VALSUSA, INCIDENTE A32: “LA SITAF HA FATTO TUTTO IL POSSIBILE?”, INTERROGAZIONE AL MINISTRO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DI SILVIA FREGOLENT (Deputata di Italia Viva)

“Verificare che Sitaf abbia garantito la sicurezza del manto stradale dell’autostrada A32, anche in relazione all’allerta meteo emanata da tempo, ed appurare che gli interventi di manutenzione siano stati correttamente realizzati dalla società concessionaria”. È quanto chiede Silvia Fregolent, deputata di Italia Viva, al neo ministro delle Infrastrutture e Trasporti Enrico Giovannini, in una interrogazione depositata oggi, mercoledì 17 febbraio, a Montecitorio. L’atto di sindacato ispettivo si riferisce al maxi tamponamento che il 14 febbraio ha coinvolto, nel tratto tra Torino e Bardonecchia, 25 mezzi causando la morte di due persone e 31 feriti.

“L’incidente dei giorni scorsi è stato drammatico. È necessario chiarire, senza accusare preventivamente nessuno, se sia stato fatto tutto il possibile per garantire la sicurezza degli automobilisti. È altrettanto opportuno valutare se sia utile assumere altre iniziative mirate per rivedere e ampliare i protocolli di sicurezza da predisporre in situazioni similari, coinvolgendo gli enti locali interessati, per prevenire tragici episodi simili soprattutto in concomitanza con fenomeni meteorologici avversi che si stanno verificando con sempre maggiore frequenza” – conclude Silvia Fregolent.

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

13 COMMENTI

  1. Mi sembra abbastanza evidente che se la Sitaf, nell’ambito del cosiddetto “piano neve o invernale”, avesse secondo protocollo attivato tempestivamente – in previsione della gelata come segnalato dal meteo, ma soprattutto dai propri sensori che dovrebbero essere attivi sull’intera tratta – lo spargimento del cloruro di calcio, probabilmente si sarebbe evitato il doloroso incidente. Ma si sa, il cloruro di calcio, o suoi sostituti, costano…

  2. La sig.ra deputata probabilmente, deve fare scena e pubblicità gratuita ?? sapendo probabilmente molto poco di cosa sia successo (?). Senza nulla togliere a Sitaf (a me poco simpatica), ma per dovere di cronaca occorre dire che il venerdì sera c’erano un sacco di mezzi in autostrada che spargevano sale. Sarebbe opportuno vedere i filmati delle decine di telecamere, ascoltare le testimonianze e probabilmente capire a quale velocità andavano quelli che hanno preso in pieno le macchine che erano già ferme ed in coda!!!. Basta sentire alcune interviste. e poi magari controllare anche i cellulari dei veicoli coinvolti…

  3. Dopo questa interrogazione al ministro, da parte di una esponente del partito di renzi sono più tranquillo…….riprenderò la A32.

  4. In molti continueremo ad essere ancora più tranquilli evitando di prenderla.
    La Sitaf non ha mai avuto troppi riguardi verso la Valle ed i suoi abitanti ma la A32 ogni giorno, del tutto involontariamente, ci restituisce la “ricaduta” (effetto collaterale e secondario di esito positivo) della sottrazione di traffico alla viabilità ordinaria come l’immediato intasamento formatosi sabato scorso ha chiaramente evidenziato.
    E’ questo quindi un ottimo motivo per decidere di impiegare qualche minuto in più scegliendo la Statale/Regionale 24.
    In eguale modo la A32 ci dispensa le sue “nocività” (effetti collaterali e secondari di esito negativo come il rilascio di inquinanti e polveri sottili o la convivenza con affarismi in sospetto di essere al limite del lecito) che in qualche modo ne sono la contropartita.
    Sono questi quindi altrettanto ottimi motivi per decidere di impiegare qualche minuto in più ripetendo la medesima scelta, sottraendosi oltretutto all’esoso pedaggio.

    • Perché se fai la statale la tua macchina produce essenze profumate, e non nocive polveri sottili. Peraltro percorrendo una strada più lunga e tortuosa i consumi, e quindi gli inquinanti, sono proporzionalmente superiori a parità di partenza e arrivo. Resta il dubbio se tu ci sia o ci faccia. Comunque non sono tutti pensionati che possono permettersi il lusso di evitare l’autostrada o passare le proprie giornate a guardare i cantieri sulla statale.

  5. evidente che la procura della repubblica acquisirá video e foto del sinistro anche non nella disponibilitá dei quotidiani. Altresí testimonianze e dati da cui avere un quadro definitivo con previsioni meteo, azioni preventivate, azioni svolte e nesso di causalità. Almeno le procure non viaggiano sulla fiducia come i governi. Saluti.

  6. Certo che non hanno fatto niente..
    In più mi viene da ridere or piangere, una iscritta a I. Viva, che fa una interrogazione, via l’articolo 18, regalato un pezzo di mare ai francesi, fate solo danni, siete peggio della Sitaf.
    Andate a casa che si siamo rotti i coglioni.

  7. Purtroppo hanno un asso nella manica: La rilevazione delle velocità delle macchine coinvolte poco prima del sinistro: Non proprio da autostrade Italiane…

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.