VALSUSA, NIENTE GREEN PASS E MASCHERINE ALLE TERME DI MONÊTIER: APERTE TUTTI I GIORNI, A DUE PASSI DALLL’ITALIA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di CHIARA SACERDOTE

MONÊTIER LES BAINS – Se state cercando di trovare un momento di relax nella vita frenetica di tutti i giorni le terme di Monêtier sono il posto giusto dove trovarlo.

A soli due passi dal confine italiano e dalla Valsusa, a circa un’oretta di viaggio da Susa, nelle vicine montagne francesi di Serre Chevalier possiamo trovare Les Grands Bains di Monêtier. 

E c’è una grande novità: non c’è più l’obbligo né di GREEN PASS, né di MASCHERINA al chiuso. Vi serviranno soltanto il costume, le ciabatte ed un asciugamano per rilassarvi appieno all’interno della struttura termale!

Ad accogliervi troverete due grandi vasche di calda acqua termale, sia all’interno che all’esterno, idromassaggi, vasche di cromoterapia, sauna e bagno turco; ma anche la più particolare grotta musicale e l’hammam.

Inoltre all’interno delle terme di Monêtier avrete a vostra disposizione un negozio, un centro massaggi, un punto di ristoro dove prolungare e vivere al meglio la vostra giornata di benessere.

Inoltre Giovedì 24 marzo vi sarà un’apertura speciale notturna che si prolungherà fino alle 22.30, la prenotazione è obbligatoria. La tariffa è di 21,50 euro ad adulto per due ore.

Non vi resta che venire alle terme Les Grands Bains di Monêtier in Route des Bains a Monêtier les Bains in Francia, per ulteriori informazioni contattare la struttura al numero    + 334 92400000 o visitare il sito www.lesgrandsbainsdumonetier.fr dove potrete ricevere direttamente informazioni, fissare appuntamenti e possibilità di acquistare l’accesso alle varie offerte. Il tutto a due passi dall’Italia e dalla Valsusa, poco distante da Briançon.

TERME GRANDS BAINS DU MONÊTIER
Route des Bains, Monêtier les Bains – Francia
Tel. +33 492400000
Facebook: Les Grands Bains du Monêtier
Web: www.lesgrandsbainsdumonetier.fr

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

13 COMMENTI

  1. E da noi green pass per lavorare, per andare in posta per le bollette o in banca. Europa unita solo per imporre tasse e balzelli?

    • Conosco le terme, soprattutto all’esterno, negli inverni in cui nevica, c’è un paesaggio impagabile, in acque calde e piacevoli. Ma non concordo affatto sul sottovalutare la pandemia in questa maniera da parte dei francesi, e trovo sbagliato pubblicizzarlo. E’ vero che la guerra Russo/Ucraina occupa ogni notizia in questi giorni, d’altra parte è un capitolo atroce della storia umana ed è giusto parlarne, ma forse non vi siete accorti che la pandemia non è finita, che ci sono molti contagi e ancora tanti morti, non è il momento di allentare i controlli, dobbiamo avere rispetto dei più deboli e aiutarli a non soccombere per questo subdolo virus. In Cina chiudono le città quando ci sono molti meno contagi che in Europa e sono riusciti quasi a fermare la diffusione del virus, qui va sempre avanti perchè siamo convinti che la pandemia sia finita anche se non è così.

  2. Conosco le terme, soprattutto all’esterno, negli inverni in cui nevica, c’è un paesaggio impagabile, in acque calde e piacevoli. Ma non concordo affatto sul sottovalutare la pandemia in questa maniera da parte dei francesi, e trovo sbagliato pubblicizzarlo. E’ vero che la guerra Russo/Ucraina occupa ogni notizia in questi giorni, d’altra parte è un capitolo atroce della storia umana ed è giusto parlarne, ma forse non vi siete accorti che la pandemia non è finita, che ci sono molti contagi e ancora tanti morti, non è il momento di allentare i controlli, dobbiamo avere rispetto dei più deboli e aiutarli a non soccombere per questo subdolo vAirus. In Cina chiudono le città quando ci sono molti meno contagi che in Europa e sono riusciti quasi a fermare la diffusione del vAirus, qui va sempre avanti perchè siamo convinti che la pandemia sia finita anche se non è così.

    E niente, volevo farci dell’ironia, ma a cotanta perfezione di covidiozia non c’è altro da aggiungere. Avanti così, dritti contro un muro.

        • Spiacente per lei, ma il secondo messaggio non è mio… se lei avesse un familiare paziente oncologico e girasse un po’ di ospedali e venisse a contatto con la sofferenza vera, riderebbe meno, glielo dico io, in certi posti purtroppo c’è solo da piangere. Per rispetto verso chi combatte contro malattie terribili e sovente nefaste, è giusto avere ancora delle attenzioni indossando le mascherine al chiuso ed evitando grandi assembramenti, oppure che si faccia come in Italia: al cinema si va con green pass rafforzato ed ffp2. Scherzare con la vita degli altri può sembrare divertente ma non lo è affatto, inoltre non sottovaluti il fatto che purtroppo molte persone apparentemente sane sono morte di covid 19. Dunque, è ovvio che lentamente si ritorni alla normalità, ma organizzare feste in mezzo ad acque calde con parecchie persone senza mascherina e senza distanziamento e senza green pass lo trovo veramente assurdo e prematuro. Che facciano fare a tutti i partecipanti almeno un tampone rapido entro le 24 ore che precedono l’ingresso, non si può sottovalutare così i pericoli e fare piangere le famiglie degli innocenti che già soffrono, poi lei la pensi come le pare, francamente non me ne importa nulla. Bisognerebbe avere una coscienza ed empatia per il prossimo più sfortunato prima di parlare, invece si pensa solo allo svago senza rendersi conto che siamo in un mondo dove tra pandemia, cambiamento climatico e una guerra di una ferocia senza pari, l’umanità ha toccato il fondo del barile, sta raschiando quello che resta, e non avendo intenzione di fare retromarcia, è senza speranze. Non so se lei abbia figli o no, ma se ce li ha, si è chiesto che razza di mondo è quello in cui sono costretti a crescere tra tanta indifferenze, irresponsabilità e violenza?

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.