MEANA DI SUSA, LA COPPIA CHE VIVE IN AUTO ORA HA UNA CASA: “GRAZIE A VALSUSAOGGI E A TUTTI GLI ANGELI CHE CI HANNO AIUTATO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di ANDREA MUSACCHIO

MEANA DI SUSA – L’incubo di Mario e Ivanna è ufficialmente finito. La coppia che per circa due settimane ha dovuto vivere nella propria auto, ha trovato un’abitazione dove stare nei prossimi giorni. Dopo l’aiuto fornito dalla famiglia Lussu, durante la settimana scorsa, Mario e Ivanna sono tornati a dormire nella propria vettura domenica.

Oggi, lunedì 24 giugno, il sindaco ha ricevuto la coppia in Comune, offrendo loro una soluzione abitativa: “Vogliamo ringraziare il sindaco – spiega Mario a ValsusaOggi – ci ha trovato una casetta dove poter vivere temporaneamente e in modo dignitoso, per poter fare una doccia e mangiare un piatto di pasta”.

Mario e Ivanna ringraziano la famiglia Lussu, che per primi li hanno ospitati senza esitazioni e con grande generosità, così come le tante persone che in questi giorni si sono sentite toccate dalla loro storia, pubblicata su ValsusaOggi, offrendo loro cibo e coperte.

“Ringraziamo tutti quanti, specialmente la redazione di ValsusaOggi e tutti questi angeli che ci hanno aiutato – racconta commossa Ivanna – ancora grazie davvero alla famiglia Lussu, al signor Aldo, a don Enzo parrocco di Meana, il quale ci ha portato due scatoloni di cibo. Ringraziamo anche il “Rifugio micioso i gatti di nonna Mela”, che ci ha dato una mano offrendoci da mangiare per i nostri cani. Siete degli angeli”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

4 COMMENTI

  1. W, speriamo che presto venga demolita la casa pericolante e resa agibile la loro nuova abitazione… è grandioso che umani e cani non siano stati separati in questa triste vicenda piena di solidarietà!

  2. In questi tempi queste storie toccanti fanno molta notizia…come chi non lavora che compie gesti strani….onestamente non ricordo che abbia fatto notizia quell’ uomo con 5 figli a carico e con la moglie malata quando il datore di lavoro mori’ e il fratello non lo prese nell’ altra azienda e dire che chiese aiuto ai sindacati che non fecero nulla….Parlo di mio padre ! Ma si vede che nel mondo le persone vengono inserite in categorie e importanza , sara’ il caso che faccia pure io lo stesso visto che anche il sindacalista un giorno mi disse che l’ art.15.della legge 18 del 2008 non esiste…..vedro’ pure io di co siderarli inesistenti. Buone cose alla coppia , forza e non perdete le speranze.

    • Toccante anche la storia di Elisabetta, alla quale dico, in caso di problemi seri, le prime persone che non devi sperare che ti possano aiutare sono i Politici, ed il sindacato , è Politico, gli aiuti li trovi da gente semplice gente con il cuore, e senza tornaconti, Amici e conoscenti occasionali, quindi consiglio coltivane più che puo, un die possono tornarti utili, nel frattempo se puoi aiuta sempre, la gelosia e una bruttissima bestia, non produce nulla di buono nella vita, anzi impara sempre un secondo mestiere anche per passione, serve per diversificare il lavoro, saper fare più cose può salvarci l’esistenza, i mestieri oggi sembrano sempre più precari, dobbiamo diversificare il nostro saper fare… auguri… Musio Maurizio…

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.