VALSUSA, IL VIAGGIO DA INCUBO DI DUE SORELLE DOPO LE VACANZE: “BLOCCATE A BOLOGNA, SIAMO DOVUTE TORNARE IN TRENO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di IVO BLANDINO

FOGGIA / SANT’ANTONINO DI SUSA – Il viaggio di ritorno dalle vacanze in Puglia di due sorelle valsusine è diventato un incubo. A raccontare la brutta esperienza a ValsusaOggi è Stefania D’Errico, residente a Sant’Antonino di Susa. Il tutto è avvenuto sabato 21 agosto, con il viaggio di rientro dalla Puglia fino a Torino con le autolinee Flixbus.

“Sono salita sul bus ieri mattina a San Severo (Foggia) alle ore 10.30, dopo una breve vacanza nella mia casa al Gargano. In quei giorni di ferie mia sorella non è stata bene, ed era stata ricoverata all’ospedale di San Giovanni Rotondo. Quando l’hanno dimessa, siamo ripartite insieme dalla Puglia per raggiungere la Valsusa. Il bus ci avrebbe dovuto riportare Bologna, per poi prendere l’altro Flixbus per Torino. Ci era stato garantito che alle ore 18.30 saremo arrivati a Bologna per il cambio di pullman, ma in realtà siamo arrivati a destinazione con due ore e mezza di ritardo, a causa del traffico sull’autostrada”.

Risultato? Al loro arrivo a Bologna, avvenuto con due ore e mezza in ritardo, l’altro pullman Flixbus per Torino non le ha aspettate: era già partito. Così le due sorelle rimangono a piedi, bloccate a Bologna. “I due autisti non avevano nessuna colpa, anzi sono stati molto gentili – prosegue Stefania – arrivati a Bologna in ritardo, un autista ha subito chiamato la direzione per chiedere che cosa avremmo dovuto fare. La direzione ci ha fornito un altro biglietto Flixbus da Bologna a Milano per il giorno successivo, domenica 22 agosto, ma con partenza alle 4.05 del mattino. Poi da Milano avremmo dovuto prendere un altro bus Flixbus per arrivare finalmente a Torino, con la linea diretta a Parigi. E così io e mia sorella siamo dovute rimanere in stazione a Bologna”.

La delusione delle due sorelle è tanta: “È stato veramente un grosso disagio, non solo per me – aggiunge Stefania – ma anche per mia sorella, che era stata appena dimessa dall’ospedale e aveva i piedi gonfi. Con noi, nella stessa situazione, c’erano anche una signora con bambino e un altro ragazzo. Siamo delusi dal fatto che la direzione di Flixbus si è limitata a darci un biglietto per il giorno successivo, fregandosene del fatto che avremmo dovuto dormire una notte a Bologna. Il tutto senza neanche proporci la possibilità di pernottamento in hotel”.

E così le due sorelle si sono dovute arrangiare: “A nostre spese abbiamo acquistato il biglietto del treno Frecciarossa da Bologna a Torino, pagando 82,50 euro. Abbiamo dovuto prendere il Frecciarossa perché a quell’ora non c’erano altri treni disponibili per arrivare a Torino. Fino al giorno successivo, era l’unico mezzo per ritornare a casa e in quelle condizioni non volevamo assolutamente passare la notte in stazione a Bologna. Alla fine siamo arrivate nel capoluogo piemontese intorno alle 23. Ad attenderci c’era mia nipote, che in auto ci ha riportato finalmente in Valsusa. Ma siamo davvero deluse e dispiaciute per quanto avvenuto”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

21 COMMENTI

  1. Siamo in Italia, non dimentichiamolo mai! Tanto meno quando siamo in vacanza… L’unica oasi sicura è e rimane l’enclave di casa nostra.

