VALSUSA, LA BORGATA SENZA ACQUA: “IL COMUNE DI OULX FACCIA QUALCOSA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di LORENZO FALETTI

OULX – Mi collego alla lettera del 4 agosto della mamma di Frazione Martinetti che lamenta la carente fornitura di acqua potabile, segnalando che la borgata Villard di Oulx nella quale vivo gran parte dell’anno non riceve acqua da una decina di giorni per inaridimento della sorgente di alimentazione. Smat ha fornito boccioni e installato due serbatoi di erogazione ai quali bisogna attingere con taniche per soddisfare tutte le esigenze, comprese il lavaggio dei panni e i servizi igienici.

Non basta accusare la carenza di precipitazioni: il cosiddetto acquedotto è in realtà nato come impianto antincendio (ricordiamo ai vigili del fuoco di portare, nel malaugurato caso di intervento, autobotti di larghezza inferiore ai 2.50 metri per il passaggio della strada di accesso in borgata Rollieres); i tubi di mandata sono fuori terra, causando in passato episodi di congelamento; non si è mai effettuata alcuna ricerca di nuove captazioni, tantomeno progettato un allacciamento al nuovo Acquedotto di Valle oppure un accesso alle risorse idriche del rio Perilleux come le non lontane borgate Gleise.

Smat non solo non garantisce il servizio, ma da sempre fa pagare sulle bollette una quota per l’inesistente impianto di fognatura. I proprietari della borgata si sono infatti dotati a proprie spese nel 2009 di un impianto autonomo realizzato a norma di legge e in questa sede hanno provveduto a interrare i tubi dell’acquedotto in modo da evitare nuovi rischi di congelamento. Questo ha anche consentito di realizzare un impianto di erogazione del GPL con bombolone unico interrato, in quanto la frazione non è raggiunta dal metanodotto (che alimenta peraltro le Gleise).

È quindi indispensabile che l’Amministrazione Comunale decida di attivarsi, come mai avvenuto in passato, per obbligare le aziende fornitrici a colmare queste lacune, in considerazione sia dei contratti di servizio, sia della rinnovata attività della borgata che ha visto crescere il numero dei residenti e dei villeggianti.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

Rispondi a morena Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.