ROSTA, IL BIGLIETTO DA 1,5 MILIONI DI EURO È STATO VENDUTO IN UNA BOTTEGA: “NON SAPPIAMO CHI È” / IL SINDACO: “SPERIAMO FACCIA UNA DONAZIONE PER I BISOGNOSI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di FABRIZIO PASQUINO

ROSTA – É caccia al fortunato vincitore del terzo premio, da un milione e mezzo della Lotteria Italia 2018, che ha acquistato a Rosta, in via Rivoli 4, in uno storico negozio di alimentari, al centro del paese, il biglietto vincente D 034660. La piccola bottega sorge sulla strada provinciale 186 che collega Rivoli ad Avigliana ed è di proprietà dei due fratelli e sorella Massimo e Claudia Croce che nel corso degli anni hanno trasformato il negozio in un piccolo A&O, portando avanti l’attività dei genitori che hanno aperto nel lontano1966, conservandola ancora come ricevitoria, lotto e tabacchi. Un negozio conosciuto e frequentato da tutti in paese, dove cortesia, disponibilità e gentilezza sono ancora di casa, proprio come una volta.

«Abbiamo venduto noi il biglietto vincente della Lotteria Italia – dicono i due proprietari della ricevitoria – Siamo contenti che la dea bendata abbia scelto il nostro piccolo comune. Speriamo che il premio sia stato vinto da un rostese, ma non sappiamo proprio chi possa averlo acquistato, al momento nessuno si è fatto vivo».

«Qui c’è molto riserbo – dice uno dei clienti accorsi al negozio – anche se in paese non si parla d’altro. In una giornata umida e uggiosa sono poche le persone uscite di casa. Non sarà facile scovare il vincitore anche se qui ci consociamo quasi tutti».

Increduli, ma soddisfatti il sindaco Domenico Morabito e il vicesindaco di Rosta Andrea Tragaioli: «Le nostre sincere congratulazioni al vincitore. Per un paese di 5mila abitanti come il nostro è una bella soddisfazione salire agli onori della cronaca per una notizia così bella. Spero vivamente che possa essere un nostro concittadino, magari chi ha più bisogno affinché questi soldi possano essere impiegati per la felicità di chi ha fatto più fatica negli ultimi tempi. Un ringraziamento anche alla tabaccheria di Massimo Croce Massimo. Un bel segnale che il biglietto sia stato venduto in uno degli esercizi commerciali storici del nostro paese. Rassicuriamo tutti, non siamo noi i vincitori! Scherzi a parte, chiunque sia speriamo voglia mettere a disposizione qualche risorsa a favore dei più bisognosi e, se vorrà farlo attraverso il Comune, saremo pronti ad accogliere questa sua volontà».

Intanto aspettiamo di conoscere il fortunato vincitore.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.