VALSUSA, GLI ARTIFICIERI DELL’ESERCITO DISINNESCANO LA GRANATA TROVATA LUNGO LA DORA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di ELVIO PASCALE / UFFICIO STAMPA DELL’ESERCITO ITALIANO

OULX – Un team di artificieri dell’Esercito è intervenuto nel Comune di Oulx per bonificare una granata d’artiglieria risalente al periodo tra le due guerre del 1900 e rinvenuta lungo gli argini del fiume Dora, durante ilavori di realizzazione del nuovo argine.

Prontamente interessati dalla Prefettura, gli specialisti del 32° Reggimento Genio Guastatori della Brigata Alpina “Taurinense” di stanza a Fossano (Cuneo) sono immediatamente intervenuti mercoledì scorso per la messa in sicurezza e quest’oggi per disinnescare l’ordigno, adottando tutte le necessarie cautele e la massima attenzione anche ai protocolli di contenimento del contagio da Covid19.

Il tempestivo intervento degli artificieri alpini, in stretta sinergia con la Prefettura di Torino, le Forze dell’Ordine e il personale sanitario della Croce Rossa Militare, ha consentito di coordinare al meglio l’attività, riducendo i tempi necessari alla messa in sicurezza ed al trasporto dell’ordigno presso un’area demaniale nel Comune di San Francesco al Campo (Torino) per il successivo brillamento.

Dall’inizio dell’anno, sono più di trenta gli interventi che i genieri di Fossano (Cuneo) hanno condotto sul territorio del NordOvest. Il Reggimento, in stretta coordinazione con la Regione Piemonte e le autorità locali, è stato inoltre impegnato neiprimi mesi del 2021 in importanti attività in favore della popolazione dei comuni piemontesi pesantemente colpiti dall’alluvione dell’ottobre 2020.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

11 COMMENTI

    • Certo, era senza spoletta, praticamente un ferro vecchio innocuo.
      Ma è bastato per muovere uomini in pompa magna e mezzi spropositati in una realta fantozziana.
      Ovviamente se fosse stata pericolosa sarebbe esplosa al contatto con la benna che l’ha urtata.
      La solita commedia al’italiana per esibire un evento inesistente.
      Magari tanto dispendio di forze si utlizzasse il sabato e domenica per impedire ai Valentino Rossi
      de noantri di rendere le strade della Val di Susa una roulette russa fra motociclisti arrapati.

  1. “adottando tutte le necessarie cautele e la massima attenzione anche ai protocolli di contenimento del contagio da Covid–19″…hanno paura che in caso di esplosione si diffonda il virus…

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.