VALSUSA, MINI TOUR DELLE CHIESE CON LETTURE E SPETTACOLI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di TANGRAM TEATRO

Il fittissimo cartellone degli eventi del Festival Teatro e Letteratura 2019 continua fino al 17 agosto senza sosta! Dal 5 all’8 agosto ci si sposta dal Forte di Exilles per un mini tour delle più belle chiese della valle, in collaborazione con il Museo Diocesano di Susa, per quattro appuntamenti in compagnia di Bruno Maria Ferraro e Lucilla Giagnoni

PERCORSO DI VALORIZZAZIONE DELLE CHIESE STORICHE DELL’ALTA VALLE DI SUSA

SUSA – Chiesa di Santa Maria del Ponte lunedì 5 agosto h 18.00

DANTE BLOB letture e incursioni itineranti del cinema, dell’arte, del fumetto e del teatro nella Divina Commedia di Dante Alighieri.

Con Bruno Maria Ferraro Musiche originali di Gianluca Misiti Montaggio immagini Gianni De Matteis Progetto realizzato in collaborazione con il Centro Studi Dantesco di Ravenna.

Nessuna altra opera ha così influenzato il nostro immaginario, ha modellato le nostre paure e ci ha messo a confronto con i nostri limiti. “L’architettura” straordinaria che Dante crea influenza da quel momento in poi ogni tentativo artistico di dare forma o pensiero all’aldi là.

SAVOULX – Chiesa di San Gregorio Magno martedì 6 agosto h 21.00

DANTE E LA MONTAGNA Letture e ragionamenti sulla DIVINA COMMEDIA

Un progetto di Lucilla Giagnoni con Lucilla Giagnoni musiche originali Paolo Pizzimenti segretaria di produzione Elisa Zanino

La montagna da sempre suggerisce l’incontro col Divino. Quasi tutte le civiltà hanno collocato gli dei ad abitare sulla cima di un monte. I monti sono la congiunzione fra la terra e il cielo. La terra, dove viviamo il nostro inferno quotidiano. Il cielo, il luogo del paradiso sognato. La montagna è luogo dove l’aria diventa più pura, ma anche difficile da respirare. Chi riesce a scalare la montagna e a tornare giù, non è più lo stesso. Il Purgatorio dantesco è un pellegrinaggio verso l’alto, è sul ritmo del passo che si scandisce il ritmo della Poesia.

SAUZE DI CESANA – Chiesa di San Restituto mercoledì 7 agosto h 18.00

PACEM IN TERRIS meditazione teatrale, scritta e interpretata da Lucilla Giagnoni ideata da Emanuele Roncalli ed Emanuele Motta.

La “Pacem in terris” di Giovanni XXIII da molti è stata accolta come il testamento che il “Papa buono”, come un padre, lasciava a tutta la Famiglia umana. Dopo mezzo secolo, la Pacem in terris conserva una straordinaria attualità e suona in molte parti come una profezia che ci aiuta a cercare e riconoscere le responsabilità di quello che siamo oggi, con forti stimoli per alimentare la speranza in una possibile ripresa del cammino dell’umanità lungo vie di pace. I pensieri e la voce femminile, intensa, dell’artista Lucilla Giagnoni, nata negli anni ’60, ripercorrono gli ultimi cinquant’anni della nostra storia, letti alla luce delle parole e dei concetti-chiave di questa Enciclica. Essa parla ai singoli non meno che alle comunità politiche non solo nazionali ma internazionali e sovranazionali. La guerra ha un volto spietato: uccide, tortura, stupra, fa stragi, bombarda, come vicino a noi anche oggi sta avvenendo. Ma la guerra ha anche altre facce e usa altre armi e campi di battaglia: il lavoro, il cibo, la salute, i diritti, il denaro.

SAUZE D’OULX – Chiesa di San Giovanni Battista giovedì 8 agosto h 21.00

Variazioni sul Cantico dei Cantici con Bruno Maria Ferraro materiali letterari e musicali da Padre Enzo Bianchi, Francesco Piccolo, Ivano Fossati, la Bibbia, Leonard Cohen, Giorgio Gaber, Joseph Conrad arrangiamenti musicali di Gigi Venegoni.

Cantare una canzone, accarezzare una poesia, ridare vita al Cantico dei Cantici non è un’operazione intellettuale, è una necessità fisica. Bruno Maria Ferraro e Ivana Ferri costruiscono un percorso di testi e canzoni finalizzato alla lettura del Cantico dei Cantici. ” Il mondo intero non vale il giorno in cui è stato dato ad Israele il Cantico dei cantici” diceva alla fine del I secolo il rabbino Aquibà. A laici, credenti, atei, cattolici, a chi non sa bene cosa pensare, chiediamo di condividere con noi questa passeggiata musicale e letteraria alla ricerca di quella zona geografica della nostra mente dove l’amore è spirito ma anche materia. E dove l’uomo è forse migliore.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.