VALSUSA, IL NUOVO “FORTINO” DELLA POLIZIA SULLA STATALE: FILO SPINATO E BARRIERE PER DARE IL BENVENUTO AI TURISTI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

BRUZOLO – Un nuovo “fortino” in Valsusa: questa volta non nei prati nascosti del cantiere del futuro autoporto Sitaf, o nei boschi della Maddalena di Chiomonte, ma direttamente sulla strada statale 25, tra Bruzolo e San Didero. Il piazzale dove si sono posizionate ormai da settimane le forze dell’ordine è stato tutto recintato con filo spinato, recinzioni e jersey in cemento. Di fronte, sull’altro piazzale, c’è il nuovo presidio dei No Tav.

 

Filo spinato e barriere i cemento  in jersey, a dare il “benvenuto” in Valsusa ai tanti turisti che utilizzano la statale per visitare la Valsusa. Non è il massimo, come biglietto da visita, dal punto di vista estetico e di immagine per un territorio – soprattutto la zona della bassa valle – che da tempo cerca di puntare sul turismo come nuova fonte di sviluppo.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

82 COMMENTI

  1. Senza i noti scalmanati non ci sarebbe stato nessun “fortino”… quel “fortino” serve a proteggere i lavoratori, proprio quelli che gli “scalmanati” sostengono facendo manifestazioni in loro favore. Un po’ contrastante, la faccenda…

  2. Invece bandiere NoTav, scritte sulle montagne, cartelli e muri imbrattati, presidi nei prati, assalti ai cantieri e blocchi autostradali sono un bellissimo biglietto da visita.

  3. Se non ci fossero le bestie rabbiose in giro per la valle, non ci sarebbe stato bisogno di costruire i recinti…

  4. Ho una notizia eclatante giuntami dall’alto……………… a comandare il presidio verrà il generale CUSTER con i suoi capelli biondi sciolti sulle spalle a combattere gli indiani metropolitani . Solo che questa volta non sarà la battaglia del Big Horne ma si svolgerà al Pian del Frajs e certamente non me la vorrò perdere . Di sicuro verrà fatta una rievocazione come quella della battaglia dell’Assietta .

    • Sono argomenti diversi e battaglie diverse.Gli indiani d’ America eran gli abitanti di quelle terre e qlche disgraziato europeo voleva sfruttare o mandare via , qui i val susini non sono tutti della val di susa in primis e a essere contrari alla Tav non ci sono solo loro mamolti altri italiani.I poliziotti servono per l’ ordine pubblico e eseguono gli ordini , di certo di loro spontanea volobta’ non sarebbero venuti.eE le differenze non sono poche .

        • Secondo me se si facesse un sondaggio la maggioranza degli studenti voterebbe per aumentare le ore di intervallo a scapito di quelle di lezione

          • La questione è cosa sia secondo i NoTav “la collettività”. Perché il loro concerto è limitato a loro stessi: se serve a loro allora è utile, altrimenti è inutile. Cazzari.

  5. Le consiglio una gita nei territori occupati della Palestina dove c’è lo stesso filo spinato e detafence….che chiaramente non mettono i no TAV nei loro presidi. Parlare a vanvera costa proprio nulla a quanto pare.

    • Il ci sono stato. Consiglio la stessa esperienza ai ciarlatani commentatori come te che amano fare paragoni privi di senso seduti comodamente sul divano.

      • Preferisco altri posti dove passare le vacanze quindi devo declinare il suo gentilissimo consiglio.Ci vada lei con i suoi amici del centro sociale poi ci racconta l’esperienza.Anzi,faccia anche una bella recensione su TripAdvisor.Ma stia attento,mi raccomando.Si ricordi cosa è successo a Gaza ad un volontario italiano e rammenti anche quello che hanno fatto in Italia e non solo i suoi amici palestinesi.

