VALSUSA, LA CARTON RAPID RACE POTREBBE TORNARE A OULX: “NEL 2022 NOI CI SAREMO, SE CI SARÀ PERMESSO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
OULX – Anche se siamo tornati da poco in zona bianca, una cosa è certa: la Carton Rapid Race è stata annullata anche quest’anno. Se ne riparlerà nell’estate 2022.
E negli ultimi tempi, prima che la pandemia Covid prendesse il sopravvento, era emerso il possibile “addio” dell’evento, con lo spostamento dalla Valsusa al Canavese o in Trentino.
Ma per la prossima estate potrebbero esserci delle sorprese, se il Comune di Oulx e gli organizzatori della Carton troveranno un accordo.
A destra Gaetano La Porta, organizzatore della Carton Rapid Race a Oulx, nel 2019 con Rota (Le Baite), Terzolo (sindaco di Oulx) e Allemand (assessore di Oulx)

A parlarne con ValsusaOggi sono infatti gli stessi organizzatori dell’evento, che aprono ad un eventuale ritorno a Oulx nel 2022: “La Carton Rapid Race è un contenitore indubbiamente aggregativo – spiegano gli organizzatori a ValsusaOggi – la situazione è sicuramente dibattuta sotto molti punti di vista. Una pandemia che non dà tregua, ma solo sporadici attimi di respiro, e poi Comuni esigenti oltre i limiti, un contenzioso legale che dopo quattro anni non trova il suo giusto epilogo (con il Comune di Oulx ndR)…ma stiamo parlando di un evento unico al mondo, che si è tenuto in un paese e in un territorio spaccato fra due posizioni opposte riguardo la Carton Rapid Race. Da un lato ci sono quelli che “lo vogliamo ad ogni costo”, e dall’altra ci sono i “No…noi vogliamo una montagna tranquilla”.

Quindi cosa accadrà fra un anno? La Carton andrà in Trentino o rimarrà a Oulx? “Stiamo parlando di un evento che, prima della pandemia, si preparava alla sua 30ª edizione – rispondono gli organizzatori della Carton – sarebbe stato un evento “storico” in valle, amatissimo e con al seguito almeno 30.000 persone disposte a tutto. Con delle barche in cartone che sono dei veri e propri gioielli artistici, realizzate con competenze ingegneristiche, fantasia, manufatti allegorici espressione spesso di situazioni politiche e sociali che affrontano i temi della contemporaneità”.
Insomma, pare proprio che gli organizzatori non vogliano più lasciare la Valsusa: “A Oulx con noi c’erano un grande partner come il Crai, le scuole, il Politecnico di Torino, lo Ied ed associazioni di vario genere che adesso hanno l’amaro in bocca” aggiungono gli organizzatori della Carton Rapid Race “questa è la nostra parola come organizzatori: se ci sarà permesso (dal Comune di Oulx ndR) noi non mancheremo nel 2022”.
Proprio per questo, nonostante tutto “stiamo lavorando anche ad una Carton invernale, speriamo che la Valsusa permetta all’evento di rimanere nel territorio che ci ha fatti crescere. L’alternativa è il Trentino Alto Adige, ma il cuore della Carton Rapid Race è sulla Dora”.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

5 COMMENTI

  1. Speriamo in bene e che torni nel 2022, per quanto riguarda quelli della fazione “No…noi vogliamo una montagna tranquilla”, possono sempre mettere in vendita le roulotte in cui vivono, hanno un anno di tempo e lasciare vivere la gente.
    Poi magari chissà, perché non chiedere anche ai no tav, no vax, terrapiattisti, complottisti e idioti simili ??.
    Speriamo in bene e che torni nel 2022.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.