IL PARROCO DI CLAVIERE DENUNCIA I MIGRANTI PER L’OCCUPAZIONE ABUSIVA DEL SALONE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
I locali parrocchiali occupati dai migranti e dagli attivisti di “Chez Jesus” a Claviere (foto dalla pagina Facebook “Sei di Claviere se…”)

CLAVIERE – Il parroco di Claviere, don Angelo Bettoni, ha denunciato in procura l’occupazione del salone sottochiesa da parte dei migranti e degli attivisti del collettivo “Chez Jesus”, avvenuta nella notte di giovedì 22 marzo. Le ipotesi di reato sarebbero quelle di invasione di edificio altrui e danneggiamento. L’occupazione dei locali è stata rivendicata da tempo dal gruppo “Chez Jesus”, costituito da giovani torinesi, valsusini e appartenenti ai centri sociali, con lo scopo di aiutare i migranti che dall’Italia tentano di raggiungere la Francia passando dal Monginevro. In tutti questi mesi quegli spazi sono stati utilizzati come rifugio per gli stranieri che soggiornano prima di attraversare la frontiera. Ma non sono mancati gli episodi di tensione con i residenti e le forze dell’ordine italiane e francesi.

Il parroco e il sindaco di Claviere sono sempre stati contrari all’utilizzo delle sale per accogliere i migranti. Anche quando, nel mese di febbraio e prima dell’occupazione, alcuni scout e volontari cattolici dell’alta Val Susa chiesero di poter utilizzare “regolarmente” quegli spazi seguendo il modello attuato a Bardonecchia, in collaborazione con le associazioni di volontariato e il supporto delle istituzioni. Da Claviere la risposta fu negativa e un mese e mezzo dopo i migranti occuparono le sale, di proprietà comunale e da tempo assegnate alla chiesa tramite un’apposita convenzione. L’iniziativa è sempre stata tollerata dalla Diocesi di Susa, al punto che alla vigilia della Domenica delle Palme furono mandati due sacerdoti a Claviere per spiegare agli occupanti che potevano soggiornare nel salone senza problemi.

È atteso comunque entro settembre lo sgombero dei locali: il provvedimento è stato preannunciato da tempo dal collettivo “Chez Jesus”. Le operazioni da parte delle forze dell’ordine potrebbero svolgersi entro il mese di settembre, in concomitanza con l’apertura del nuovo centro per i migranti alternativo a Claviere e che nascerà a Oulx (a 15 chilometri al confine francese): sarà gestito dalla chiesa nei locali dei Salesiani tramite la onlus Talita Kum e con il contributo della Fondazione Magnetto.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

18 COMMENTI

    • 1 le ONLUS non c’entrano nulla MA TU PARLI DELLE ONG,
      2 LE FAMIGLIE BISOGNOSE DEVONO ESSERE ASSISTITE DALLO STATO altrimenti a cosa serve averne uno?
      3 Non è questione di essere comusti o meno AIUTARE I BISOGNOSI è un compito morale di TUTTI altrimenti non siamo più una società ma una accozzaglia di individui e allora SI SALVI CHI PUO’ compresi i poveri italiani

    • Unicef, save the children, lega del filo d oro, medici senza frontiere… sono onlus, ti fanno cosi schifo? Penso che aiutino per quel che possono anziani bambini e bisognosi, chissà il 5×1000 a chi lo destini…

  1. Avevo freddo e mi avete dato un mantello, avevo fame e mi avete dato da mangiare…….avevo bisogno di un riparo…….e mi avete denunciato alla Procura……

  2. Leggendo i giornali TUTTA Itaglia è per l’accoglienza. Sono di origine italiana, montagna di Condove, non obbligate a vergognarmi essere cattolico praticante al 50% e grande estimatore/tifoso sfegatato di Papa Badoglio.Dobbiamo accoglierli TUTTI perchè fuggono dalle sanguinose guerra che travagliano il Morocco da venti anni. Dio ricompensi
    “Ripartiranno da Rocca di Papa PER LE VARIE DIOCESI ITALIANE” Che catzo vuol dire? Prenderanno residenza negli spartani, disadorni Palazzi Vescovil, oppure ai Comuni verranno a mancare i soldi stornati da questi buonisti a scapito dei nostri terremotati, pensionati al minimo, vittime del Ponte di Genova……. Che bello fare i f****i con il Q***o degli altri ! Wiva Papa Badoglio.Santo subito.dio ricompensi i buonisti- Amén

  3. Caro preteeeee
    Il papa ha detto di accoglierli e tu che faiiiii???
    BEN VENUTO NELLA realtà dei finti buonisti quando l’orticello è il proprio si cambia vero?????
    Prima o poi entreranno anche nelle case di questi finti comunisti.. e poi ridiamo
    SI RIDEREMOOOO

