speriamo che non scambino per preda qualche bimbo piccolo e non facciano la stessa cosa… ci pensi almeno un po’ su invece di ostentare tanta sicurezza, perchè quando poi le cose succedono, è tardi per piangere!

          • E poi finiamola anche con la storia che i suoi cani l’hanno difesa. Difesa da cosa, da un cane grosso come un topo?? se vedono un pericolo in un yorkshire, forse non sono poi così equilibrati come lei vuole fare credere, ma ho più l’impressione che abbiano visto la preda da ammazzare, e se avessero visto un coniglio avrebbe fatto la stessa fine, ammetta almeno questo!

          • Il Clc non è classificato tra le razze pericolose, informatevi prima, poi la museruola è obbligatoria in lunghi pubblici quali treni, ecc.oppure per cani definiti mordaci da autorità competenti. Non ho precedenti, i cani sono equilibrati e hanno attaccato per difesa, la taglia non centra loro difendono punto. Ancora ignoranza sull’argomento, prima ci si informa e poi si replica

          • I cani sono istintivi reagiscono ad un attacco sia che sia di un mastino che di un volpino …fatevi una cultura prima. Il Clc non attacca se non minacciato, sono cani sensibili e paurosi in genere se ne fregano se in lontananza gli abbaiano contro, ma a muso a muso sprezzante del pericolo l’attacco purtroppo è stato inevitabile. Un guinzaglio al cagnolino noo eh…per carità libero per il sentiero va benissimo… però che genio il signor del commento qui sopra

  18. Buongiorno,a prescindere dal guinzaglio o no,che potesse avere il cane,io penso che la problematica sia stata che non lei non è riuscita a controllare i due lupi,non parlo di museruola ma credo sia una questione di forza.
    Un cane solo sarebbe riuscita a tenerlo,in coppia sono riusciti addirittura a trascinarla per il sentiero..
    Sono comunque d’accordo sul fatto che la se la proprietaria della piccola Milly l avesse tenuta al guinzaglio non sarebbe successo nulla.
    Pero’ lei che è amante degli animali sicuramente,non pensi solo a difendere la sua posizione,ma dimostri un po di sentimenti per quella povera cucciola.
    Saluti

  19. Mentre deploro l’accaduto e non mi meraviglia il fatto che i vigili urbani di quel Paese non abbiano rintracciato la responsabile dell”aggressione, nel mio Paese è peggio, devo cmq far notare a quella cittadina che ha denunciato l’increscioso episodio che i lupi erano o Slovacchi o Cechi. Le 2 Nazioni si sono infatti divise ormai da quasi 30 anni!.

  20. Francamente museruola e guinzaglio non hanno logica in montagna. La mia piccoletta cerco di portarla dove penso sia sicuro e se la tengo al guinzaglio é per la sua sicurezza, quando é libera non deve mai allontanarsi e se vedo pericolo vado io avanti ma cmq dove la porto io non ci sono cani. Non é raro che tra cani scoppi la rissa, io ho dovuto separare due fratelli e farli vivere divisi. In questo caso la colpa é della padrona dei lupi ma solo se realmente conscia e penso lo fosse, che in quelle zone si aggirano anche cani piccoli. In questo caso anche se illogici metti la museruola e il guinzaglio ai cani. Il buon senso e basta che pare ormai sia perso.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.