VALSUSA, LA PARRUCCHIERA CHE DONA I CAPELLI ALLE MALATE DI CANCRO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
In foto Simona Martini

di ANDREA MUSACCHIO

BUTTIGLIERA ALTA – “Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quando amore mettiamo nel dare”. Nel giorno della festa della Donna, ci siamo affidati alle parole di una grandissima donna per raccontarvi una bella storia. Infatti, attraverso il celebre aforisma di Madre Teresa di Calcutta, vi raccontiamo quello che succede all’interno del salone della parrucchiera Simona Martina, titolare dell’omonimo centro Semplicemente Simona Martini, a Buttigliera Alta.

Da 3 anni a questa parte, all’interno del salone valsusino, è possibile donare capelli per le donne malate di cancro. Grazie alla collaborazione con la onlus Un angelo per capello, donne di ogni età decidono di donare i propri capelli a ragazze meno fortunate, che in questo momento stanno giocando la partita più importante della loro vita.

Per noi è sempre emozionante – racconta Simona, ai microfoni di ValsusaOggi – L’iniziativa è partita tre anni fa per merito di una nostra cliente, la quale decise di tagliarsi i capelli per donarli a donne e ragazze oncologiche. Da lì è nata la collaborazione con la Onlus Un angelo per capello. Una volta ricevuti i capelli, loro li lavorano e creano le parrucche. Noi, come centro, abbiamo deciso di omaggiare le nostre clienti, non facendole pagare il taglio“.

A incrementare il numero di donazioni, favorendo di fatto questa bellissima iniziativa, ci ha pensato il Covid-19 e il conseguente lockdown di marzo e aprile scorsi. “Chiaramente non potendo andare dalla parrucchiera in quei giorni, i capelli sono cresciuti a dismisura. Questo ha portato e facilitato molte donne a donare – prosegue – Ma la cosa che più ci affascina è che le donatrici sono molte ragazze. Un dato importante sotto molteplici aspetti, ma che rende più facile la creazione di parrucche, in quanto i capelli sono di un colore naturale“.

Nonostante questo impegno vada avanti da circa 3 anni, per Simona Martini e il suo staff è sempre una grande emozione. “Il sentimento è sempre forte – conclude – Vedere ragazze e donne di qualsiasi età emozionarsi per questo gesto, non può lasciarti indifferente. Poi chiaramente le donazioni sono anonime, però quando leggiamo le testimonianze delle pazienti oncologiche, che sono felici di aver ricevuto i capelli, una lacrima scappa. Perché noi sappiamo che quei capelli arrivano da noi“.

Un’iniziativa lodevole, che nel giorno della festa della Donna – senza utilizzare frasi fatte o livelli alti di retorica – è giusto sottolineare, perché le storie belle vanno raccontante. Sempre.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.