SUSA, PRESIDIO CONTRO LA CENA DELLA LEGA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di ANDREA MUSACCHIO

BUSSOLENO / SUSA – A Bussoleno, da diversi giorni, sono stati affissi dei manifesti in via Walter Fontan e dietro la stazione ferroviaria dal titolo “Respingiamo la Lega”. Le locandine si riferiscono al presidio organizzato dall’Assemblea Antileghista contro la cena natalizia del Carroccio, che si terra in frazione San Giuliano.

Roviniamo la festa a chi fomenta la guerra fra poveri” si legge nella locandina.”Roviniamo la festa a chi vara decreti che criminalizzano il dissenso e tutelano la sicurezza di pochi privilegiati, roviniamo la festa a chi chiude frontiere per le persone e buca le montagne per le merci. Di padroni a casa nostra ce n’è sono fin troppi, respingiamoli”. Il presidio è previsto per il 21 dicembre alle ore 19, di fronte all’uscita autostradale di Susa (ss 25). L’iniziativa non rientra nei progetti dei No Tav.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

16 COMMENTI

  1. Presidio CONTRO grande idea democratica… se non la pensano come te impedisci loro qualunque cosa
    Complimenti anche al direttore che pubblica questa non notizia…..

  2. Per evitare la guerra fra poveri sarebbe meglio ignorarli…ma si sa, quando uno si crede nel giusto vuole sempre invadere il campo altrui

  3. “Il perfetto fascismo dell’antifascismo e’ battersi per la liberta’ di pensiero di tutti , a patto che tutti la pensino come loro” Leonardo Sciascia

  4. Viva la democrazia e la libertà di pensare come si vuole.
    Questo manifesto dimostra chi sono quelli che veramente criminalizzano il dissenso.

    Oltre al fatto che dovrebbero tornare a scuola. La frase corretta è: ” di padroni ce ne SONO…” Padroni è plurale!

    Ignoranti, demagoghi e antidemocratici.

    • Se condividi la democrazia e la libertà di pensare come si vuole, loro sono liberi di pensare che i leghisti non siano delle persone da stimare, così come sono altrettanto liberi di manifestare in piazza pro o contro chi gli pare, esattamente come i leghisti sono altrattatno liberi di farlo.

  5. Se condividi la democrazia e la libertà di pensare come si vuole, loro sono liberi di pensare che i leghisti non siano delle persone da stimare, così come sono altrettanto liberi di manifestare in piazza pro o contro idee che non stimano, esattamente come i leghisti e il loro capitano sono altrettanto liberi di farlo.

  6. Democrazia e libertà di andare a contro-manifestare ad un evento antagonista equivale a cercare rissa. Andateci in camicia nera almeno vi si riconosce

  7. Signora Laura , sig. Merovingio, inutile parlare di democrazia considerando l’8 dicembre di 14 anni fa (nel governo Berlusconi) e tenendo conto di una lega che nulla ha a che fare con la lega. Intanto i fascisti hanno collaborato con i nazisti per fare fuori gli Ebrei.Il fondatore della Lega ha meritato i voti. Perché il fondatore non andava raccattando voti dai meridionali o stranieri pensando alla Padania che col meridione c’entra poco , dopo avere criticato tutti il caro ….e è democrazia ? Ma mi faccia un piacere! E il Russia gate è democratico? La lega fondata da Bossi era Lega questa non lo è! Oggi hanno spiegato nuovamente che i presunti no tav arrestati erano gli incappucciati dei centri sociali. Infatti con i No TAV non c’entrano nulla, perché quelli che sono No Tav non l’hanno mai nascosto, qualcuno l’ha pure indicato nell’auto . LA DEMOCRAZIA? Avete detto al direttore complimenti perché pubblica una non notizia. E siete tutti giornalisti democratici che sapete quali notizie pubblicare e quali no ? Democrazia ? Ma per piacere! Allora cosa deve pubblicare le notizie che volete voi? Gradite pure che vi racconti cosa hanno incitato, urlato certi leghisti(Perché CE E SONO DI MEGLIO) in un incontro in cui ho scelto di partecipare 16 anni fa? Purtroppo e per fortuna nel mondo non abbiamo tutti la stessa testa , ma il rispetto e la democrazia è qualcosa di diverso da come voi la definite. Il direttore non puo’ essere “invitato” a scrivere ciò che la gente vuole , perché non è democratico.
    E FU SCRITTA SUL MURO ANCHE SE PROIBITO…..E IN MEMORIA DI QUESTA PAROLA RICOMINCIO LA MIA VITA SONO NATO PER CONOSCERTI PER CHIAMARTI LIBERTA’.
    Il direttore una volta che segue la legge è un cittadino e giornalista libero di scrivere e non deve scrivere ciò che ci fa comodo, troppo bello, ma anti democratico. Possiamo chiedere perché ha scritto una cosa invece di aggiungere o evitare di scriverla, ma giudicarlo sarebbe quasi come dirgli quello non lo doveva scrivere! Certo forse a volte dispiace leggere delle cose e non leggerne altre , ma lui fa il suo lavoro e credo cerchi di farlo nel miglior modo. La democrazia è accettare il pensiero diverso degli altri. E’ il periodo in cui si festeggia la nascita di Cristo, non so quale sia la vostra fede , ma non credete sia ora di provare a rispettare un pensiero diverso degli altri senza pretendere che essi faccian quello a tutti va?

    • Possibile che lei posti solo sproloqui illeggibil e fuori argomentoi?Non è obbligata a farlo,rifletta prima di battere sulla tastiera.

      • Merovingio spero abbia passato un buon natale. Qui si parla di una cena leghista e voi parlati di chi per voi e’ o non e’ fascista o democratico e c’ e” chi crede che il direttore debba pubblicare cio’ che lui o lei vogliono. Mi sembran argomenti che poco c’ entrano con la cena. E quindi tutti dovreste evitarli a sto punto.E non sono sproloqui ma vani tentativi di spiegarvi che il bello e brutto c’ e’ ovunque e che tutti gan diritto di marciare o cenare in pace.Che dire un pensiero o pubblicarne diversa dalle proprie aspettative e’ democrazia come marciare e mangiare.E chi sbaglia paga…chi non sbaglia sta sereno.

  8. Brillante operazione con l’unico esito di reclamizzare questa cena.
    Sicuramente se ne stanno giovando gli organizzatori.
    Chi, con motivazioni politiche da approfondire in altra sede, c’è cascato faccia ammenda.

  9. Questo SI che è VERO ed INEQUIVOCABILE fascismo. Un vero democratico dovrebbe indignarsi di fronte a queste iniziative indipendentemente dalla propria fede politica. La libertà è un bene di tutti, intoccabile. Mio padre partigiano (vero) si rivolterebbe nella tomba se lo sapesse…
    Mi meraviglio dello spazio che si dà a queste notizie, a questo punto pubblicate anche le inziative di CasaPound o ForzaNuova tanto per essere equilibrati…

Rispondi a Gino Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.