FOTO / GROSSO INCENDIO SUL MONTE MUSINÈ: UNA NOTTE DI FUOCO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

Le prime immagini dell’incendio (dei vigili del fuoco di Almese, Alberto Maritano e Simone Ventuno)

++ AGGIORNAMENTO ORE 9 DEL 29 GENNAIO ++

La situazione è tornata alla normalità e le fiamme sono state spente dopo una lunga notte di attività che ha visto coinvolte numerose squadre di vigili del fuoco e Aib.

++ AGGIORNAMENTO ORE 23 DEL 28 GENNAIO ++

CASELETTE – Le operazioni per spegnere il grosso incendio scoppiato a Caselette alle 19 di lunedì 28 gennaio, proseguiranno tutta la notte. “Andremo avanti con le operazioni per tutta la notte, perché l’incendio è grosso”, fanno sapere gli Aib. Martedì è prevista la possibilità di un intervento dell’elicottero. Per le case invece al momento non ci sono pericoli, visto che l’incendio è abbastanza lontano. La chiesa di Sant’Abaco, l’edificio più vicino, è comunque distante dall’incendio ed è presidiato da una squadra Aib. (Stefano Toniolo)

++ ORE 19 – LUNEDÌ 28 GENNAIO ++

CASELETTE – Grosso incendio boschivo questa sera, lunedì 28 gennaio, sul monte Musinè. L’allarme è scattato poco dopo le 19, le fiamme sono partite da Pian Dumini (vicino alla pista tagliafuoco) e si stanno allargando a causa del vento, che non agevola le attività di spegnimento: sul posto stanno intervenendo le squadre dei vigili del fuoco di Almese, Alpignano, Avigliana, Grugliasco, i carabinieri della Compagnia di Rivoli e i volontari Aib.

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

7 COMMENTI

  1. Purtroppo non si riuscirà a colpire i colpevoli ma è una vergogna che tutte le volte che tira vento qualche delinquente ne approfitta.
    Un plauso va ai pompieri e ai tanti volontari che rischiano la vita per colpa di ignoranti.

  2. Se tutti gli incendi sono partiti dallo stesso punto telecamere!!!!tante telecamere e web cam panoramiche quando ne prendi uno gli fai pagare l’impianto di tali mezzi di osservazione e lo arruoli nei pompieri…..questa e’ una malattia e va curata con i mezzi giusti

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.