10
1

VALSUSA, “I TRENI SEMBRANO CARRI BESTIAME”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di ALBERTO MARTINI

VALSUSA – Buongiorno, persiste la situazione di disagio e di pericolosità in caso di emergenza dei viaggiatori pendolari della Valle di Susa. Si cerca di pazientare sulla qualità delle carrozze con continui guasti di tutti i tipi (porte guaste, vetri guasti, aria assente o bollente) ma negli ultimi mesi non capiamo perchè abbiate deciso di fare questi 2 treni (10303 – 10324) molto corti rispetto all’affluenza di passeggeri che trasportano. Nelle stazioni di Avigliana, Alpignano, Collegno, Grugliasco non si riesce nè a salire nè a scendere, talmente vi è gente nei corridoi e negli atri davanti alle porte. Ma in caso di emergenza… Come la gestite? Ci sono così tanti passeggeri che le carrozze diventano un carro bestiame con aria totalmente irrespirabile; le persone che viaggiano su questi treni vanno a lavoro ed arrivano già stremati solo per il viaggio. Mi chiedo: i vostri controllori, che da metà tratta spariscono visto che non riescono più a percorrere il treno, non vi avvisano? Sono sconcertato. Il treno a due piani, ottimale in questi orari, non è mai presente.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

10 COMMENTI

  1. E poi quando è tutto intasato che non si riesce nè a scendere,
    il treno non può ripartire per cui accumula ritardo.
    E ogni poi capita che qualcuno si sente male e bisogna aspettare i soccorsi.
    Ma andremo a lavorare a Lione in meno di mezz’ora in extra comfort!!!!

  2. Trovare un posto sul 10303 ad Avigliana è impossibile. Si può tranquillamente viaggiare senza biglietto, tanto il controllore non riesce a passare.

    • I controllori su quei treni passano (eventualmente, perché comunque passano pochissimo a controllare i biglietti) nella tratta chiomonte-bardonecchia e viceversa, cioè quando il treno viaggia con poche persone, praticamente mai tra Torino e bussoleno.

  3. Basta non far salire la gente quando il treno è pieno, così come è successo per gli abbonamenti dell’alta velocità Torino-Milano. Così la piantano di lamentarsi per ogni cosa su un servizio che loro pagano solo per un terzo sul loro abbonamento.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.