SAUZE D’OULX, LA STORIA DI PIETRO E ADRIANA: DAL 2008 VIVONO IN ALPEGGIO TUTTO L’ANNO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

DALL’UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI SAUZE D’OULX 

SAUZE D’OULX – Vivere in alpeggio tutto l’anno si può. Almeno a Sauze d’Oulx si può. È questa la scelta di vita che ha fatto Piero Rege che quest’anno taglia lo storico traguardo dei 10 anni di vita d’alpeggio 365 giorni l’anno. Dal 1990 Piero Rege sale all’alpeggio dell’Alpe Laune a quota 2050 metri. Prima ovviamente d’estate, come tanti suoi colleghi allevatori. Poi nel 2008 la decisione eroica di vivere l’alpeggio tutto l’anno: inverno compreso. Così da dieci anni a questa parte Piero e la compagna Adriana vivono tutto l’anno a 2050 metri con le loro 30 mucche di razza grigio alpina. Qui Piero e Adriana producono toma, toma fontinata, formaggio fresco e burro che poi il venerdì, sabato e domenica Piero vende al mercato di Sauze d’Oulx in piazza Terzo Reggimento Alpini, lato Derby. Mercato che nel periodo natalizio diventa quotidiano. Ed in estate all’alpeggio salgono altri 250 capi che vengono condotti al pascolo vagante, seguiti da Sandro Leschiera e Manuela Giacone.

Una scelta di vita che Piero rifarebbe senza problemi: “Il primo anno è stato ovviamente un esperimento. Volevamo capire se e come si poteva vivere tutto l’anno in alpeggio. Ci siamo adattati e abbiamo visto che non era impossibile. Anzi era una scelta che si poteva ripetere e così dal 2008 viviamo tutto l’anno in alpeggio. Abbiamo quindi una bella scorta di viveri per noi e di fieno per i nostri animali e siamo pronti ad affrontare anche un inverno ricco di neve come quello di quest’anno. Per i collegamenti abbiamo la motoslitta e riusciamo quindi a condurre una vita assolutamente normale, nulla di particolarmente eroico. In primavera poi la nostra mandria cresce e iniziamo a pascolare da quota 1500 metri per salire gradualmente sino a 2500 metri portando gli animali al pascolo su terreni comunali e di privati”.

Una produzione di formaggio che incontra il gusto dei turisti come conferma Piero Rege: “I nostri formaggi d’alpeggio hanno un gusto particolare, anche perché il fieno che utilizziamo in inverno è esclusivamente locale perché seguiamo in disciplinare comunale per la produzione del formaggio Deco. Piacciono perché quest’inverno abbiamo fatto fatica a far stagionare le tome, tanta era la richiesta del mercato”. La Deco (denominazione comunale) che è quindi un valore aggiunto come conferma ancora Rege: “Grazie all’adesione al disciplinare possiamo utilizzare la carta dedicata, i sacchetti, dei contributi e riusciamo quindi a dare un’immagine di territorio completa”.

Sul progetto del formaggio Deco crede molto il sindaco Mauro Meneguzzi: “Per noi l’esperienza di Piero Rege è un valore aggiunto alla nostra montagna. Appoggiamo in pieno questa sua idea di vivere l’alpeggio 365 giorni l’anno e cerchiamo di sostenere le sue produzioni, come quelle di tutti coloro che scelgono di sposare il nostro progetto della Deco. Come Comune di Sauze investiamo risorse sull’agricoltura di montagna perché la riteniamo assolutamente complementare con il nostro turismo e come risorsa che valorizza il territorio, l’ambiente ed il paesaggio”. Il sindaco Meneguzzi presenta la Deco dei formaggi: “Abbiamo affidato al Consorzio Forestale Alta Valle Susa la stesura del disciplinare di produzione di un formaggio tipico di valle denominato Toma di Sauze d’Oulx e certificato con la Deco, la denominazione comunale di origine. Una Deco che si unisce a quelle già esistenti della Patata di Montagna e delle Erbe Officinali. Base al disciplinare la Toma Deco di Sauze d’Oulx deve rispondere a requisiti ben specifici. Per chi fa richiesta del marchio come Rege, sarà soggetto a controlli da parte del Consorzio Forestale a tutela del produttore stesso, del Comune che ne è promotore e soprattutto del consumatore”. Un ultimo consiglio è quello di assaggiare la Toma Deco di Sauze d’Oulx per scoprire un gusto unico ed inimitabile.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

5 COMMENTI

  1. I’m a tourist from Australia and visiting the farm tomorrow to see his amazing cheeses I tasted this morning at the market of Sauze d Oulx!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.