VALSUSA, FEDERICO BUFFA INCANTA VENAUS CON “ITALIA MUNDIAL ’82”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
In foto Federico Buffa e l’eroe del Mundial ’82, Paolo Rossi

di ANDREA MUSACCHIO

VENAUS – Federico Buffa non racconta, emoziona. A tratti incanta, come solo i grandi della scrittura e del parlato sanno fare. Puoi aver visto i suoi spettacoli dieci, cento o mille volte, eppure non puoi scappare da quel lato romantico che accompagna ogni sua interpretazione, in grado di farti brillare gli occhi mentre applaudi con gioia ad ogni sua battuta. Succede sempre. Stiamo parlando di una regola matematica infallibile, capace di verificarsi anche ieri, venerdì 27 agosto, all’arena di Venaus, dove il giornalista di Sky si è esibito nel suo spettacolo Italia Mundial ’82 per il festival Borgate dal Vivo.

Durante la sua interpretazione, Buffa è stato accompagnato al pianoforte dal maestro Alessandro Nidi. I due hanno regalato una performance magistrale che ha saputo ripercorrere le tappe di quello che per molti (se non tutti) è il mondiale di calcio più amato dagli italiani. Non solo calcio però. Come in tutti i suoi racconti, Federico Buffa ha portato sul palco valsusino intrecci di storia e aneddoti curiosi, capaci di emozionare l’intera platea.

Alla fine della serata, una volta terminato lo spettacolo, l’avvocato (questo il suo soprannome, ndr) si è intrattenuto con il pubblico pagante per scattare foto o scambiare qualche semplice battuta. Sono tanti i messaggi di affetto ricevuti da giovani e ragazzi “più cresciuti”, ma sono state tantissime, invece, le esclamazioni del tipo “Non sono appassionata/o di calcio, eppure mi è piaciuto tantissimo. Grazie”: segno di uno spettacolo adatto proprio a tutti.

Una serata piacevole, resa possibile grazie al lavoro di Alberto Milesi (direttore artistico di Borgate dal Vivo) e di tutto il suo staff. Nel frattempo il Festival prosegue: questa sera, sabato 28 agosto, Stefano Massini si esibirà con il suo alfabeto delle emozioni sempre nella splendida cornice di Venaus, mentre il prossimo 3 settembre sarà il turno di Mogol, dove verranno unite le canzoni non solo dello storico sodalizio fra Lucio Battisti e Mogol, ma anche i tanti brani scritti per altri interpreti come Cocciante, Mina, Mango, Celentano, Morandi, Dalla.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.