VALSUSA, IL FURTO DELLA VERGOGNA: RUBATO IL FIOCCO ROSA AD ELISA, NATA DA 5 GIORNI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

Il fiocco rosa rubato ad Elisa (foto da Facebook)

CHIOMONTE – Sono piccoli gesti ignobili, ma fanno riflettere sulla cattiveria delle persone. Elisa è appena nata da 5 giorni, eppure ha già subito un furto, insieme ai genitori: quello del fiocco rosa all’ingresso della sua casa. Succede a Chiomonte, in alta Valsusa: a denunciare il caso sono proprio i suoi genitori, che hanno dedicato un post su Facebook al ladro.

Lo pubblichiamo qui sotto integralmente.

“Ringraziamo quell’essere che ha avuto la brillante idea di strappare e rubare il fiocco nascita di nostra figlia tra le 20 del 3 marzo e le 7.30 del 4 marzo; gli ricordiamo che per questo ignobile e squallido gesto, perpetuato per qualsivoglia motivazione (furto, ripicca, gelosia, vendetta o semplicemente per puro vandalismo) l’ha compiuto contro un regalo donato dagli zii, ad una bambina di 1 giorno e mezzo. Tranquillo/a che nostra figlia avrà in regalo un altro fiocco identico da appendere nella sua cameretta, speriamo inoltre che il tuo “TROFEO”, se non l’hai già buttato, riempia e arredi la tua stanza o di tua figlia, visto che è personalizzato con una dedica dei genitori e con il nome, così da ricordarti, tutte le volte che vedrai il fiocco di nostra Figlia che piccolo/a essere insignificante e di che bassezza sociale sei. VERGOGNATI! Approfittiamo di questo sfogo per fare quello per cui significava il fiocco asportato dal nostro portone, per annunciare che il 2 marzo 2021 alle ore 10:04 è nata ELISA una nuova Chiomontina”.

Non c’è altro da aggiungere: è proprio vero che non c’è limite al peggio.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

13 COMMENTI

    • Sì, se si è persone sensibili, di fronte agli atti vandalici, al menefreghismo ed egoismo altrui si prova dolore… la libertà del singolo finisce dove comincia la libertà del suo simile per esempio di tenere appeso un fiocco per la gioia della nascita di una bimba, e se chi fa queste cretinate occupasse il tempo facendo volontariato per esempio con le persone anziane o malate o senza tetto, forse comincerebbe a provare dei sentimenti per il prossimo e a non calpestare la gioia della nascita di una figlia. Non è la gravità del fatto quanto il gesto mancante di rispetto a fare rabbia, io quando vedo un fiocco, per curiosità vado a leggere il nome del nuovo arrivato, perchè mi piacciono i bambini, ma alle persone che fanno queste idiozie cosa piace, che scopo hanno nella loro vita oltre a fare del male più o meno in maniera grave al prossimo senza spesso manco conoscerlo??

  1. Saranno gli stessi che l’estate scorsa portatono a compimento il clamoroso furto dello zaino pieno di ricci peluche?

        • No, non ne capisco il nesso. Ma non perché sono ignorante, perché non ritengo che la musica possa avere questi disastrosi effetti. Anche perché, bene o male, sono cose già viste e riviste da altre persone in passato, facevano scena e finiva lì. Forse sarebbe il caso di fare un passo indietro e tornare a comportarsi normalmente nella vita quotidiana, senza dover sempre trovare un capro espiatorio.

          • A parte la musica squallida che tra qualche anno più nessuno ricorderà, il tuo commento che è tutto normale conferma bene il grado della situazione attuale in cui la mancanza di rispetto (pure coi soldi pubblici, cioè di tutti, cioè anche di chi viene offeso) è la normalità.

  2. Io chiamerei i paracadutisti, la folgore, gli spetznatz, gli swat e l`fbi per indagare su furto, e darei la pena capitale al colpevole!!
    Chiomonte era un paesino felice prima del misfatto, sempre al sicuro e lontano dalle problematiche delle grosse metropoli! Invece adesso dovranno assumere un vigile urbano!

    Queste sono le news che movimentano la valsusa!!

  3. Benvenuta Elisa, non prendertela per il fiocco piccolina, che la vita ti sorrida nonostante la presenza di persone che sono un misto tra cattiveria e ignoranza, vandali senza scopo nella vita… A Chiomonte si rubano i fiocchi, a Bussoleno invece, Via Mattie per la precisione, poi non so altrove, c’è la moda di rigare le automobili, che siano nuove o di seconda mano ai vandali non importa, loro sono scansafatiche, vanno probabilmente a scuola perchè obbligati dai genitori, non sanno cosa sia rispettare il prossimo, aiutare persone anziane e malate e così via perchè evidentemente e purtroppo, molte famiglie trasmettono solo materialismo ai figli, zero valori… e così quando scendi la mattina per andare al lavoro e magari hai altri mille problemi e incombenze, ecco che ti ritrovi l’auto rigata da cima a fondo, la fai riparare, una, due, tre volte… poi ti stufi, non la ripari più, così questi esseri ignoranti che non sanno che un’utilitaria te la tieni per andare al lavoro, per andare a guardare familiari malati, e amici anziani, perchè loro non sanno nè lavorare nè aiutare il prossimo, trovandola già rigata non ci trovano più gusto e te la lasciano stare, vanno a cercarne un’altra intonsa per fare soffrire un altro proprietario che magari sta ancora pagando le rate… perciò Elisa, per il tuo fiocco spiace immensamente, ma la cosa più bella è che tu abbia una famiglia che sappia insegnarti valori veri e farti volare alto, al di sopra dell’ignoranza di chi ruba fiocchi, riga auto, getta mascherine per terra o non le indossa infischiandosene di contagiare persone molto delicate…che tu possa essere molto di sopra a tutto questo, non penso che chi per puro vandalismo ruba un fiocco di auguri sia una persona con una vita molto produttiva e felice.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.