  6. Infatti è davvero una vergogna, non si capisce perché le forze dell’ordine dovrebbero impedire ai NOTAV di devastare quel cantiere, tanto è fatto coi soldi pubblici la Sitaf non ci perde nulla. Anzi, ci guadagna, si fa pagare ma i lavori non si completano mai e continua ad incassare i pedaggi senza la concorrenza della ferrovia.
    Coi soldi della Sitaf chi cazzo se ne frega del turismo 😉

  7. Mi domandavo se alle cazzate che qualcuno scrive ,ci crede davvero.
    Comunque sono passato sabato mattina di li,ma quella zona è stata trasformata in una vera e propria zona da guerra con vedette,blindati ecc.manca solamente un bel carrarmato nel piazzale e poi l’opera e completa.

    • Quella zona è trasformata in zona da guerra da molto più tempo di sabato… ma le forze dell’ordine devono stare lì per tenere a bada i No Tav. Mi è capitato di incontrare in giro questi poliziotti mentre erano fuori servizio, e sono persone gentilissime. Immagino che anche loro preferirebbero fare altro che fare la guardia a persone che tirano contro di tutto.
      Ed è anche capitato di sentire poliziotti chiedere “possiamo entrare?” prima di entrare in un locale, perché avevano paura di non essere ben accetti visto il loro ruolo.
      Le cose bisogna giudicarle obiettivamente.

      • Se avessero preferito fare altro non indosserebbero una divisa il più delle volte sporca di sangue.
        Se non avessero iniziato a devastare la valle e sperperare denaro inutilmente non ci sarebbero i NOTAV e non ci sarebbero fortini. Ignoranti !

      • BOH loro fanno i poliziotti non i ballerini , chiaro che quando lavorano tengono alta la guardia, ma non sono robot , sono persone che hanno una vita come tutti, quello che fanno li e’ un lavoro, puo’ piacere o meno, ma sono lavoratori come tutti.Il bravo e il cattivo c’ e’ li come in tutti i settori.

        • Infatti, è quello che ho detto. Non capisco perché deve esserci tutto questo accanimento contro le forze dell’ordine, che per altro neanche sarebbero state mandate se non ci fosse casino…

  8. Se non ci fossero stati quei milioni di ebrei da sterminare i “lager” non avrebbero avuto ragione di essere…
    Mi sembra semplice, o no?

    Che ne dici Merovingio, entrambe le situazioni saranno forse un problema di “senso del dovere” (interpretato in modo piuttosto elastico)?

    • Se questo è il livello dei ragionamenti che vi scambiate nei presidii e nei centri sociali (ambienti che lei sicuramente conosce meglio di me) vi auguro buona fortuna e vi raccomando di non eccedere con l’assunzione di sostanze psicotrope.

      • Il livello dei loro ragionamenti nei presidi è molto più basso. In confronto il fenomeno Shahrazad sembrerebbe uno statista.

  9. Suppongo se si vuole fa passare un treno come se fosse una supposta, sia fisiologico che la valle finisca tagliata in 2 come la Belinino del muro

  10. La valsusa è famosa per i no TAV e per i migranti che tentano di attraversare il confine… come promozione turistica non male

  11. Ma quale cantiere dentro .ci sono
    6 operai ..che .stanno facendo .dei
    Carotaggi con .dei risultati che tutti sanno da anni.
    Ma secondo voi quel terreno che era stato comprato dalla Portedil .Per farci uno stabilimento ..
    Per quale motivo non sono mai partiti
    I lavori ????
    Se ci fosse sato lo stabilimento ..
    Avrebbero raso al suolo il paese …???

  12. Tra il fortino e il liceo di Oulx non so cosa sia peggio.Studiare in una struttura che sembra un bunker e di colore grigio che in tempi di Covid e lock down da allegria o il fortino che pero’a sta in tema con quello che sono venute a fare le forze dell’ ordine.Non mi piacciono nessuna delle due , ma l’ ultima almeno ha un senso, la prima fa venire la depressione.