    • il parroco è un POVERO DISGRAZIATO in senso UMANO e CRISTIANO, il sindaco è un vecchio RINCOGLIONITO che pensa solo a mantenere il cadreghino un un comune CHE NON HA NEMMENO DIRITTO DI ESISTERE. Quella è una proprietà pubblica a va usata a fini sociali compreso questo NON è DI PROPRIETà DEL SINDACO E NEMMENO DELLA CHIESA

  4. Finalmente forse si sta faticosamente tornando alla realtà. E con un sano pragmatismo si comincia a distinguere ciò che era chiaro fin dall’inizio: l’illegalità, la clandestinità, l’arroganza e la prepotenza non sono e non devono essere bene accette in uno stato di diritto e tra le persone oneste. Chi necessita di aiuto va aiutato, chi è in pericolo va salvato. Ma ci sono leggi e regole. Se si desidera partire, si chiedono permessi e visti. E con i 5 o 10 mila euro che costa il passaggio su un pericolante barcone si compra un biglietto aereo, si affitta una casa e ci si sostiene per i primi tempi. Questo fanno le persone oneste. Chi si comporta diversamente, fuori dalle regole, sceglie liberamente di essere irregolare e clandestino, e dovrà accettare di essere trattato di conseguenza, senza nulla pretendere. Non può pensare di meritare un premio per lo scampato pericolo. Chi merita un posto e una possibilità è chi arriva onestamente rispettando le regole. Gli altri hanno cominciato con il piede sbagliato.

  5. Non conosco la situazione di Claviere.
    Non so se gli occupanti in cambio del potenziale “disagio” che hanno creato hanno eseguito opere di lavoretti utili a quella comunità ( pulizia e manutenzione del territorio, giardino e aiuole della parrocchia; tinteggiatura di locali, compagnia e piccole commissioni a pesone anziane).
    Non so se si sono inventati altri modi per compensare l’ occupazione forzosa e dimostrarsi integrati e risorsa e non un peso.
    Non so se queste cose sono state a loro proposte, se hanno rifiutato , se a qualcuno è venuto in mente o se nessuno ci ha pensato.

    il fatto è che secondo me , poteva fare la differenza.
    La carità fine a se stessa sia essa per direttive morali, religiose, etiche o di partito, secondo me, toglie la dignità a chi la riceve che deve sempre togliersi il cappello verso il benefattore.
    Un lavoro, un impegno, un opera, un progetto restituiscono la libertà e smorzano la tensione sociale.
    Ma forse è proprio questo che NON si vuole che succeda.

    Mauro Galliano- Condove-

  6. A TUTTI VOI BUONINISTI E NON VORREI FAR NOTARE CHE IL BENE PUBBLICO NON VA TRATTATO COME HANNO FATTO LORO, 1° SFONDATO LE PORTE 2° APPROPRITI DI BENI ALTRUI 3° CREATO ACCAMPAMENTO CON ACCENSIONE DI FUOCHI A RIDOSSO DELLE PROPRIETA’ ALTRUI 4° FATTO DEI MURALES CON BOMBOLETTE SPRAY SUL MURO DELLA CHIESA 5° PRESO MA ZZE DA GOLF E TIRAVANO PALLINE VERSO I PRATI SOTTOSTANTI METTENDO A RISCHIO L’INCOLUMITA’ DI CHI PASSEGGIAVA NEI PRATI SOTTOSTANTI 6° APPESE BANDIERE SUI PALI INTORNO ALLA CHIESA 7° DURANTE LA SANTA MESSA SI SONO MESSI A GIOCARE A CALCIO BALILLA DAVANTI L’INGRESSO DELLA CHIESA 8° HANNO SPONTANEAMENTE BLOCCATO PIU’ VOLTE LA STRADA PER MANIFESTARE. TUTTO QUESTO VI SEMBRA CERCARE INTEGRAZIONE E COLLABORAZIONE CON CHI VI OSPITA?

  7. La religione, l oppio dei popoli, dimenticatevi giuseppe e maria in fuga perseguitati….se la storia non vi insegna almeno le vostre sacre letture …

      • Per essere cristiani non è richiesto di sostenere e favorire l’immigrazione clandestina, operando nelll’illegalità. Avete un concetto sbagliato di cristianità e di legalità. Siete dei poveretti. Falsi e ipocriti.

        • noi vorremmo sostenere e favorire l’immigrazione nella LEGALITA’, ma non si può. E VISTO CHE NON CI PENSA NESSUN’ALTRO ci arrangiamo come possiamo. MEGLIO COMMETTERE UNA ILLEGALITA’ COME QUESTA CHE LASCIARE CREPARE LA GENTE baciando pile e pregare che ci pensi IDDIO

  8. Te li porti a casa tua! Non pretendere di scaricarli sulla collettività di cui faccio parte anche io , pagatore di tasse, che non li voglio !

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.