VALSUSA, PER I BIMBI AUTISTICI NIENTE LOGOPEDISTA A DOMICILIO: “LA REGIONE INTERVENGA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

SUSA – Nel territorio dell’Asl To3 non è garantita l’assistenza domiciliare per i trattamenti terapeutici, abilitativi/riabilitativi per le persone con disturbi dello spettro autistico. A segnalarlo numerose famiglie residenti nel territorio dell’azienda sanitaria, che lamentano la totale assenza della figura del logopedista a domicilio. Da diversi anni molti sono i minori che, seppur aventi diritto, non hanno mai goduto del percorso riabilitativo previsto dagli specialisti. Sul tema, la consigliera regionale Sarah Di Sabato (5 Stelle) ha interrogato la Giunta Regionale. “L’assessore Icardi, nell’ennesimo tentativo di smentirci, sostiene che il servizio viene garantito. Una completa falsità secondo quanto ci racconta chi quel servizio dovrebbe riceverlo ogni giorno. Icardi parli con le famiglie, viva il territorio e scoprirà la dura realtà” spiega la consigliera regionale “Noi siamo convinti sia compito delle istituzioni garantire la tutela della salute, il miglioramento delle condizioni di vita e l’inserimento nella vita sociale e nei contesti lavorativi delle persone con disturbi dello spettro autistico. Non ci fermeremo fin quando la Regione non sarà in grado con i fatti, e non solo con le parole, di garantire a questi minori l’assistenza di cui hanno diritto”.
A confermare che in Valsusa e nel territorio Asl non viene ancora garantito questo servizio, è la presidente dell’associazione Cuori Blu Autismo di Susa, Sandra Musella: “Icardi dice il falso. Il servizio non è garantito: mio figlio è oltre 1 anno che aspetta le 2 ore a settimana di logopedia che dovrebbe fornire l’Asl gratuitamente ai bimbi autistici, servizio che non abbiamo, e che dobbiamo pagare di tasca nostra rivolgendoci ai privati. Tutto questo è scandaloso”.

L’Associazione Cuori Blu Autismo della Valsusa
Sarah Disabato
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

  1. Mannaggia che USL fatta di dirigenti incapaci neppure in grado di capire le necessità del territorio eppure ci sono tanti e tanti direttori e primari.
    chi comanda il territorio della Valsusa é una della Val Sangone che dovrebbe conoscere cosa serve ai suoi cittadini.
    Soldi buttati.
    Cadreghe regalate.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.