      • Si si Elena non metto in dubbio, pero’ se non fossi stata informata che era un liceo non me ne sarei accorta.Secondo me dovrebbero cambiare il colore esterno.

  13. Invece con la Valle cementificata, camion del cantiere che fanno su tra i depositi di smarino, autoporto, più svincoli autostradali che Comuni, i turisti non vedranno l’ora di venire a respirare aria buona. Me li immagino da tutta Italia ad accorrere il centro visitatori a Chiomonte sul cantiere, un po’ come si va a vedere le Piramidi, grandi opere faraoniche espressione di un tempo che fu.

    • Esiste un cantiere a Chiomonte che lavora dal 2012, e nessuno si sarebbe nemmeno accorto della sua esistenza se non fosse per i NoTav che scassano la minchia. Il fatto che ogni giorno i NoTav vaneggino di disagi, camion, amianto, uranio, PM10, piramidi di smarino e malattie respiratorie, non rende le loro fantasie una realtà fattuale. È da anni che sparate cazzate su ogni cosa, smentiti puntualmente da fatto e dati oggettivi, ma c’è ancora qualche fesso ignorante che vi crede (fortunatamente pochi).

      • Se avessero preferito fare altro non indosserebbero una divisa il più delle volte sporca di sangue.
        Se non avessero iniziato a devastare la valle e sperperare denaro inutilmente non ci sarebbero i NOTAV e non ci sarebbero fortini. Ignoranti !

        • A volte per fare altro bisogna avere delle possibilità…in un Paese dove il lavoro è assente, molti ragazzi scelgono questo tipo di vita per avere uno stipendio e formare una famiglia…

        • Hanno scavato ciò che dovevano scavare, ovvero un tunnel geognostico (ora di servizio) di 7km, come da progetto. Così come a Saint Jean de Maurienne hanno scavato i primi 9km del tunnel di base, ovvero dove passerà il treno, nei modi e nei tempi previsti e nel completo silenzio dei NoTav che dovevano offrire ai babbei come te la narrazione del “i cantieri sono fermi”.

        • Ma si cosa parla lei,si informi prima di parlare e magari con altre fonti che non siano le chiacchiere da presidio.

  14. Mi associo a quanto detto da qualcuno in precedenza: le scritte sulle montagne, sui muri lungo le strade, le bandiere appese ovunque, questi sì che sono bellissimi biglietti da visita. Senza considerare i blocchi stradali che vengono effettuati durante le manifestazioni “pacifiche”. Eh sì, i no tav sanno come invogliare i turisti a visitare la nostra valle.

  15. Commenti fatti alcuni con il cuore altri con la mente, altri con la rabbia, altri lasciamo stare, ma la vita non è solo no tav o si tav, c’è altro.

  16. Speriamo che i turisti che invadono la statale di domenica solo per andare in alta valle nelle succursali di Torino, cioè Bardonecchia e dintorni, prendano l’autostrada, o meglio ancora il treno, così non inquinano e non creano incidenti.
    Comunque la bassa valle turisticamente parlando lascia a desiderare per mille altri motivi…che attrattiva rappresenta per esempio il camino stile centrale nucleare dei Simson posizionato tra San Didero e Bruzolo nella ex fonderia?? un pugno in un occhio, nessuno ha mai pensato di smantellarlo, di bonificare le aree attorno alla fabbrica e di renderla più attraente? O vogliamo parlare di cittadine come Bussoleno e Susa semi abbandonate, a Bussoleno una via Traforo da far west con negozi chiusi e case ingrigite mai ridipinte? E Susa? sarebbe carina, ma abbondano nei vicoli case abbandonate semi distrutte che di certo non sono un bel biglietto da visita… ce n’è strada da fare per rendere questa valle più ecologica e carina, magari con case ristrutturate, negozi tipici aperti, piste ciclabili e così via, ma attualmente non è solo il fortino ad imbruttirla purtroppo.

