VALSUSA, LA FORMAZIONE SI FA ALLA SACRA DI SAN MICHELE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

COMUNICATO STAMPA DI UNIONE MONTANA VALLE SUSA

CHIUSA SAN MICHELE – Dopo l’interruzione forzata a causa della pandemia, sabato 14 maggio la Sacra di San Michele riprenderà a ospitare il tradizionale momento di formazione per insegnanti, organizzato con Unione Montana Valle Susa, ITC Galilei di Avigliana, Sacra Natura ANISN Piemonte, Associazione Italiana di Geologia & Turismo e Meridiani società scientifica.

Un appuntamento, intitolato “Ricominciamo dalla terra”, che intende affrontare una riflessione sulle opportunità che l’Arte, la Natura, le eccellenze enogastronomiche rappresentano per il territorio in un’ottica di sostenibilità: un quadro in cui la scuola può e deve giocare un ruolo importante. La giornata, che ha già registrato il “tutto esaurito”, sarà un’occasione di stimolo per gli insegnanti, che saranno poi chiamati a trasmettere agli studenti quei saperi che li renderanno cittadini attivi e partecipi, consapevoli dei loro doveri (anche in tema di sostenibilità ambientale) e del contributo che potranno dare allo sviluppo del territorio.

L’evento formativo si aprirà in Foresteria grande, con i saluti istituzionali del vicepresidente dell’Unione Montana Valle Susa Andrea Archinà e del dirigente dell’ITC Galilei di Avigliana Gian Carlo Vittone e del rettore della Sacra Don Claudio Massimiliano Papa. La mattinata proseguirà quindi con un denso programma di conferenze: “Gustare il territorio” con Flavio Servato e Gianni Boschis, “Antiche tradizioni traghettano nuovi orizzonti” di Luca Cavallo, “Le eccellenze enogastronomiche e loro valorizzazione” di Giuseppe Zeppa, “Comunicare emozioni su sentieri millenari” ancora di Gianni Boschis, “Giovani ambassador, Valsusa slow tourism” degli studenti dell’ITC Galilei. Conclude la mattinata l’intervento dell’assessore dell’Unione Montana Luca Giai.

Nel pomeriggio si proseguirà con la visita guidata all’Abbazia e alla sua storica cava, con dimostrazione di scultura delle pietre verdi da parte di Frans Ferzini e, a seguire, un momento musicale a cura dell’Ensemble vocale a cappella “Novi Cantores Torino”. La giornata si concluderà con la consegna attestati di partecipazione da parte di Fabrizio Borgesa, sindaco di Chiusa San Michele.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.