VALSUSA, L’UNIONE MONTANA SU TAV E COMPENSAZIONI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UNIONE MONTANA VALLE SUSA

BUSSOLENO – La salvaguardia del territorio, i cui costi vanno ben oltre le risorse finanziarie dei bilanci comunali, non può essere assoggettata alla realizzazione della nuova linea ferroviaria alta velocità. Sono questi i termini con cui l’Unione Montana Valle Susa, attraverso una delibera di giunta approvata ieri, ha espresso la propria contrarietà al documento che lega alcune opere di salvaguardia, riqualificazione e messa in sicurezza del territorio alle compensazioni Tav.

Opere afferenti alla Protezione civile, ambito la cui responsabilità è dei sindaci, che si trovano così contesi tra la necessità di trovare i fondi per realizzare interventi necessari per la difesa del loro territorio e l’ambiguità di accettare finanziamenti legati all’alta velocità di cui non solo non riscontrano utilità, ma anche potenziali danni.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

4 COMMENTI

  1. Un ente non votato da nessuno, che non rappresenta nessuno, che si copre continuamente di ridicolo avvallando le iniziative di sta gentaglia NoTav. Che schifo.

Rispondi a Giò Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.