NUOVA ROTONDA SULLA STRADA DEL MONGINEVRO AD AVIGLIANA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dalla CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO

AVIGLIANA – La rotatoria della Grangia, all’intersezione fra tra la Sp. 24 del Monginevro e la Sp. 197 del Colle del Lys nel comune di Avigliana, è stata ufficialmente aperta nel pomeriggio di giovedì 8 luglio, nonostante il violento nubifragio. La rotatoria della Grangia va a sostituire l’ultimo impianto semaforico sulla Sp. 24 da Caselette a Borgone Susa, ed è stata lungamente attesa dai Comuni della zona.

Il progetto esecutivo realizzato dalla Viabilità 2 della Città metropolitana di Torino prevede la realizzazione di due rotatorie in successione collegate, rotatoria a 8, che hanno la funzione di ridurre la velocità. I lavori propedeutici alla costruzione della nuova rotatoria sono iniziati nel mese di maggio e da ieri, con la sistemazione provvisoria della rotatoria con i new jersey, è funzionante. I lavori sono ancora in corso per la sistemazione definitiva e si prevede che termineranno entro ferragosto. I lavori costeranno complessivamente 260.000 euro interamente a carico di Città Metropolitana di Torino.

“Siamo soddisfatti per aver dato il via alla realizzazione di un’opera che era attesa da 25 anni” commenta il consigliere delegato alla viabilità Fabio Bianco “anche grazie al confronto costante con l’Amministrazione Comunale di Avigliana”. La percorribilità delle strade è aggiornata e consultabile alla pagina http://www.cittametropolitana.torino.it/viabilita/percorribilita_strade/modifiche_viabilita.shtml.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

15 COMMENTI

  1. La solita rotonda inutile, voglio vedere le code che si formeranno. Fa pari con la rotonda di Sant’Ambrogio nella curva dell’Ora. Una rotonda in mezzo alla curva è pericolosissima.

    • Tolto quella di Sant’Ambrogio, piuttosto anomala, la rotonda è risaputo essere un eliminacode! Lo sarebbe ancora di più se gli utenti utilizzassero le frecce per indicare se girano o se escono; è statisticamente calcolato che l’uso delle frecce riduce di 1/3 ulteriore i tempi di transito

      • In realtà se se il traffico è intenso la rotonda smaltisce meno veicoli del semaforo
        1. perchè la velocità alla rotonda è inferiore quindi va da sè che nel’unità di tempo passa un minore n di veicoli
        2. perchè basta uno un po’ indeciso, che blocca tutta la coda
        Ha il vantaggio che è difficile che capitino incidenti gravi (proprio perchè, siccome nessuno ha la garanzia di precedenza, si approccia a velocià inferiore)
        C’è chi usa le frecce a vanvera quindi è meglio ignorarle

        • Ma invece di scrivere cazzate a caso, l’hai almeno percorsa? Pensi che gli architetti che l’hanno progettata siano tutti imbecilli e in attesa dei consigli di un Franco qualsiasi? Ma un po’ di sana umiltà, mai? Le rotonde snelliscono ovunque. Non conosco un solo caso di incrocio trasformato in rotonda che abbia peggiorato la fluidità del traffic is A Torino ci sono rotonde sui corsi principali e funzionano egregiamente. Basta fare i sapientoni da tastiera, non se ne può più.

  2. Soliti soldi sprecati …..tanto sono solo dei cretini dei cittadini……….il popolo bue di romana memoria (ah mi riferiscono ai romani come impero …..in quei tempi davano pane e circo…..)

  3. Il problema di molte rotonde è che gli utenti della strada motorizzati non le sanno usare. In rotatoria si entra dando la precedenza e non “prendendola” arrivando a tutta velocità, con ingresso irruente e prepotente nella speranza di intimorire gli altri e passare per primi. In rotatoria se si usano gli indicatori di direzione non si infrange la norma sulla privacy ma si agevola la fluidità del traffico e tutti si passa prima. Se la civiltà di un popolo si misurasse dal suo comportamento nelle intersezioni a rotatoria (e non solo) l’Italia sarebbe molto indietro nella classifica.

  4. Noi discutiamo ancora dell’utilità di una rotatoria quando, oltre ad averne certificata l’efficacia, gli inglesi sono già alla versione 3.0 con rotonde che ne includono altre e dove l’anello centrale è pure percorso in contromano:
    https://www.youtube.com/watch?v=6OGvj7GZSIo
    Tutta la criticità di quelle italiane sta nella segnaletica orizzontale che è normativamente errata rispetto al progetto britannico originale, che snellisce radicalmente il traffico.

Rispondi a innchulo Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.