  17. Anche prima della Tav la bassa val Susa era deprimente, con ristoranti deprimenti, bar deprimenti, hotel deprimenti, centri storici deprimenti, ecc…ecc…. La Tav ha aggravato ma non di molto la situazione . ‍♂️

  18. Per colpa dei NO TAV questa costruzione ci costerà come minimo il triplo.
    Per colpa dei NO TAV abbiamo migliaia di agenti impegnati a fare nulla e non vigilare sulle strade
    Per colpa dei NO TAV in valle i sono gli antagonisti che saccheggiano, distruggono
    Per colpa dei NO TAV chi lavora è stato costretto più volte a ore di code sia in autostrada che in statale.
    Per colpa dei NO TAV che sporcano tutta la loro amata valle con scritte di vernice ovunque
    Per colpa dei NO TAV ci ritroviamo dei sindaci che dovrebbero andare a zappare la terra e non spalleggiare i facinorosi
    Per colpa dei NO TAV ci sono le case occupate(di proprietà dello stato) abusivamente e noi paghiamo
    Per colpa dei NO TAV……. noi paghiamo e loro rompono il cazzo.!!!

  19. Per colpa dei NO TAV questa costruzione ci costerà come minimo il triplo.
    Per colpa dei NO TAV abbiamo migliaia di agenti impegnati a fare nulla e non vigilare sulle strade
    Per colpa dei NO TAV in valle i sono gli antagonisti che saccheggiano, distruggono
    Per colpa dei NO TAV chi lavora è stato costretto più volte a ore di code sia in autostrada che in statale.
    Per colpa dei NO TAV che sporcano tutta la loro amata valle con scritte di vernice ovunque
    Per colpa dei NO TAV ci ritroviamo dei sindaci che dovrebbero andare a zappare la terra e non spalleggiare i facinorosi
    Per colpa dei NO TAV ci sono le case occupate(di proprietà dello stato) abusivamente e noi paghiamo
    Per colpa dei NO TAV……. noi paghiamo e loro rompono il cazzo.!!!

    • Non c’ eran i No Tav quando lo Stato italiano a proposto a quello francese di fare la Tav To-Lione pagando una buona parte della ferrovia francese.Quindi se paga tanto loro non c’ entrano. Deve capire se avessero fatto lar tav velocemente avrebbero smesso di mangiare i soldi a tutti, cosi’ magnan per un lungo periodo.

  20. In pieno accordo con Ester sottolineo il fatto che le aziende del territorio sono perennemente in crisi; meglio andarsene e lasciarla ai no tav!!!

  21. In qualità di ritardat* e fenomen* restituisco ai mittenti i cortesi apprezzamenti.
    Al solito Merovingio auguro un energico intervento della Divina Provvidenza o, in suo difetto, che qualche pusher gli regali qualche dose delle sostanze che cita in un intervento su tre.
    Sarà desiderio inappagato?

  22. Non c’ eran i No Tav quando lo Stato italiano a proposto a quello francese di fare la Tav To-Lione pagando una buona parte della ferrovia francese.Quindi se paga tanto loro non c’ entrano. Deve capire se avessero fatto lar tav velocemente avrebbero smesso di mangiare i soldi a tutti, cosi’ magnan per un lungo periodo.

  23. Giacche Blu. Sapevo che certi nativi pellerossa fossero usi a strappar via la loro pelle senza farli morire. Anche se va sempre bene una fucilata negli occhi.

  24. Cari valsusini dalla sacra al roccia melone non si vedono fortini, fili spinato e forze dell’ ordine ma guardando dall’ alto delle montagne tra cantieri, capannoni, camion e serpentoni autostradali non vi siete proprio fatti mancare nulla e, a quanto pare, il futuro non marca tanto meglio. Che dire? Contenti voi contenti tutti. Buona fortuna.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.