VALSUSA, MULTATO IL RISTORANTE APERTO PER PROTESTA: SANZIONI ANCHE AI CLIENTI E 5 GIORNI DI CHIUSURA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di IVO BLANDINO E ANDREA MUSACCHIO

CHIANOCCO – Come prevedibile, questa sera il ristorante “Vin e Crin” di Chianocco è stato sanzionato: i titolari avevano deciso di aderire all’iniziativa di protesta “Io apro” e accogliere i clienti nel loro ristorante, nonostante i divieti imposti dal governo per l’emergenza Coronavirus.

Le forze dell’ordine sono arrivate intorno alle 20. Per aver violato le regole del Dpcm, una quindicina di commensali e i proprietari del locale sono stati multati: le sanzioni, se pagate entro 5 giorni, hanno un costo di 280 euro, altrimenti 400 euro. Inoltre il ristorante dovrà rimanere chiuso per 5 giorni.

Nel rigido rispetto delle norme igienico sanitarie, il tutto si è svolto nella più totale collaborazione tra le parti.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

54 COMMENTI

    • Non ho fatto nè uno nè l’altro, ma ho il massimo rispetto per le leggi anti covid, perchè ho il massimo rispetto per il valore della vita umana innanzi tutto, e poi ho una famiglia composta prevalentemente da persone anziane e con patologie, di quelle che se muoiono, a voi non importa nulla, per me invece sono un pezzo di cuore. Indubbiamente i gestori di ristoranti e altre attività hanno bisogno di aiuto in questo difficile momento, ma rischiare la vita per andare al ristorante lo trovo semplicemente assurdo.

  1. Adesso che ti hanno chiuso ,ti rimane l’onore di aver sfidato lo stato,una multa da pagare subito e 5 giorni di chiusura.
    Tutte le guerre fatte allo stato sono guerre perse

    • Non credo sono perse, ma so che non c’è lo stato che ha portato il coronavirus e nemmeno che ha causato la seconda ondata.Se la molta gente vive nel me ne frego non do la colpa al governo ma alla gente.Poi che i governi non vanno avanti non e’ una scoperta e dobbiam perdere tempo a dirlo, tanti auguri prendetelo voi, io vado avanti! Anche prima c’ eran aziende che chiudevano o dipendenti se subivano illeciti e minacce e nessuno si e’ scomodato.

  2. Brava ministra Lamorgese c’è da essere fieri nel fare i forti con i deboli e invece fare la debole con gli scafisti , fai una cosa giusta in vita tua : emigra nel Burundi a raddrizzare le banane unico mestiere cui forse sei all’altezza

    • Cosa c’entrano gli scafisti con il covid 19? Ovvio che anche gli scafisti vadano puniti e non i disperati che trasportano e che spesso perdono la vita, ma usare questa situazione per promuovere tanto per cambiare il razzismo lo trovo semplicemente assurdo.

  3. Ormai l’italia non è più fondata sul lavoro (che è severamente vietato) ma sul reddito di fannullanza (fiore all’occhiello di cui si è pure orgogliosi)

    • Infatti. E’ stata un’azione idiota paragonabile a quelle dei tempi di guerra, quando il fenomeno di turno si lanciava da solo verso il nemico a prendersi le fucilate… valore tattico zero, immolarsi per nulla…

  4. Sapevi che andava a finire così!! Era palese!! Cosa hai ottenuto? 5 giorni di chiusura, multe a te e ai tuoi commensali.
    Bisogna far capire a questi pagliacci non votati che siamo stanchi delle loro minchiate , piuttosto organizziamoci e andiamo davanti a casa loro con manici di piccone e incominciamo a dargli quello che si meritano…sveglia Italia, ci stanno distruggendo.

      • Niente da eccepire sull’operato dei Carabinieri,molto invece su questo “governo” di sciagurati che in quasi un anno tra lockdown e norme incomprensibili e lunari non è riuscito a rallentare il contagio, almeno a sentire i numeri che giornalmente ci propinano e sui quali ci sarebbe molto da discutere,ma sono riusciti invece perfettamente nell’intento di distruggere l’economia che comunque non stava tanto bene di suo.Quando un metodo dimostra di non funzionare lo si cambia,è criminale insistere con i propri errori terrorizzando inoltre la popolazione (vedi Gwen e compagna cantante). Nel momento in cui
        scopriremo i veri motivi di un tale comportamento purtroppo sarà troppo tardi… Povera Italia.