  2. Eh ho capito, ma mettiamoci dalla parte di Flixbus: mica è colpa loro se c’era traffico…. diverso sarebbe stato il caso del bus guasto, ma mica devono pagare l’hotel per un ritardo per traffico…

  3. Cosa c’entra l’Italia! Flixbus è un’azienda tedesca. Spiace per la disavventura, ma quando si utilizzano questi mezzi di trasporto, i limiti e gli svantaggi sono chiari. Se c’è traffico il bus non puo’ volare, e in caso di dissidi la compagnia non fa altro che proporre il viaggio sul bus successivo.

  4. Foggia – Torino con Trenitalia sono circa 8 ore di viaggio.
    Certo ha un costo superiore ma ora non sareste qui a lamentarvi come due bambine capricciose per un ritardo che può capitare utilizzando mezzi economici.

    • Insulti gratuiti cosi….dall alto del suo essere…boh, ferroviere? Parliamodell inferno dei pendolari che viaggianosulle splendide ferrovie italiane? Impari l educazione!

  5. Se si sceglie un servizio economico come lo è Flixbus, il biglietto omaggio credo sia il massimo a cui si possa sperare… addirittura una sistemazione per la notte in hotel sarebbe una perdita netta di ricavi. Viaggiare su strada è il modo più incerto sui tempi ed anche il più pericoloso.

  6. Addirittura far scrivere un articolo? Però, in questi tempi bui e incerti, non è un sollievo per tutti sapere che esiste gente per cui questi piccoli contrattempi durante le vacanze sono difficoltà insormontabili e i grandi problemi della vita?

  7. Direi che le due signore sono già state molto fortunate nell’avere rimborsato il biglietto. Cosa volevate? Un hotel con piscina e una SPA con bagno turco?
    Non c’è limite al peggio veramente, con tutti i problemi che ci sono attualmente in Italia ci soffermiamo a scrivere queste righe ridicole. Ci sono persone per la quale le VACANZE sono una lontana chimera. Saluti

  8. Non capisco la lamentela. Quando si fanno questo tipo di viaggi il ritardo è da mettere in conto e le “coincidenze”
    non esistono. Tempo fa ho perso un volo intercontinentale per pochi minuti a causa del volo continentale precedente che ha fatto mezz’ora di ritardo. L’aereo non ha certo atteso me. Ho dovuto stare 12 ore in aeroporto e ripartire con 12 ore di ritardo. Più che offrirti un poso sul prossimo volo (o autobus) cosa dovrebbero fare? Se prendevate subito il freccia rossa questo tipo di problemi ve li risparmiavate, anche in caso di ritardi o soppressioni. Flixbus non è un servizio per chi si aspetta tempi certi di arrivo.

  9. “Bambine capricciose” è un insulto?
    Nel caso che ci occupa è quasi un complimento e si evince dagli altri commenti.
    E il suo confronto con i pendolari è completamente fuori tema.
    Invece in quanto ad insulti ed maleducazione mi sembra che lei sia molto preparato.

  10. Volete spendere poco…
    Non lamentatevi poi per ritardi e disagi, peraltro ad agosto il trasporto su gomma è difficile pretendere che spacchi il minuto.
    Poi far fare un’ articolo per questo..??
    Ridicolo è peggio ancora ridicolo pubblicarlo

  11. Ma davvero una vicenda simile merita un articolo ? Ma nei viaggio che ho fatto allora avrei dovuto riempire le pagine, quando si viaggia queste storie sono normali.
    Ma allora cosa facciamo, una articolo perché sono andato in panetteria ed è finito il pane ? O un articolo su una gomma bucata ? Ma cosa si inventa per riempire lo spazio ? E cosa sarà mai ?

  12. Ma davvero una vicenda simile merita un articolo ? Ma nei viaggio che ho fatto allora avrei dovuto riempire le pagine, quando si viaggia queste storie sono normali.
    Ma allora cosa facciamo, una articolo perché sono andato in panetteria ed è finito il pane ? O un articolo su una gomma bucata ? Ma cosa si inventa per riempire lo spazio ? E cosa sarà mai ?

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.