        • Se il contagio stenta a scendere nonostante le misure prese, figuriamoci se non si prendessero misure…se lei vuole morire o fare morire i suoi familiari, si offra volontario per andare in una corsia covid in ospedale senza protezioni, ma non costringa gli altri a fare la stessa fine incitando la gente a ribellarsi alle misure di prevenzione. Forse non se n’è accorto che da qualche mese a questa parte , solo in Italia, muoiono dalle 400 alle 600 persone al giorno di covid e molte altre soffrono in totale solitudine nelle rianimazioni , spesso attendendo la morte??

  5. L’Italia, una nazione massacrata a colpi di Dpcm. Il lavoro è dignità. Avevano definito dei protocolli per la riapertura, perché non li utilizzano in modo da consentire a chi vuole, di lavorare, creare reddito e non dover dipendere dai ristori. Inoltre chi lavora paga le tasse e consente allo stato un incasso. Vivere dignitosamente è una comprovata esigenza umana. Il confinamento non è vivere, anche perché non si sa per quanto potrà durare.

  6. Io cinese; contento tu fallile, complale tuo listolante pel pochi soldi e aplile;io fale quello che mi pale, a me , nessuno lompele scatole.

    • Ma per favore…qui abbiamo raggiunto il demenziale… i ristoranti in zona arancione sono tutti chiusi, sono aperti solo per l’asporto, cinesi compresi…e smettiamola con questi razzismi e campanilismi medioevali, allora prendetevela anche con gli statunitensi che portarono in Europa la spagnola…

  7. Beh, era talmente scontato… l’hanno annunciato al mondo. Secondo me è stata più una trovata pubblicitaria che altro e credo che qualche scappatoia ce l’abbiano. Avranno avvocati che aderiscono al movimento.

    • Gli avvocati possono usarli per pulirsi il di dietro. Nessuna avvocato può far annullare una multa del del genere. Quegli articoli del DPCM non sono soggetti a interpretazione alcuna. Possono non pagare la multa, ma quando gli arriverà la cartella esattoriale si divertiranno un mondo.

  8. Ottima mossa, 280,00 euro di multa in cambio di un sacco di pubblicità.
    Per ottenere lo stesso risultato inserzionando sulle testate locali il costo sarebbe stato ben più alto.
    Peccato per gli avventati avventori che si sono beccati pure loro la multa.

  9. 17 commenti e quindi 17 tavoli occupati??? Mi sa tanti quaquaraquà…
    Che la vita vi riservi vicini, colleghi, amici e parenti che come voi…quando una regola non piace non la rispettano

  10. È sempre una questione di numeri. Se invece di soli 10 ristoratori , ad aprire per protesta a Torino e provincia, fossero stati il 90%, solo per compilare i verbali ci sarebbero voluto le forze Nato.

    • Appunto, è questione di numeri. E i numeri dicono che la maggioranza che accende il cervello al mattino ha capito il non senso di una simile protesta che non può produrre alcun risultato concreto. I divieti non sono lì per fare dispetto alla gente, ma per tentare di contenere a livelli appena accettabili la diffusione del Covid. Alcuni sembra si siano abituati a vedere 500-600 morti al giorno, tanto da credersi superiori al bene comune. 1 contagiato su 40 muore. Stampatevelo in testa questo numero, perché i ristoratori non sono esenti da questa triste statistica.

  11. Sarebbe ora di tagliare, per solidarietà, anche gli stipendi dei dipendenti pubblici… magari con un 40% di entrate in meno capirebbero meglio le ragioni di chi vuol semplicemente lavorare…

  12. Incominciando dal sindaco di Chianocco che a Natale si è fatto il regalo , aumentandosi lo stipendio sulle spalle del vin e crin.

  13. Ciao Merovingio,
    Che cattivo umore!
    Ti sono andati di traverso cappuccino e brioche consumati di nascosto in uno dei non pochi bar aperti di straforo?

    • Accidenti,ma a lei non sfugge niente!Confesso,la mattina faccio colazione e visto che sono un vizioso il cappuccino lo prendo con la cioccolata in polvere e la brioche la voglio bella laida,ripiena di crema o zabaione!Addirittura il bicchiere d’acqua lo prendo di gasata!Mi eccito solo all’idea che domattina potrò di nuovo andare in un bar (rigorosamente aperto di straforo) e nascondendomi come un carbonaro indulgere di nuovo nei miei vizi lubrichi ed immondi.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.